Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Marco Garzonio

22,00

Con Martini a Gerusalemme

di Marco Garzonio

editore: TS - Terra Santa

pagine: 192

Senza Gerusalemme e senza la Terra Santa non ci si può dire cristiani
12,00

Ritorno a Gerusalemme. Il cammino del cristiano in Terra Santa con Carlo Maria Martini

di Marco Garzonio

editore: TS - Terra Santa

pagine: 192

Senza Gerusalemme e senza Terra Santa non ci si può dire cristiani
16,00

Vedete, sono uno di voi. Intervista a Ermanno Olmi su Carlo Maria Martini

editore: Ancora

pagine: 96

«Vedete, sono uno di voi» è il titolo del docu-film di Ermanno Olmi su Carlo Maria Martini
12,00

Siamo il sogno e l'incubo di Dio. Versi, cronache, passioni da Martini a Bergoglio

di Marco Garzonio

editore: Ancora

pagine: 112

Quaranta composizioni poetiche che vanno dalla riflessione esistenziale alla rievocazione interiore di luoghi del cuore (come Milano e Gerusalemme) e di figure significative (come Etty Hillesum e papa Francesco). Su tutti, spicca la memoria di Carlo Maria Martini, di cui Garzonio è considerato uno dei più acuti biografi. "Cronache dell'anima scandite entro una scansione di tempo preciso, 'da Martini a Bergoglio': evocata la stagione della nascita dei testi, ma evocato anche un amore, non celato, quasi da privilegio, per un vescovo e un papa. (...) Spesso nelle pagine cogli una passione ferita - siamo il sogno, ma siamo anche l'incubo di Dio -, passione che leva grido, a volte anche urlo dalle poesie, là dove immobilità, indifferenze, ingiustizie sporcano sogni, nella vita della società e della chiesa" (dalla prefazione di don Angelo Casati).
12,00

Il codice di Tarso

di Marco Garzonio

editore: Paoline editoriale libri

pagine: 248

Un medico si reca in Terra Santa. È un momento particolare della sua vita: 56 anni, crisi in famiglia, affermato in una professione di cui è però ormai difficile trovare il senso, rapporti sociali improntati a un sostanziale conformismo. L'incontro con Rut, guida ebrea, la conoscenza di altri partecipanti al viaggio, la capacità evocativa dei luoghi aiutano Giovanni Picapedra a capire le ragioni delle sue difficoltà e le conseguenze per il futuro. Giunto a Gerusalemme, Giovanni gira per la città vecchia. Entra nella bottega di un antiquario arabo dove si imbatte in un antico codice. È il manoscritto di due lettere di san Paolo: l'Epistula Beati Pauli Apostoli ad Romanos Secunda e l'Epistula ad Mediolanenses Prima. Capisce che si tratta di opere sinora sconosciute. Non sa che fare, attratto e diffidente insieme. Rivolge all'antiquario una vaga promessa di tornare il giorno successivo. La notte, invece, ha un lungo sogno-incubo. Vede due protagonisti degli anni della sua formazione. Sono Paolo VI e Pier Paolo Pasolini che hanno un confronto sull'attualità di san Paolo. Il Papa sprona i cristiani "a fare di più", mentre l'artista contesta alla Chiesa l'incapacità di parlare al mondo contemporaneo, accusandola di non aver più "la furia paolina". Al risveglio Giovanni acquista il prezioso documento e riesce a portarlo fuori da Israele. I testi, tradotti, vengono riportati in appendice del libro.
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.