Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Tony Judt

Quando i fatti (ci) cambiano. Saggi 1995-2010

di Tony Judt

editore: Laterza

pagine: 412

«Quando i fatti cambiano, io cambio opinione
28,00

Postwar. Europa 1945-2005

di Tony Judt

editore: Laterza

pagine: 1085

Nel 1945 l'Europa è in ginocchio
28,00

Novecento. Il secolo degli intellettuali e della politica

editore: Laterza

Questo libro parla del ventesimo secolo che "comincia con una guerra mondiale catastrofica e finisce con il crollo della maggi
12,00

Thinking The Twentieth Century

di Judt tony

editore: William heinemann (random uk)

34,80

Guasto è il mondo

di Judt Tony

editore: Laterza

pagine: IX-176

C'è qualcosa di profondamente sbagliato nel nostro modo di vivere, oggi
10,50

Novecento

Il secolo degli intellettuali e della politica

editore: Laterza

pagine: 414

Questo libro parla del ventesimo secolo che "comincia con una guerra mondiale catastrofica e finisce con il crollo della maggi
19,00

L'età dell'oblio. Sulle rimozioni del '900

di Tony Judt

editore: Laterza

pagine: 485

In un flusso narrativo ininterrotto, Tony Judt fa il punto su quanto è accaduto in Europa dal 1945 a oggi: "Con troppa sicurezza e poca riflessione, ci siamo lasciati alle spalle il ventesimo secolo. Ci siamo affrettati a liberarci del suo bagaglio economico, intellettuale e istituzionale. Non abbiamo fatto in tempo a lasciarcelo alle spalle, che i suoi dissidi e i suoi dogmi, i suoi ideali e le sue paure stanno già scivolando nelle tenebre dell'oblio. Non solo non siamo riusciti a imparare granché dal passato ma ci siamo convinti - nelle previsioni economiche, nelle questioni politiche, nelle strategie internazionali, persino nelle priorità educative - che il passato non ha nulla di interessante da insegnarci. Sulla base del principio che quello era allora e questo è adesso, tutto quanto avevamo imparato dal passato non andava ripetuto. Il nostro, insistiamo, è un mondo nuovo; i rischi e le opportunità che ci offre non hanno precedenti." Eppure se vogliamo comprendere il mondo nel quale viviamo dobbiamo conoscere quello dal quale siamo appena usciti. "Il passato recente potrebbe accompagnarci ancora per qualche anno. Questo libro è un tentativo di renderlo più comprensibile." Dall'Olocausto alla spinosa questione del "male" nella comprensione del passato europeo, dall'ascesa e declino del ruolo dello Stato a quello degli intellettuali del Novecento, Tony Judt stila un compendio delle cieche illusioni dei nostri anni.
13,00

Lo chalet della memoria

Tessere di un Novecento privato

di Judt Tony

editore: Laterza

pagine: 220

Tutti questi scritti si basano quasi esclusivamente sulle visite notturne al mio chalet della memoria e sul lavoro di recupero
16,00

Guasto è il mondo

di Judt Tony

editore: Laterza

I ricchi, come i poveri, ci sono sempre stati
16,00

L'età dell'oblio

Sulle rimozioni del '900

di Judt Tony

editore: Laterza

pagine: 484

In un flusso narrativo ininterrotto, Tony Judt fa il punto su quanto è accaduto in Europa dal 1945 a oggi: "Con troppa sicurez
20,00

Dopoguerra. Come è cambiata l'Europa dal 1945 a oggi

di Tony Judt

editore: Mondadori

pagine: 1085

Nel 1945 l'Europa, in ginocchio dopo la fine del secondo conflitto mondiale, era profondamente divisa e sembrava incapace di decidere del proprio destino, mentre la guerra fredda e la divisione in blocchi erano alle porte. A poco più di sessant'anni di distanza, le "due Europe" sono soltanto un ricordo: dopo la dissoluzione dell'URSS, la maggioranza dei paesi dell'Est si è "occidentalizzata", tanto da essere ammessa nell'Unione europea. Tony Judt narra, in un continuo confronto tra Est e Ovest, la storia di questa transizione. Dalla rivolta ungherese alla primavera di Praga, fino alla caduta del Muro di Berlino, al crollo dell'URSS e al divampare dell'odio etnico nell'ex Iugoslavia. Dal Piano Marshall alle dittature fasciste di Franco e Salazar; la decolonizzazione e l'immigrazione, il '68 parigino e il terrorismo in Italia e Germania, il pontificato di Karol Wojtyla e le mosse iniziali del nuovo papa Benedetto XVI, ma soprattutto, il lento e tortuoso cammino seguito dall'Europa per affermare la propria unità, dapprima economica e poi politica. Il racconto di Judt si sofferma su rilevanti fenomeni culturali e di costume: gli effetti del boom economico, il movimento femminista, il cinema italiano e francese, i Beatles e le mode giovanili. Nel ricomporre in un mosaico le idee, i progetti e le speranze che hanno animato l'Europa postbellica, ora Europa unita, il volume cerca di dare un senso alla storia recente del Vecchio Continente e a delineare i tratti salienti della sua futura identità.
32,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.