Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Stefano Calabrese

Gli arabi e lo storytelling. Dalle origini a Giulio Regeni

di Stefano Calabrese

editore: Meltemi

pagine: 107

A partire dai labirinti delle "Mille e una notte" fino ai romanzi di Al-Aswani, zippati di storie incastonate le une nelle alt
12,00

Manuale di comunicazione narrativa. Ediz. Mylab

di Stefano Calabrese

editore: Pearson

pagine: 268

L'autore ricostruisce lo sviluppo e le funzioni delle varie pratiche e generi narrativi, e ne spiega le ragioni della permanen
23,00

Che cos'è una fanfiction

editore: Carocci

pagine: 125

La fanfiction è una narrazione scritta dai fan di un'opera appartenente al mondo letterario, cinematografico, televisivo o di
12,00

La crime fiction

editore: Carocci

pagine: 140

La crime fiction nasce a metà dell'Ottocento con Edgar Allan Poe, l'inventore del primo detective della letteratura occidental
12,00

La fiction e la vita. Lettura, benessere, salute

di Stefano Calabrese

editore: Mimesis

pagine: 177

Il volume studia gli effetti della fiction (romanzi, film, serial TV) sul corpo in termini di incremento dell'empatia, diversificazione dei trasmettitori neurochimici, consolidamento del Sé, miglioramento delle capacità di mind reading, terapia dell'autismo, ecc. Si tratta di argomenti che la comunità scientifica internazionale sta scoprendo proprio in questi anni e ancora poco noti in Italia, di cui ha parlato un articolo apparso su "Nature" di recente. Il volume documenta il fatto che oggi le fiction "fanno bene" e ne spiega a lungo le ragioni, mentre in passato gli effetti erano considerati negativi, come appare evidente dal case-study dedicato ai lettori normanni di Madame Bovary e al gioco di identificazioni incrociate cui essi hanno dato luogo.
18,00

Che cos'è il graphic novel

editore: Carocci

pagine: 142

Negli ultimi trent'anni la straordinaria evoluzione del graphic novel gli ha consentito di superare in tutto il mondo le conve
12,00

La suspense

di Stefano Calabrese

editore: Carocci

pagine: 122

La suspense è una delle strategie narrative più antiche, già utilizzata da Euripide, e al tempo stesso un ingrediente quasi ineliminabile della letteratura e della cinematografia del Novecento, dove sembra avere svolto la funzione di magico attrattore dei lettori/spettatori. Addirittura, oggi la suspense è diventata la "banda larga" della narratività, sia essa costituita da serial TV, videogame, graphic novel, campagne pubblicitarie o romanzi. Il volume ne indaga, secondo una prospettiva intermediale, l'origine, le funzioni neurocognitive, gli effetti emozionali che produce e le ragioni dell'attuale trionfo: rappresentando l'anticipazione parziale di qualcosa che viene svelato solo in un momento successivo, la suspense ci tiene infatti incollati al futuro e ci trascina in una condizione di quasi cecità là dove essa vuole portarci, dagli scenari urticanti di Hitchcock alle distese di neve insanguinata di Stieg Larsson.
12,00

Anatomia del best seller

di Stefano Calabrese

editore: Laterza

pagine: 185

Non era mai accaduto che i romanzi - certi romanzi - avessero tanto successo e generassero volumi di vendite così possenti come negli ultimi vent'anni. La serie di Harry Potter, le trilogie di Twilight e Hunger Games, i romanzi di Coelho, le detective story di Stieg Larsson e Dan Brown, da "Il codice da Vinci" a "Inferno", i romanzi di Murakami o opere come "Il cacciatore di aquiloni" e "Cinquanta sfumature di grigio", sono diventati successi mondiali da milioni di copie vendute. Quali sono i motivi di questo successo? Bisogni profondi a cui queste narrazioni si ispirano ma anche fattori produttivi impensabili solo pochi anni fa: dalla tendenza intermediale per cui un libro viene concepito da subito per essere adattato a film, videogame, graphic novel, allo sviluppo di comunità di lettori-fan che danno vita a un flusso continuo di prodotti paralleli all'opera originaria - prequel, sequel, spin off, fake, fanzine.
16,00

Retorica e scienze neurocognitive

di Stefano Calabrese

editore: Carocci

pagine: 133

Benché negli Stati Uniti vanti una tradizione già consolidata, che sfrutta le avveniristiche tecniche di neuro-imaging per introdurre nuovi strumenti in discipline tradizionali quali la storia o la letteratura, la neuroretorica è invece ancora poco nota in Italia, dove permane un'astiosa divisione tra ambito scientifico e humanities. Eppure, proprio dalle interconnessioni tra cognitivismo, avanzamenti in ambito neuroscientifico e progetti di ricerca dedicati allo storytelling, alle morfologie letterarie, alle strategie argomentative e alle figure retoriche si sono generate le risposte più avanzate e suggestive a una serie di domande. Che cosa accade nel nostro cervello quando formuliamo una metafora? Che cosa comporta il ricorso alla sinestesia, in termini di mappature neuronali degli stimoli esterni? Esistono fotografie dell'attività cerebrale quando formuliamo una metonimia? Il mind reading - cioè il modo in cui distinguiamo la realtà dalla sua rappresentazione cognitiva - assume oggi la letteratura come una palestra privilegiata? Il volume risponde a queste e altre domande, illustrando il risultato di una serie di test che anatomizzano i processi di persuasione, scopo primario della retorica in ogni epoca.
12,50

Il sistema dell'advertising. Parole e immagini in pubblicità

di Stefano Calabrese

editore: Carocci

pagine: 213

Questo volume applica, in modo sistematico e chiaro, gli strumenti della retorica classica al mondo della pubblicità per coglierne le tendenze strutturali, dal punto di vista semiotico. Più della letteratura, oggi, è la comunicazione a promuovere merci e servizi con il ricorso allo strumento della parola efficace e originale, secondo modalità persuasive note già ad Aristotele. Oltre a chiarire le tipologie di convincimento razionale o emotivo messe in atto dalle agenzie di comunicazione nel mondo occidentale, il libro presenta un'ampia serie di immagini pubblicitarie analizzandone gli artifici retorici e le strategie persuasive.
25,00
21,00

Antonio Delfini verofinto

Una metalessi italiana

di Calabrese Stefano

editore: Forum Edizioni

pagine: 56

La metalessi è una forma di anomalo attraversamento del confine che divide la realtà dalla finzione, come se un attore uscisse
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.