Il tuo browser non supporta JavaScript!

I rag@zzi del web

I rag@zzi del web
titolo I rag@zzi del web
sottotitolo I preadolescenti e internet: una ricerca
autore
collana Università/Pedagogia e scienze dell'educazione/Ricerche
editore Vita e pensiero
formato Libro
pagine 208
pubblicazione 2002
ISBN 9788834309278
 

Scegli la libreria

15,50
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Cosa fanno i ragazzi in Internet? Che idea hanno della rete? Quale spazio si ritaglia la navigazione tra le loro attività quotidiane? Potenzia le loro capacità di apprendere o li distrae dalle cose che veramente sono importanti per il loro futuro? Rischio o risorsa, insomma? Sono queste le domande che dai discorsi di tutti i giorni rimbalzano continuamente sulle colonne della carta stampata e anche della pubblicistica specializzata riguardo a un fenomeno, Internet, che si è imposto negli ultimi anni con pari rapidità e capillarità di diffusione. Le risposte, come spesso capita di fronte al ‘nuovo’, oscillano tra la preoccupazione e l’entusiasmo. Sono risposte per lo più al tempo futuro: Internet migliorerà la nostra vita, ci renderà schiavi, ci offrirà nuove impensate possibilità di conoscenza. La ricerca che in questo libro viene presentata (campione italiano di un più vasto progetto, primo nel suo genere, che ha coinvolto équipes di sette paesi) intende operare, rispetto a questo scenario, una conversione al presente per promuovere un’analisi del fenomeno ‘ragazzi in Internet’ che abbandoni i toni della profezia per confrontarsi con le pratiche d’uso reali. I risultati ci consegnano un profilo di ragazzo molto consapevole dei propri consumi (non abusa di Internet, continua a giocare con gli amici e a uscire all’aria aperta), ancora saldamente agganciato alla cultura del libro e della televisione, navigatore non per evasione o per caso ma per rispondere a bisogni concreti. La lettura che di questi dati si cerca di fare è decisamente educativa e ripropone alcuni punti fermi della Media Education: l’educazione alla/della responsabilità, lo sviluppo della metariflessione, l’educazione al senso critico, la centralità dei bisogni e dei contesti nel consumo. L’educazione a Internet inizia dall’osservazione delle pratiche di navigazione dei propri figli e dei propri allievi, dalla lettura dei loro bisogni, dallo studio dei loro contesti di vita.
 

Biografia dell'autore

Pier Cesare Rivoltella (Treviglio, 1964) è professore associato di Metodi e tecniche dell’interazione educativa presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica di Milano. Interessato nella sua ricerca ai temi della Media Education e della Education Technology, collabora con il Cep@d (Centro di ateneo per l’Educazione Permanente e a Distanza) nella progettazione della formazione a distanza e della didattica on line. Tra i suoi ultimi lavori: "La scuola in rete" (Santhià 1999); "Teoria della comunicazione" (Brescia 2001, seconda edizione); "Media Education. Modelli, esperienze, profilo disciplinare" (Roma 2001).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.