Il tuo browser non supporta JavaScript!

Vita e pensiero: Università/Ricerche/Storia

Economia umana. La lezione e la profezia di Giuseppe Toniolo: una rilettura sistematica

di Domenico Sorrentino

editore: Vita e pensiero

pagine: 368

Giuseppe Toniolo (1845-1918) è spesso citato ma poco conosciuto
22,00

Diodoro Siculo. Biblioteca storica. Libri XIX-XX. La Grecia e l'Oriente

di Franca Landucci

editore: Vita e pensiero

pagine: 400

I libri XIX-XX della Biblioteca di Diodoro analizzano le vicende che tra il 317 e il 302 a
30,00

Economia e società per il bene comune. La lezione di Giuseppe Toniolo (1918-2018)

editore: Vita e pensiero

pagine: 250

L'interesse per la figura di Giuseppe Toniolo (1845-1918) - economista, sociologo e protagonista del movimento cattolico nazio
20,00

Ai piedi dell'apostolo. Sede apostolica e spazio tirrenico (secoli XI-XII)

di Corrado Zedda

editore: Vita e pensiero

pagine: 368

Il libro indaga il processo di creazione e la successiva gestione da parte della sede apostolica di uno spazio imperniato sull
34,00

I percorsi del moderno. Società, istituzioni, cattolicesimo in Europa tra età moderna ed età contemporanea. Raccolta di scritti

di Mario Taccolini

editore: Vita e pensiero

pagine: 376

Questo volume intende onorare Mario Taccolini nella circostanza del suo settantesimo compleanno
35,00

Il welfare aziendale nel secondo dopoguerra. La Dalmine SPA (1945-1970)

di Nicola Martinelli

editore: Vita e pensiero

pagine: 320

La Dalmine, impresa siderurgica bergamasca specializzata nella produzione di tubi senza saldatura, fin dall'epoca fascista dà
35,00

Der «Livre de Sidrac»: die quelle allen wissens. Aspekte zur tradition und rezeption eines altfranzösischen textes

di Petra Waffner

editore: Vita e pensiero

pagine: 182

Frutto di un intenso lavoro di ricerca, questo libro si sofferma sugli aspetti della tradizione e ricezione del manoscritto Li
28,00

Acciaio resiliente, impresa longeva. Studi su Italia e Spagna in età contemporanea

editore: Vita e pensiero

pagine: 128

Questo volume raccoglie una serie di saggi riguardanti la storia dei settori siderurgici d'Italia e Spagna in età contemporane
16,00

Storia e cultura a Brescia dall'antichità ai nostri giorni

editore: Vita e pensiero

pagine: 454

Questa miscellanea deriva dal lavoro degli studiosi afferenti al Dipartimento di Scienze storiche e filologiche dell'Universit
40,00
20,00

Istituti di assistenza, biblioteche e archivi: un trinomio caratteristico. Conservare e promuovere

editore: Vita e pensiero

pagine: 198

Gli Istituti assistenziali, in particolare gli enti dedicati al ricovero dei minori, e le loro biblioteche rappresentano un tema particolare e molto settoriale, che sino ad ora ha visto un interesse circoscritto e non molto indagato, al contrario delle esplorazioni condotte sulla letteratura scolastica, la funzione pedagogica della letteratura e le biblioteche degli istituti di istruzione. Spesso le biblioteche degli enti di assistenza sono state oggetto di dispersione e di scarsa attenzione conservativa, per la semplice ragione legata all'invecchiamento 'veloce' delle edizioni custodite; a volte, oggetto di 'epurazione' insieme alle biblioteche, furono anche quelle parti degli archivi più strettamente legate alle funzioni educative, facendo perdere così allo studioso le tracce del legame tra le scelte pedagogiche attuate e la letteratura per l'infanzia proposta. Il volume raccoglie gli interventi di una giornata di studio, focalizzando l'attenzione su talune biblioteche conservatesi, da quella dell'orfanotrofio milanese dei Martinitt, a quella degli istituti dell'Annunziata di Napoli. In particolare si è inteso mettere in luce le diversificate potenzialità di ricerca insite in questo particolare bene culturale, la biblioteca, in stretto e inscindibile legame con gli archivi, i cui documenti ne possono narrare la storia.
24,00

Oltre l'assistenza. Lavoro e formazione professionale negli istituti per l'infanzia «irregolare» in Italia tra Sette e Novecento

editore: Vita e pensiero

pagine: 348

Il lavoro manuale è presente spesso nella storia degli istituti per minori, dagli orfanotrofi alle case per bambini e ragazzi abbandonati e 'derelitti', come modalità di impiego disciplinato degli ospiti e anche a beneficio dei bilanci dell'ente. Dal Sette-Ottocento il lavoro assunse gradualmente finalità nuove e lo scopo 'industriale' di laboratori e officine degli enti assistenziali si venne riducendo, mentre ci si propose - anche nel confronto con esperienze e modelli stranieri - una vera formazione professionale. Questa era diretta non solo a permettere l'apprendimento di un mestiere manuale e facilitare il collocamento lavorativo, obiettivi che pure restavano tra gli scopi degli istituti; ma anche a valorizzare le attitudini e i talenti dei giovani assistiti e dare loro maggiori opportunità mediante una buona qualificazione professionale. Le esperienze e le immagini contenute nel volume raccontano di scuole-officina volte a formare sarte e sarti, calzolai, falegnami-ebanisti, meccanici ecc., di navi asilo, di colonie agricole e di corsi professionali nei riformatori. Già prima che il lavoro dei minori fosse vietato per legge in Italia, in vari enti il lavoro degli allievi fu accantonato e gli istituti si orientarono ad ampliare l'istruzione degli alunni e a potenziarne le opportunità mediante la formazione professionale. Un processo che, muovendo dall'infanzia povera e 'irregolare', contribuì all'affermazione di un sentimento dell'infanzia...
30,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.