Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Nadia Urbinati

Io, il popolo. Come il populismo trasforma la democrazia

di Nadia Urbinati

editore: Il mulino

pagine: 340

Che tipo di democrazia è la democrazia populista? Da non confondersi con i regimi dittatoriali e autoritari, il populismo - ne
24,00

Utopia Europa

di Nadia Urbinati

editore: Castelvecchi

pagine: 144

Ripercorrendo la storia della costruzione comunitaria europea e gli ideali che l'hanno ispirata, Nadia Urbinati affronta lo sn
15,00

Costituzione italiana: articolo 1

di Nadia Urbinati

editore: Carocci

pagine: 158

Perché leggere la Costituzione italiana? E perché viene così spesso evocata nei dibattiti politici e citata sulle pagine dei g
13,00

Democrazia sfigurata. Il popolo fra opinione e verità

di Nadia Urbinati

editore: Università Bocconi Editore

pagine: 341

Una società democratica ha caratteristiche proprie che la rendono esteriormente riconoscibile. La democrazia rappresentativa è un sistema diarchico fondato sulla volontà e sull'opinione, che si influenzano e collaborano, senza mai fondersi. Questo è il volto che oggi appare sfigurato. Tre le deformazioni: la tendenza a letture apolitiche della deliberazione pubblica (il mito del governo tecnico); la promozione di soluzioni populiste; la spinta al plebiscito e dunque la democrazia dell'audience. Riaffermare il potere della diarchia, tutelando la funzione dell'opinione, è essenziale alla sopravvivenza della democrazia.
10,90

La vera seconda Repubblica. L'ideologia e la macchina

editore: Cortina raffaello

pagine: 202

La "Seconda Repubblica", più che una realtà, è stata finora un'ideologia
15,00

Democrazia sfigurata. Il popolo fra opinione e verità

di Nadia Urbinati

editore: Università Bocconi Editore

pagine: 351

Ognuno di noi ha il proprio fenotipo ed è grazie a esso che gli altri ci riconoscono
29,00

La società orizzontale. Liberi senza padri

editore: Feltrinelli

pagine: 103

C'è un falso mito nella nostra società che deve essere sfatato
16,00

La mutazione antiegualitaria

Intervista sullo stato della democrazia

di Urbinati Nadia

editore: Laterza

La nostra democrazia sta subendo un processo di mutazione molecolare di cui non riusciamo ancora a ogliere la direzione
12,00

Democrazia in diretta. Le nuove sfide alla rappresentanza

di Urbinati Nadia

editore: Feltrinelli

pagine: 200

In Ungheria il primo ministro fa approvare una riforma che restringe libertà e diritti civili; in Islanda i cittadini ricorron
18,00

Liberi e uguali. Contro l'ideologia individualista

di Nadia Urbinati

editore: Laterza

pagine: 184

La modernità come cultura dell'individualità (e perciò dei diritti) e la modernità come individualismo economico e tecnica del potere: questa dicotomia ha fatto da cornice alla nascita della democrazia a partire dal Sei-Settecento. Ha anche reso complessa la critica all'individualismo, il cui opposto non è solamente una società cetuale e antimoderna. L'individualismo democratico è l'alternativa più coerente all'ideologia individualista perché è una cultura politica e morale di rispetto della persona, dei suoi diritti e della sua fondamentale eguaglianza. Il suo opposto non è soltanto un mondo strutturato per gerarchie, ma anche un modo di concepire la società moderna come dominio del privato. L'individualismo non denota la fine della politica, ma invece un modo di concepire la sfera pubblica come la sede dove si creano diritti, regole e istituzioni per riuscire a condividere i beni comuni e apprendere a rispettarsi quando interessi e idee divergono, senza cercare né la fuga dalla politica né la sua subordinazione ai voleri e alle passioni del privato.
9,50

Prima e dopo. La brutta china della democrazia italiana

di Urbinati Nadia

editore: Donzelli

pagine: 232

Una democrazia sotto stress è come un laboratorio che ci fa vedere ingranditi i possibili vizi del governo democratico
17,00

Liberi e uguali. Contro l'ideologia individualista

di Nadia Urbinati

editore: Laterza

pagine: 175

La modernità come cultura dell'individualità (e perciò dei diritti) e la modernità come individualismo economico e tecnica del potere: questa dicotomia ha fatto da cornice alla nascita della democrazia a partire dal Sei-Settecento. Ha anche reso complessa la critica all'individualismo, il cui opposto non è solamente una società cetuale e antimoderna. L'individualismo democratico è l'alternativa più coerente all'ideologia individualista perché è una cultura politica e morale di rispetto della persona, dei suoi diritti e della sua fondamentale eguaglianza. Il suo opposto non è soltanto un mondo strutturato per gerarchie, ma anche un modo di concepire la società moderna come dominio del privato. L'individualismo non denota la fine della politica, ma invece un modo di concepire la sfera pubblica come la sede dove si creano diritti, regole e istituzioni per riuscire a condividere i beni comuni e apprendere a rispettarsi quando interessi e idee divergono, senza cercare né la fuga dalla politica né la sua subordinazione ai voleri e alle passioni del privato.
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.