La violenza contro le donne: profili familiari, lavoristici e penali

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
14,00
Il volume affronta il tema della violenza contro le donne secondo la prospettiva del contesto sociale in cui si presenta: la famiglia e il lavoro. Gli autori tracciano una simmetria tra la tendenza delle donne a una completa emancipazione, attraverso la conquista di spazi sociali e professionali sempre maggiori, e la crescita delle manifestazioni di violenza che coinvolgono più del 50 per cento della popolazione femminile. Una volta perpetuata la violenza ha pesanti conseguenze: difficoltà relazionali, peggioramento della percezione di sé, diffidenza verso gli altri e così via. Il legislatore ha rafforzato, negli anni, la normativa di contrasto e tutela, colmando, ad esempio, le lacune sanzionatorie rispetto a nuove forme di violenza come lo "stalking". Su questi temi, al fianco delle istituzioni e delle forze dell'ordine, lavorano i centri antiviolenza. Tale cammino necessita di essere maggiormente condiviso e partecipato attraverso incontri, analisi, scambio di buone prassi e anche seminari come quello di cui si pubblicano gli atti, fortemente voluto dalla consigliera regionale di parità della Calabria in collaborazione con l'Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia-Avvocati di famiglia.