Il tuo browser non supporta JavaScript!

Silvana: Fotografia

L'altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2015

editore: Silvana

pagine: 208

La Collezione Donata Pizzi, costituita allo scopo di favorire la conoscenza delle più significative interpreti del panorama fotografico italiano, è composta dalle opere di oltre cinquanta autrici appartenenti a generazioni diverse, attive dalla metà degli anni sessanta. L'ingresso massiccio di fotografe, fotoreporter e artiste nel circuito culturale - fino ad allora ambiti appannaggio quasi esclusivo degli uomini - è favorito infatti dai repentini cambiamenti sociali e dalle lotte femministe in atto in quel periodo. I temi salienti che emergono da questi lavori sono la centralità del corpo e delle sue trasformazioni, la necessità di dare voce a istanze personali e al vissuto quotidiano e familiare, il rapporto tra memoria privata e memoria collettiva: argomenti fondamentali che legano tra loro queste immagini, dalle foto di reportage a quelle più sperimentali.
28,00

Giovanni Gastel

editore: Silvana

45,00

Bianco e nero

editore: Silvana

pagine: 120

Bianco e Nero si rinnova. Il famoso periodico di cinema, fondato nel 1937 per impulso del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, viene pubblicato da Silvana Editoriale. Il numero 584, dal taglio monografico, accoglie una serie di interventi che riflettono sul tema del montaggio digitale, innovazione che, con tempi e modalità diverse, ha marcato una netta soluzione di continuità nella storia del montaggio cinematografico. Gli autori di questo numero indagano sull'impatto che ha avuto l'aggiornamento tecnologico della postproduzione in un comparto tutt'altro che opulento, su come sia cambiato il tradizionale mestiere del montatore italiano dal punto di vista tecnico ed artistico, su quali siano i film, i generi, gli autori che più si sono avvantaggiati delle nuove tecnologie, offrendo termini di confronto con casi extracinematografici.
22,00

Ieri, oggi Milano 2015. Capolavori del Museo di Fotografia Contemporanea. Catalogo della mostra (Milano, 19 giugno-30 agosto 2015). Ediz. italiana e inglese

editore: Silvana

pagine: 144

Il volume racconta la trasformazione che ha coinvolto la città di Milano dal secondo dopoguerra ai giorni nostri, attraverso centosettanta fotografie tratte dalle collezioni del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo. Gli autori selezionati - sia maestri affermati, sia artisti più giovani - offrono una riflessione sui grandi mutamenti che hanno cambiato il volto della città, dal punto di vista urbanistico (dalle macerie e le baracche del dopoguerra alle periferie in crescita, le fabbriche, i grandi cantieri contemporanei), socio-economico (la Milano operaia, i giovani, la borghesia), e infine culturale (i personaggi del mondo dell'arte, del design, dell'architettura, del cinema). Un racconto per immagini, in cui spicca la varietà dei fondi indagati, il numero e l'importanza degli autori, nonché la diversità degli approcci e degli stili, che vanno dal reportage classico alla fotografia di architettura e paesaggio, al ritratto ambientato e di studio.
24,00

Fotografia europea. Effetto terra-European photography. Earth effect

editore: Silvana

pagine: 240

"Fotografia europea" festeggia quest'anno i suoi primi 10 anni, con un'edizione che si lega idealmente a Expo 2015 grazie al tema proposto, ovvero una riflessione sul rapporto uomo-natura intitolata "Effetto terra". Il volume esplora così le tematiche connesse al legame fra il pianeta e la fotografia, a cominciare dalla sua rappresentazione: nuovi luoghi, nuovi modi di rappresentare, nuovi immaginari e nuove manipolazioni dell'immagine aprono infatti a prospettive inedite, e impensabili fino a pochi anni fa. Ma la fotografia non si limita a rappresentare, a produrre immagini, bensì spesso sente di dover invitare all'azione, per innescare un cambiamento: è questo alla base dell'arte pubblica, che dell'immagine fa un uso attivo, performativo, che molto ha a che fare con le nuove tecnologie. La dialettica uomo-natura porta anche ad altre considerazioni: esiste infatti sia una natura che precede l'uomo - magari potente e sublime, ma anche vergine e calma - sia un uomo senza natura, grazie a tecnologie tanto avanzate da essere estranee alle immagini della natura. L'edizione 2015 di "Fotografia europea", documentata nelle pagine di questo volume, offre dunque un contributo su questi temi di riflessione.
28,00

Cinema neorealista. Lo splendore del vero nell'Italia del dopoguerra. Catalogo della mostra (Torino, 4 giugno-29 novembre 2015). Ediz. italiana e inglese

editore: Silvana

pagine: 192

A settant'anni dalla folgorante apparizione di "Roma città aperta" di Roberto Rossellini, il Neorealismo continua a essere la stagione più conosciuta, amata e influente della storia del cinema italiano. Attraverso fotogrammi e sequenze di film, documenti, manifesti, materiali pubblicitari, testi e sceneggiature originali, frammenti d'interviste, note di produzione, lettere e dichiarazioni, il volume propone un'originale rilettura di quell'esperienza, che non fu un movimento organico, bensì una scuola nel senso più puro del termine, ovvero un "luogo" di apprendistato per generazioni di autori che arricchirono poi il modello in un registro di sfumature. Il volume ne ripercorre le tappe più significative: dall'influenza di alcune esperienze anticipatrici degli anni Trenta e dei primi anni Quaranta (il Renoir di Toni, i film di De Robertis), alle figure centrali del Neorealismo (Rossellini, De Sica, Visconti, Lattuada, De Santis, Lizzani), ai principali collaboratori (sceneggiatori come Suso Cecchi D'Amico, Sergio Amidei e Cesare Zavattini, direttori della fotografia come Aldo Tonti e G. R. Aldo), per giungere sino all'eredità neorealista rintracciabile in numerosi autori del cinema contemporaneo.
34,00

Wim Wenders. America. Ediz. italiana e inglese

editore: Silvana

pagine: 112

Il catalogo presenta una raccolta di fotografie realizzate da Wim Wenders (Düsseldorf, 1945) tra la fine degli anni Settanta e il 2003 negli Stati Uniti occidentali: dal Montana al New Mexico, dalla California e dal Texas agli interni del Colorado, dell'Arizona e di Los Angeles. Il paesaggio ritratto dall'artista - esponente di primo piano del Nuovo Cinema Tedesco - impressiona e spinge alla contemplazione della sua vastità e dei suoi dettagli: orizzonti lontani, lande deserte, strade lunghissime, che richiamano alcune sue celebri sequenze cinematografiche, ma anche architetture dove l'essere umano, pur non comparendo, non è assente, perché si manifesta in tracce, edifici, oggetti che lasciano intuire il suo passaggio. Lo sguardo acuto e profondo dell'autore, teso alla contemplazione dell'immensità della natura e alla potenza della luce, si traduce in molte sequenze in un omaggio a Edward Hopper, suo dichiarato punto di riferimento. Il volume accoglie un testo critico di Anna Bernardini e un'intervista a Wim Wenders raccolta da Francesco Zanot, e apparati biografici.
20,00

Luca Campigotto. Teatri di guerra. Ediz. italiana e inglese

editore: Silvana

pagine: 152

Luca Campigotto presenta in questo volume l'esito della personale ricerca condotta sui luoghi che sono stati teatro di battaglia durante la Prima Guerra Mondiale, di cui ricorre quest'anno il centenario. Sulle vette del Pasubio, dell'Ortigara, del Grappa e del Carso, in luoghi apparentemente inaccessibili, moltitudini di soldati hanno scavato negli anni del conflitto chilometri di grotte e gallerie, hanno costruito labirinti di trincee, hanno issato infiniti reticolati di filo spinato. Luca Campigotto ha ritrovato non solo quelle tracce fisiche, che in cento anni la natura non è riuscita a cancellare del tutto, ma anche l'emozione che scaturisce da quelle tracce dolorosamente umane, che parlano di sofferenza e che reclamano attenzione: nel maestoso silenzio delle montagne, le fotografie di Campigotto ci ricordano lo strazio delle schegge, delle granate, di ripari mai troppo sicuri, di una lotta per la sopravvivenza che non ha conosciuto riposo. Immagini di una guerra che non è dimenticata e che non è da dimenticare e che, dopo un secolo, merita ancora la nostra riflessione.
38,00

Herbert List. Catalogo della mostra (Reggio Emilia, 2 maggio-15 giugno 2014). Ediz. italiana, inglese e francese

editore: Silvana

pagine: 144

Il volume è dedicato al fotografo tedesco Herbert List (Amburgo, 1903 Monaco, 1975), la cui produzione è considerata uno dei capisaldi dell'arte fotografica del XX secolo. Entrato nell'Agenzia Magnum Photos negli anni cinquanta, su sollecitazione dell'amico Robert Capa, List ha saputo combinare la passione per gli studi classici a una sensibilità lirica, unita soprattutto nella sua prima produzione - a un'estetica quasi surrealista, riuscendo ad afferrare la magia di certi momenti in istanti perfetti.
28,00

Fotografia europea 2014. Vedere. Uno sguardo infinito. Ediz. italiana e inglese

editore: Silvana

pagine: 240

Il volume documenta la rassegna Fotografia Europea 014, una manifestazione, giunta alla sua nona edizione, dedicata alla fotografia europea. Il tema su cui sono chiamati a riflettere quest'anno gli autori è Vedere. Uno sguardo infinito, che prende le mosse dall'insegnamento lasciato dal grande fotografo Luigi Ghirri, del suo "pensare per immagini", cui è dedicato un capitolo nel volume. Secondo questa lettura, le immagini non si limitano a provocare pensieri, ma li evidenziano nella loro autonomia; le fotografie svelano cose mai viste, o le fanno vedere diversamente, mostrando ciò che gli altri di solito non notano o in un modo che abitualmente non immaginano, ma soprattutto invitano a "guardare". Scandito nei capitoli Sfogliare, Collezionare, Trasfigurare, Narrare e Ritrovare, il volume offre ai lettori la possibilità di approfondire vari temi, attraverso le immagini dei fotografi Simone Bergantini, Adam Broomberg & Oliver Chanarin, Silvia Camporesi, Andrea Ferrari, Luigi Ghirri, Herbert List, Sarah Moon, Claudio Parmiggiani, Massimiliano Tommaso Rezza, Paolo Simonazzi. È inoltre presentata una rassegna storica dalla Fotografis Bank Austria - Unicredit Art Collection, un'ampia selezione dalla collezione di "Fotografia Europea", oltre 250 cartoline fotografiche proto-surrealiste del primo Novecento e un'ampia mostra di libri d'artista di ottanta fotografi da tutta Europa. Completano il volume apparati biografici.
28,00

Pianeta Terra. I mille volti della natura. Ediz. italiana, inglese e francese

di C. Stoppato Marco

editore: Silvana

pagine: 128

Il volume raccoglie oltre cento immagini scattate dal vulcanologo e fotogiornalista Marco C. Stoppato, che gettano uno sguardo insolito sulle caratteristiche geologiche del pianeta Terra: deserti, vulcani, ghiacciai, montagne, coste a picco sul mare, archi naturali, pinnacoli in precario equilibrio, rocce stratificate, grotte. Dai paesaggi estremi ai luoghi più comuni, la Terra offre una varietà di forme quasi infinita, in continua e perenne evoluzione, destinate col tempo a scomparire, trasformandosi in altre e rinnovandosi ciclicamente. Le immagini, di grande suggestione, mostrano così morfologie, colori e forme, frutto di milioni di anni di evoluzione: paesaggi incredibili che sembrano opere d'arte, esito di millenari fenomeni geologici, ma frutto anche della casualità e dell'estro di Madre Natura. Introdotto da un testo dell'autore, il volume documenta l'evoluzione naturale del nostro pianeta, in contrapposizione alle trasformazioni che molti luoghi hanno subito artificialmente per l'intervento dell'uomo.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento