Il tuo browser non supporta JavaScript!

Architettura forense. La manipolazione delle immagini nelle guerre contemporanee

Architettura forense. La manipolazione delle immagini nelle guerre contemporanee
titolo Architettura forense. La manipolazione delle immagini nelle guerre contemporanee
Autore
Traduttore
Argomento Letteratura e Arte Arte
Collana Biblioteca/estetica E Culture Visuali
Editore Meltemi
Formato Libro
Pagine 452
Pubblicazione 2022
ISBN 9788855195348
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
25,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Com'è possibile far sparire le tracce della violenza dalla scena del crimine servendosi di un'immagine via satellite? Questa è la denuncia di Eyal Weizman a proposito delle nuove tecnologie digitali. Utilizzata nell'investigazione architettonica forense, la fotografia satellitare risente infatti di un grave limite di risoluzione, la cosiddetta "soglia di percepibilità": la risoluzione massima imposta alle immagini satellitari di dominio pubblico non consentirebbe di distinguere nulla di più piccolo di un singolo pixel. Ne deriva che qualsiasi prova di bombardamento e indizio di antropizzazione entro un'area quadrata di mezzo metro possono essere occultati o addirittura contestati in tribunale. Quello di Weizman è un saggio urticante che indaga e approfondisce come sia cambiato, al passo con le nuove tecnologie, il ruolo del testimone degli eventi più crudi, prospettando nuove modalità in cui la prassi dell'architettura forense può rendere testimonianza attendibile delle violenze di Stato perpetrate nei contesti legali e politici più diversi.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.