Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Anatomia del populismo economico. La «melonieconomics»: un anno di politiche economiche conservatrici

Anatomia del populismo economico. La «melonieconomics»: un anno di politiche economiche conservatrici
titolo Anatomia del populismo economico. La «melonieconomics»: un anno di politiche economiche conservatrici
Autore
Argomento Diritto, Economia e Politica Economia
Collana Culture
Editore Ombre corte
Formato
libro Libro
Pagine 208
Pubblicazione 2024
ISBN 9788869482809
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
18,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Il populismo economico scaturito dalla Grande recessione del 2008 è un populismo di tipo nuovo, con il quale il ceto politico, a destra ma anche a sinistra, ricerca il consenso elettorale attraverso l'uso spregiudicato del debito pubblico non per potenziare le garanzie dello Stato sociale, ma per ridurle secondo una visione propria dell'ideologia liberista che si è convertita alla dottrina della spesa in deficit. Un populismo conservatore, individualista e corporativo, contro lo Stato sociale e a sostegno dell'ideologia del mercato, le cui distruttive conseguenze economiche e sociali si stanno ampiamente manifestando anche nel nostro Paese, dove le scelte in materia economica del governo in carica ne rappresentano in maniera esemplare anche tutte le contraddizioni, i limiti, oltre che i pericoli. Il testo, che raccoglie alcuni degli interventi pubblicati nel corso di un anno e più su un blog di un quotidiano nazionale, offre una dettagliata anatomia della politica economica del governo Meloni, analizzando tutti i temi e le scelte che ne caratterizzano profondamente il profilo conservatore e autoritario - dal superbonus fiscale alla flat tax, dal reddito di cittadinanza al salario minimo, dall'inflazione bellica e ad altri ancora. Il quadro che ne emerge è quello di un completo distacco tra la narrazione populista e la realtà economica, tra le politiche corporative e clientelari e l'ambizione di tutelare gli interessi generali, tra il ceto politico dominante e la società. Nell'articolata e minuziosa analisi proposta dall'autore, non mancano anche, se pure abbozzate, alcune proposte che potrebbero costituire un primo embrione per un programma genuinamente alternativo e popolare.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.