Il tuo browser non supporta JavaScript!

A partire da Giambattista Vico. Filosofia, diritto e letteratura nella Napoli del secondo Settecento

A partire da Giambattista Vico. Filosofia, diritto e letteratura nella Napoli del secondo Settecento
titolo A partire da Giambattista Vico. Filosofia, diritto e letteratura nella Napoli del secondo Settecento
autore
collana Storia e letteratura
editore Storia e Letteratura
formato Libro
pagine 368
pubblicazione 2011
ISBN 9788863722550
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
48,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Il volume integra l'analisi dei temi filosofici con la ricostruzione delle questioni giuridico-letterarie al centro delle tensioni tra vichiani e antivichiani. Il richiamo alle tesi filologiche di Vico sull'origine delle XII Tavole alimenta l'interesse per la questione filosofica circa il fondamento della validità del diritto. In queste pagine si offrono anche gli esiti di una circumnavigazione intorno a ciò che, sia pure dentro l'ambiente di Vico e della sua fortuna, non è sempre immediatamente riconducibile a lui. Lo documentano i saggi tra letteratura, filosofia ciclica della storia naturale dell'uomo nella Napoli riformatrice e massonica (Bertòla) e l'anticurialismo prerivoluzionario (Conforti). Più vichianamente orientata è, invece, la non trascurabile attività politico-culturale in Lombardia dei napoletani Francesco Lomonaco e Flaminio Massa, editore del Pagano, impegnati nell'offrire una possibile soluzione della 'crisi' del razionalismo settecentesco con la sintesi tra momento ideale e contrassegno antropologico della funzione conoscitiva, oggetto della moderna science de l'homme della cultura europea del tempo e segnatamente idéologique d'oltralpe.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.