Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Soren Kierkegaard

L'avventura del giglio selvatico

di Sören Kierkegaard

editore: Quodlibet

pagine: 32

Conterranei e quasi coetanei, il filosofo Søren Kierkegaard e il favolista Hans Christian Andersen si scambiarono poche parole
15,00

Ultimatum

di Sören Kierkegaard

editore: Morcelliana

pagine: 93

"Ultimatum" è il titolo della sezione finale di Aut-Aut e consiste in una predica intitolata "L'edificante che sta nel pensier
11,00
10,00

Venite a me, voi oppressi. Un esercizio di cristianesimo

di Kierkegaard Sören

editore: San paolo edizioni

pagine: 144

Venite a me, voi che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò
12,00

Diario del seduttore

di Soren Kierkegaard

editore: Demetra

pagine: 224

L'opera estetica, compreso questo "Diario del seduttore", è dunque un inganno?
5,90

Diari (1847-1848)

di Sören Kierkegaard

editore: Morcelliana

pagine: 384

La lettura dei Diari - una miniera di intuizioni folgoranti, pensieri, preghiere, polemiche e spunti argomentativi - restituis
27,00

Due discorsi edificanti 1843. Vol. 2: Ogni dono buono e perfetto viene dall'alto.

Ogni dono buono e perfetto viene dall'alto

di Kierkegaard Soren

editore: Morcelliana

pagine: 88

Questo discorso del 1843 è uno sviluppo del concetto di "edificante" successivo a La prospettiva della fede e si presenta come
10,00

Favole

di Kierkegaard Soren

editore: Morcelliana

pagine: 88

Kierkegaard non scrisse mai direttamente favole, se non mescolate alle pagine filosofiche o ai discorsi religiosi, a modo di e
10,00

Aut-aut

di Soren Kierkegaard

editore: Mondadori

pagine: 239

"Aut-Aut", testo chiave dell'esistenzialismo, pubblicato per la prima volta nel 1843, è anche l'opera in cui il pensiero di Sö
10,00

Timore e tremore

di Soren Kierkegaard

editore: Mondadori

pagine: 182

9,50

L'arte di sconfiggere la noia

di Sören Kierkegaard

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 70

Sebbene sia uno stato d'animo noto a tutti, la noia è una condizione esistenziale indefinita e multiforme, la cui definizione ha confini labili e incerti. Muovendo dal presupposto che "tutti gli uomini sono noiosi", e soprattutto dal conseguente assunto, che noi tutti siamo vittime, consapevoli o meno, della noia, Kierkegaard suggerisce di applicare nella vita quotidiana una serie di regole per evitare di annoiarsi. Con pungente ironia, l'autore ci indica anche quali siano le virtù da coltivare per poter condurre un'esistenza il meno noiosa possibile, dimostrando così che proprio la noia può diventare principio creativo e di sviluppo dell'immaginazione.
7,00

Il riflesso del tragico antico nel tragico moderno

Un esperimento di ricerca frammentaria

di Kierkegaard Sören

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 87

Edipo muore senza che il popolo di Tebe sia venuto a conoscenza delle sue colpe
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.