Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il bello, il buono e il cattivo. Come la politica ha condizionato l'arte negli ultimi cento anni

Il bello, il buono e il cattivo. Come la politica ha condizionato l'arte negli ultimi cento anni
titolo Il bello, il buono e il cattivo. Come la politica ha condizionato l'arte negli ultimi cento anni
Autore
Collana Saggi
Editore Ponte alle Grazie
Formato Libro
Pagine 417
Pubblicazione 2014
ISBN 9788862209663
 
Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
26,00
In questo tour de force, Demetrio Paparoni, fra i più attenti osservatori dell'arte contemporanea, ricostruisce i profondi e spesso gravi condizionamenti che la politica ha esercitato sulle arti visive dell'ultimo secolo. Critica d'arte, analisi sociale, cronaca e storia vi convivono. Leni Riefenstahl è stata realmente una grande artista? In che modo l'arte di Picasso è stata funzionale ai disegni del partito comunista? Perché la CIA era interessata all'affermarsi dell'espressionismo astratto sulla scena mondiale e di New York come nuova capitale dell'arte? Cosa differenzia la politica culturale di Peggy Guggenheim da quella di François Pinault? Come funziona la censura sull'arte oggi in Cina? Questi sono solo alcuni degli interrogativi ai quali l'autore fornisce risposte.
 

Biografia dell'autore

Demetrio Paparoni

Demetrio Paparoni (Siracusa, 1954), saggista e curatore di mostre d’arte contemporanea, ha fondato nel 1983 la rivista d’arte contemporanea Tema Celeste, che ha diretto fino al 2000. Ha curato numerose monografie di grandi protagonisti della scena artistica internazionale. Tra i suoi libri: L’astrazione ridefinita (Tema Celeste, 1994), Il corpo vedente dell’arte (Castelvecchi, 1997), Il corpo parlante dell’arte (Castelvecchi, 1997), L’arte contemporanea e il suo metodo (Neri Pozza, 2005) ed Eretica (Skira, 2006).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.