Il tuo browser non supporta JavaScript!

Viella: I LIBRI DI VIELLA. ARTE

La memoria post mortem dall'antichità al Medioevo

editore: Viella

pagine: 236

Con l'espressione «memoria post mortem» si intende alludere a una serie di processi, letterariamente, storiograficamente e art
36,00

Gli artisti spagnoli a Roma tra Sette e Ottocento. Preistoria di un'accademia

di Carolina Brook

editore: Viella

pagine: 256

Sulla fondazione dell'Accademia di Spagna a Roma sono stati condotti negli anni diversi studi, volti a documentarne l'avvio ne
38,00

Rubens e la cultura italiana. 1600-1608

editore: Viella

pagine: 356

L'attenzione per la cultura italiana costituì per Rubens un costante riferimento durante tutta la vita e, in particolare, gli
38,00

Animali figurati. Teoria e rappresentazione del mondo animale dal Medioevo all'Età moderna

editore: Viella

pagine: 332

Il mondo animale, reale e fantastico, ricopre da sempre un ruolo fondamentale nel percorso di (auto)conoscenza e (auto)rappres
44,00

Lo specchio della famiglia. Cultura figurativa e letteraria al castello della Manta

di Lea Debernardi

editore: Viella

pagine: 257

Celebre per gli affreschi tardogotici della sua sala di rappresentanza, il castello della Manta (bene FAI - Fondo Ambiente Ita
45,00

Reliquie in processione nell'Europa medievale

editore: Viella

pagine: 194

Le processioni medievali di reliquie si pongono come uno degli atti performativi per eccellenza del sacro
35,00

Immagini medievali di culto dopo il Medioevo

editore: Viella

pagine: 200

In che modo l'età moderna e contemporanea hanno guardato alle immagini medievali di culto? Come le hanno percepite? Sotto qual
35,00

Pregare in casa. Oggetti e documenti della pratica religiosa tra Medioevo e Rinascimento

editore: Viella

pagine: 330

Nel corso degli ultimi decenni numerosi studi sono stati dedicati alla devozione domestica, intesa come insieme di pratiche, o
50,00

The fifth century in Rome. Art, liturgy, patronage

editore: Viella

pagine: 312

The objective of this book is to draw attention to fifth-century Rome - to those hundred years which even today need to be loo
48,00

Milano allo specchio. Da Costantino al Barbarossa, l'autopercezione di una capitale

editore: Viella

pagine: 174

L'autoreferenzialità quale prisma attraverso cui leggere la Milano tardoantica e medievale è il filo rosso sotteso ai sette saggi che compongono questo libro. Capitale dell'impero segnata dall'episcopato di Ambrogio, metropoli ecclesiastica di prim'ordine e potente Comune, la Milano medievale ha uno sviluppo eccezionale sulla lunga durata. Solo sporadicamente, però, tale stratificazione - storica, culturale e materiale - è stata indagata in una prospettiva di autoreferenzialità, centrale invece per la mentalità medievale e soprattutto per una città come Milano, dove la tradizione diviene garante del ruolo chiave che il capoluogo lombardo intende assumere nel Medioevo. Il patrimonio immateriale e materiale della città è indagato da un punto di vista pluridisciplinare. L'analisi di storici, archeologi, storici dell'arte e filologi permette d'individuare i punti nodali di questo meccanismo, fornendo una visione a tutto tondo per molti aspetti innovativa, al fine di meglio comprendere in che modo Milano si relazioni al proprio passato e come questo passato costituisca una continuità attraverso la quale plasmare un'immagine di sé, diventando un aggregatore identitario fondamentale.
32,00

Musivaria. Mosaico e opus sectile in età antica: storia, tecniche, conservazione

di Licia Vlad Borrelli

editore: Viella

pagine: 200

La decorazione degli interni (pavimenti, pareti, soffitti) è un coefficiente fondamentale dell'architettura antica. Ai più antichi pavimenti dipinti seguirono, a partire dall'età ellenistica, quelli in mosaico e, dopo il I secolo, il mosaico si estese anche sulle pareti e sulle volte. Si deve alle peculiari qualità di resistenza dei materiali di cui è composto (pietra, marmo, paste vitree) se il patrimonio musivo rappresenta uno dei più ricchi lasciti della cultura artistica dell'antichità. Questo libro si sofferma, in particolare, sulla storia e sugli aspetti tecnici e morfologici del mosaico, con riferimenti alle definizioni, spesso ambigue, delle fonti e alle classificazioni più recenti. Un rapido excursus ne illustra, con alcuni fra gli esempi più significativi, i vari indirizzi stilistici e la diffusione in tutto il mondo antico, affidata a una continua circolazione di informazioni, di modelli, di artisti e di artigiani itineranti.
22,00

La committenza artistica dei papi a Roma nel Medioevo

editore: Viella

pagine: 566

Il volume offre un quadro della committenza artistica a Roma nel corso di tutto il Medioevo attraverso uno studio dettagliato sulle figure dei singoli pontefici che ne furono i principali promotori. I fatti artistici, analizzati dal punto di vista della committenza papale, non solo consentono di capire il significato primario connesso alla loro funzione, ma ricreano anche un'immagine speculare del contesto culturale di appartenenza. L'ambito cronologico, circoscritto fra il pontificato di Silvestro I (314-335) e quello di Martino V (1417-1431), lascia intravedere nel comportamento di molti pontefici la persistenza di una mentalità che, da un atteggiamento iniziale di semplice patronato e protezionismo, si tramuta nel tardo Medioevo in vero e proprio mecenatismo. I saggi raccolti, ricchi di spunti e suggestioni, pongono sotto la giusta luce aspetti meno noti di una città come Roma, quale centro ideale della cristianità e termine imprescindibile di riferimento per le sue valenze storico-artistiche.
70,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.