Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

San paolo edizioni: Biografie. Memorie

Benedetto XVI

Sui sentieri del concilio

 

editore: San paolo edizioni

pagine: 152

In occasione dell'anniversario del primo anno di Pontificato di Benedetto XVI Famiglia Cristiana, attingendo a piene mani dal
8,50

Giovanni XXIII. Immagini della mia vita

di Giovanni XXIII

editore: San paolo edizioni

pagine: 128

Una ricchissima sequenza fotografica, per la maggior parte inedita, di Papa Giovanni, commentata in modo originale dalle parole stesse del papa. Utilizzando il materiale fotografico completo (115 foto in B/N e COL) su Giovanni XXIII e i testi con i quali egli stesso ha commentato gli eventi straordinari della sua vita, dall'adolescenza fino a pochi giorni dalla morte, il curatore ha realizzato una splendida Autobiografia in immagini che completa e arricchisce il corpus delle numerose pubblicazioni su Giovanni XXIII.
19,63
10,00

Karol è vivo. Le foto più belle di Giovanni Paolo II

editore: San paolo edizioni

pagine: 152

In occasione del primo anniversario della morte di Giovanni Paolo II, un libro fotografico che ripercorre, in 100 immagini del fotografo Giancarlo Giuliani, la vicenda straordinaria del grande papa polacco, dalla elezione all'attentato, dagli incontri di Assisi al grande giubileo, fino ai giorni dell'agonia e della morte che hanno scosso il mondo intero. Le foto sono accompagnate dai testi di alcuni autori e giornalisti ripresi dalle cronache del tempo.
8,50

Dario Spallone. Un comunista anomalo

di Angelo Montonati

editore: San paolo edizioni

pagine: 152

Un giovane della buona borghesia abruzzese, diventato comunista in seguito all'emanazione delle leggi razziali nel 1938 ad opera del governo fascista, partecipa attivamente alla Resistenza e dopo la guerra si laurea in medicina, dedicandosi alla sua professione con impegno totale, servendo l'uomo sofferente senza distinzioni di condizione sociale, di pensiero o di appartenenza politica: così Mario Spallone finisce per avere, tra i suoi pazienti, importanti personalità della diplomazia di oltre cortina, del Partito comunista italiano, accanto a un Governatore della Banca d'Italia (Guido Carli), a ministri democristiani (Carlo Donat-Cattin), ai Gesuiti de "La Civiltà Cattolica" e della Radio Vaticana (non senza curiose "coincidenze" nei momenti cruciali della guerra fredda), e addirittura al "Governatore" dello Stato della Città del Vaticano, il cardinale Canali. Un comunista anomalo, dunque, diventato un ricco imprenditore e protagonista recente di una "joint venture" che ha portato alla realizzazione di un'imponente struttura sanitaria privata a Mosca, ma con l'occhio a quel bene comune che egli considera sempre e comunque preminente. Angelo Montonati, nato a Varese nel 1931, è giornalista professionista dal 1958. Ha cominciato nel quotidiano locale La Prealpina, passando poi al radiogiornale della Radio Vaticana e quindi, dal 1969 al 1980, a Famiglia Cristiana come "vaticanista" e successivamente come redattore capo del mensile Jesus.
12,50

La mia religione è l'amore

di Guy Gilbert

editore: San paolo edizioni

pagine: 160

"Quante volte, a chi mi chiede a quale religione appartengo, ho risposto: "La mia religione è l'Amore!". Analizzando con coraggio e con lucidità i grandi problemi della società contemporanea - il terrorismo su scala mondiale, il dialogo tra le religioni, la violenza giovanile, la sessualità, le domande che si pone la Chiesa e altri - Guy Gilbert, nella sua qualità di uomo "investito" di un sacerdozio autentico e aperto a tutto il mondo, affida si lettori una parola profonda e vivificante.
13,00

Il grido dei giovani. Nessuno è perduto nessuno è irrecuperabile

di Guy Gilbert

editore: San paolo edizioni

pagine: 256

Cosa pensi dell'aborto? Cos'è la sessualità, per te che sei prete? Il divorzio? La violenza? Il suicidio? La droga? Hai mai fumato uno spinello?...Queste sono le domande che da sempre i giovani rivolgono a Guy Gilbert, prete educatore delle desolanti periferie di Parigi. Dopo molti anni Gilbert ha deciso di mettere per iscritto le domande e le risposte, realizzando un libro che ha riscosso in Francia un enorme successo. La certezza è che sempre è possibile parlare e stare con i giovani, in qualunque condizione. Nessuno è irrecuperabile.
18,00

Il pesce ripescato dal fango. Conversazioni con Michele Zanzucchi

di Emmanuel Milingo

editore: San paolo edizioni

pagine: 128

Il noto guaritore ed esorcista, uno dei personaggi più discussi della gerarchia cattolica, confessa per la prima volta tutta la sua storia passata, e si sofferma con riconquistata serenità sulle vicende che, dallo scorso anno, ancora lo trovano al centro di un caso clamoroso senza precedenti nella storia della Chiesa. Un caso oggetto di ripetute speculazioni, ipotesi, notizie infondate. Nel volume, mons. Milingo non si è sottratto a quasi un centinaio di domande postegli direttamente a microfono acceso. In particolare, le risposte di mons. Milingo, dettate dal bisogno di fare emergere la propria verità, consentono di ricostruire nei dettagli, con rivelazioni e nuovi documenti, tutti gli eventi cruciali posti sotto il riflettore dei media durante l'estate del 2001, ma anche quelli che li hanno preceduti e causati, e, soprattutto, quelli seguiti sino ad oggi. Dalla sua frequentazione negli Stati Uniti con seguaci della Chiesa dell'unificazione del Rev. Moon allo scandalo dell'unione con la dottoressa coreana Maria Blood Ryen Soon, dalla decisione di ritornare nella comunione della Chiesa sino all'imminente rientro in Italia. Il racconto svela i retroscena degli incontri con papa Giovanni Paolo II, il suo segretario mons. Stanislaw Dziwisz, mons. Tarcisio Bertone che su incarico del pontefice, ha gestito la complessa vicenda, ma soprattutto documenta la grande sofferenza provocata e al contempo vissuta da mons. Milingo.
9,00

Il venerabile Francesco Paleari. Amico dei poveri, educatore di anime sacerdotali

di Luigi Crivelli

editore: San paolo edizioni

pagine: 162

La biografia del venerabile Francesco Paleari (1863-1939). Torinese di adozione, approdò giovanissimo alla Piccola Casa della Divina Provvidenza, fondata da san Giuseppe Benedetto Cottolengo. Consacrato prete, si mise al servizio degli ospiti di questa cittadella della carità e di innumerevoli altre persone. Si contraddistingue nella storia della Chiesa torinese come una delle figure che si sono maggiormente impegnate per i suoi membri, sacerdoti, anime consacrate e laici, offrendo loro un prolungato e illuminato ministero della confessione, della direzione spirituale e della predicazione. Una figura di santità "feriale", che brilla per la molteplicità dei suoi gesti, per la fedele dedizione e per il costante sorriso che trasmetteva serenità, fiducia e speranza. Luigi Crivelli, sacerdote milanese, è nato nel 1933. Dal 1994 è responsabile dell'Ufficio Beni Culturali della diocesi di Milano. Collabora a varie riviste ed è direttore di Terra ambrosiana, rivista ufficiale della diocesi. È cultore di studi storici della Chiesa ambrosiana. Presso le Edizioni San Paolo ha pubblicato: Simpliciano, vescovo della Chiesa milanese. Una guida dal silenzio (1994[2]); Schuster. Un monaco prestato a Milano (1996); Aurelio Ambrogio. Un magistrato vescovo a Milano (1997)
14,46

Dio, il mio primo amore. «Seminare» Dio nel cuore dei giovani

di Guy Gilbert

editore: San paolo edizioni

pagine: 236

Dio è la passione della mia vita dall'età di tredici anni... Senza il mio primo e unico amore, niente sarebbe stato possibile. La forza di questo amore mi ha permesso, giorno dopo giorno, di offrire a dei giovani quello che io ho attinto nel cuore di Dio. Una notte, a Parigi, c'è stato un incontro che si è rivelato fondamentale nella mia vita. Stavo rientrando dalle mie attività con i giovani quando vedo un ragazzino di dodici anni sul bordo di un marciapiede. Gli domando cosa fa lì alle 2 del mattino. Con tutta la disperazione del mondo sul viso, mi dice solo: Non voglio tornare più a casa, perché lì mangio dopo il cane nella scodella del cane". Accolsi Alain una notte e l'ho tenuto per sette anni. Un giorno mi chiese: "Guy, ti puoi occupare dei miei amici che sono sulla strada?". Ed è così che sono diventato prete di strada, senza cercarlo e senza volerlo. La mia evangelizzazione è tacere e vivere l'amore in silenzio. Finché non avranno scoperto l'amore umano, i giovani della strada non scopriranno l'amore di Cristo, a meno di una grazia particolare. Porto dentro di me questa frase: "Vivere in modo tale che il mio solo modo di vivere faccia pensare che è impossibile che Dio non esista".
14,46

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.