Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Stefano Tomassini

Italiani a Roma. Cronache della capitale tra il 1870 e il 1900

di Stefano Tomassini

editore: Il Saggiatore

pagine: 456

Il 20 settembre 1870 è appena passato
30,00

New York furioso. Luca Ronconi e «quelli dell'Orlando» a Bryant Park (1970)

di Stefano Tomassini

editore: Marsilio

pagine: 174

Il libro documenta e racconta la parte conclusiva della tournée internazionale di uno degli spettacoli più innovativi e festiv
20,00

La guerra di Roma. Storia di inganni, scandali e battaglie dal 1862 al 1870

di Stefano Tomassini

editore: Il Saggiatore

pagine: 860

Il Regno d'Italia cinge Roma d'assedio
32,00

Roma, il Papa, il Re. L'unità d'Italia e il crollo dello Stato Pontificio

di Stefano Tomassini

editore: Il Saggiatore

pagine: 485

Roma, 11 luglio 1855. Antonio De Felici, cappellaio, reo di avere attentato alla vita del segretario di Stato cardinale Giacomo Antonelli, viene giustiziato. Roma, 21 settembre 1861. Cesare Lucatelli, facchino, accusato dell'omicidio di un gendarme durante gli scontri fra i pontifici e la folla il 29 giugno, festa di San Pietro e Paolo, viene giustiziato. Fra le due esecuzioni, fra un popolo e un governo che non ha più autorità su questa terra, il disfacimento dello Stato Pontificio, la fine del potere temporale del papa, l'Unità d'Italia e una città che attende di conoscere il suo destino. Messa troppo spesso in ombra da vicende che già allora occuparono le prime pagine dei giornali italiani ed europei - una su tutte, l'impresa dei Mille di Garibaldi - la storia romana, della città e dello Stato Romano, alla metà dell'Ottocento, dopo la gloriosa quanto breve avventura della Repubblica mazziniana, è poco conosciuta dal grande pubblico. "Roma, il papa, il re" è la cronaca dettagliata, quasi accanita di tutto quel che accadde dentro e attorno a Roma negli anni che portarono alla proclamazione del Regno d'Italia. Ancora una volta, come già in "Storia avventurosa della Rivoluzione romana", Stefano Tomassini incrocia i pensieri e le azioni di Vittorio Emanuele II e Pio IX, Cavour e Napoleone III, Garibaldi e Mazzini, le osservazioni dei forestieri più o meno affezionati, i pregiudizi o le intuizioni dei diplomatici, i vizi e le virtù del clero, gli entusiasmi, le accidie e le ire del popolo.
12,00

Roma, Il Papa, Il Re. L`unita` D`italia E Il

di Tomassini Stefano

editore: Saggiatore

Roma, 11 luglio 1855
19,50

Storia avventurosa della rivoluzione romana. Repubblicani, liberali e papalini nella Roma del '48

di Stefano Tomassini

editore: Il Saggiatore

pagine: 526

Un papa in fuga, un ministro ucciso, una rivoluzione
11,50

Amor di Corsica. Viaggio di terra, di mare e di memoria

di Stefano Tomassini

editore: Feltrinelli

pagine: 145

Era il 1979 quando un giovane deciso a laurearsi sui movimenti autonomistici sbarcò per la prima volta in Corsica. Da allora vi è tornato molte volte, in molti modi, e ogni volta si è sentito a un tempo pago e insoddisfatto, desideroso di vedere ancora, e di capire. E l'amor di Corsica, originato da quest'isola unica, dura, piantata al centro del Mediterraneo in un magico cerchio di acqua, di popoli, lingue e culture, che parte dalla Sicilia e va fino all'arabeggiante Andalusia. L'autore percorre tutta l'isola, anche nei suoi angoli più segreti, e la racconta con le parole dell'innamorato fedele e corrisposto. Durante il viaggio emergono, oltre a quelle forti del presente, figure e immagini antiche: Seneca, Napoleone, i deserti, il vino, le foreste. Così la Corsica si rivela indipendente e orgogliosa, e ancora oggi, nella sua rocciosa immobilità, sembra guardare impassibile i destini incerti degli uomini che la attraversano. "Per me il gusto principale del viaggio non è conoscere cose assolutamente nuove e diverse da quelle che conosco. E passione per le somiglianze più che per le differenze. Può essere un nome, una scritta, un piatto, un intonaco, un panorama, qualsiasi cosa che metta in rapporto due punti diversi, e a me noti, di questa Europa mediterranea di cui, alla fine, la Corsica è al centro. Per chi concepisca il viaggio a questo modo, la Corsica non può essere meta di un viaggio solo.
7,00

Storia avventurosa della rivoluzione romana. Repubblicani, liberali e papalini nella Roma del '48

di Stefano Tomassini

editore: Il Saggiatore

pagine: 525

Un papa in fuga, un ministro ucciso, una rivoluzione. Dopo secoli di anonimato, tra il 1846, anno dell'elezione di Pio IX, e l'estate del 1849, quando le truppe francesi vinsero la resistenza dei volontari repubblicani, Roma tornò a essere il gran teatro del mondo. Un palcoscenico su cui recitavano, oltre al papa, eroi risorgimentali come Mameli, Mazzini e Garibaldi, oltre a una nutrita schiera di comprimari, tra cui Farini, Bixio e Rosmini. Nei pochi mesi di vita della Repubblica, Roma conobbe un periodo di disciplinato fermento tra i rocamboleschi anni precedenti e la confusione che contribuì alla sua caduta. Rimasta senza papa - una realtà quasi impensabile gettò per la prima volta le basi di istituzioni laiche, emancipate dal potere temporale della Chiesa. L'autore interroga i documenti per ricostruire l'ascesa e il declino del sogno repubblicano, scavando negli stati d'animo dei protagonisti, nei loro dilemmi, nelle loro scelte e nella quotidianità di un popolo reattivo alle tensioni del proprio tempo.
20,00

Istria dei miracoli. Viaggi in una terra di mezzo

di Stefano Tomassini

editore: Il Saggiatore

pagine: 191

In Istria per curiosità, per dare spiegazione, origine, volto ad un aggettivo, "istriano", che, negli anni cinquanta, quando l'autore era bambino, "veniva pronunciato a mezza voce, con l'aria di chi evoca una sciagura, un lutto, una malattia, una condizione, insomma, sulla quale non c'era tanto da parlare, perché appena detta era già chiara a tutti la sua gravità". Il racconto di Stefano Tomassini si svolge fra un documentario del 2001 ed uno speciale del 2005, fra viaggi da turista e ricerche da bibliotecario: tutto per soddisfare quella curiosità infantile. Così l'autore visita luoghi e incontra persone, si appassiona alle storie che gli vengono raccontate e un po' anche a quelle che vengono taciute.
14,50

Amor di Corsica. Viaggi di terra, di mare e di memoria

di Stefano Tomassini

editore: Feltrinelli

pagine: 152

Un viaggio personale che dura da venti anni, alla ricerca delle somiglianze fra la Corsica e le altre coste del Golfo del Mediterraneo. Napoleone e i golfi incantati, Seneca e i deserti, il vino e le foreste, la lingua corsa e le impennate di irredentismo sono alcune delle ragioni di interesse per l'isola. Il fascino di questa terra sta nell'essere luogo di passaggio e sosta nella navigazione, al centro dell'Europa mediterranea. L'autore cammina sulle sue spiagge e fra le usanze del suo popolo, scoprendo che l'isola riflette come uno specchio le diverse anime del Golfo del mediterraneo, un magico cerchio di acqua e genti che parte dalla Sicilia fino all'arabeggiante Andalusia.
10,33

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.