Il tuo browser non supporta JavaScript!

«È fuori di sé». La cristologia «blasfema» dei racconti evangelici

«È fuori di sé». La cristologia «blasfema» dei racconti evangelici
titolo «È fuori di sé». La cristologia «blasfema» dei racconti evangelici
Autore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Religione
Collana Bibbia per te, 1
Editore EMP
Formato Libro
Pagine 136
Pubblicazione 2021
ISBN 9788825050417
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
11,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Le occasioni in cui Gesù è oggetto di affermazioni offensive sono un'opportunità per udire qualcosa di autentico sul suo conto? Rivelano qualche aspetto nuovo del suo ministero? Nei racconti evangelici oltre alle acclamazioni di fede, in cui Gesù riceve dei titoli positivi (maestro, Figlio di Davide, Cristo, Signore, Figlio di Dio), talora vengono curiosamente riportate anche alcune offese esplicite (indemoniato, bestemmiatore, mangione e beone-amico dei pubblicani e dei peccatori, fuori di sé, sobillatore, eretico, falso profeta, trasgressore della Legge, ecc.). Gli evangelisti non hanno avuto remora alcuna nel trascriverle all'interno della narrazione, facendocele sentire in tutta la loro nuda e cruda realtà. Poste sulle labbra degli avversari, queste espressioni graffianti possono contenere, in realtà, alcuni tratti assai originali e significativi di Gesù, anche se formulati, appunto, in modo del tutto negativo: cosa rivelano di Gesù? Scopo della presente "cristologia blasfema" è precisamente quello di restituirne la funzione positiva. Prefazione di Antonio Pitta.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.