Il tuo browser non supporta JavaScript!

Bompiani: Tascabili saggi

La fidanzata automatica

di Maurizio Ferraris

editore: Bompiani

pagine: 202

Cent'anni fa il filosofo americano William James si è posto questo problema: "Pensai a ciò che chiamai una 'fidanzata automatica', intendendo con ciò un corpo privo di anima assolutamente indistinguibile da una fanciulla spiritualmente animata, che ride, parla, arrossisce, ci cura... Potrebbe qualcuno considerarla come un perfetto equivalente? Certamente no". Sembra un esperimento mentale, eppure è la descrizione di un fatto reale: biblioteche, sale da concerto e pinacoteche sono piene di fidanzate automatiche, che vengono chiamate "opere d'arte". Le opere sono oggetti fisici, che contano per la loro fisicità e per la loro bellezza; sono oggetti sociali che esistono solo perché ci sono persone; sono oggetti che suscitano sentimenti. Ma, ecco il punto, non ricambiano i sentimenti che suscitano. Se c'è una cosa che l'opera d'arte non può fare è proprio essere amica, pur svolgendo molte delle attività che di solito si attribuiscono agli amici. Come la fidanzata automatica, le opere d'arte sono oggetti che fingono di essere soggetti. Il libro contiene anche una lunga conversazione dell'autore con Fernando Botero, realizzata da Ferraris nello studio del pittore a Cartagena, in Colombia.
12,00

Individuo e persona. Tre saggi su chi siamo

editore: Bompiani

pagine: 220

"Chi siamo" è una domanda centrale che da sempre filosofi, teologi, scienziati e giuristi si sono posti. È ora all'ordine del giorno la questione di come considerare e di quali diritti etici e giuridici siano da attribuire a un embrione, un feto, una cellula staminale, un paziente in stato vegetativo persistente. Da destra e da sinistra si alzano squilli di tromba, ma pare che il campo di battaglia sia avvolto dalla nebbia. In questo libro, firmato da tre studiosi, si trova un tentativo di diradare tali nebbie mostrando il problema, la sua genesi storica fra filosofia, diritto e biologia, e le sue possibili soluzioni.
12,00

Arte e filosofia

di Massimo Donà

editore: Bompiani

pagine: 479

Perché un volume sul rapporto arte e filosofia? Perché da sempre l'arte pone domande fondamentali alla filosofia. E perché da sempre la filosofia sa che, solo interrogando l'esperienza artistica, può far comprendere nella forma più adeguata e piena la ragione della volontà di verità; del bisogno, tipicamente umano, di sciogliere il mistero della vita, di carpirne i segreti. Le vicende dell'arte occidentale sono sempre state decisamente condizionate da prospettive essenzialmente filosofiche; e quasi sempre la filosofia ha riconosciuto proprio nella potenza della raffigurazione artistica il senso e dunque il destino stesso dell'epoca di volta in volta indagata. In questo lavoro l'autore cerca di ripercorrere le vicende di tale rapporto.
14,00

Itinerari erotici

di Giardina Roberto

editore: Bompiani

pagine: 547

L'animo umano è itinerante
14,50

Breve storia del teatro

di Lunari Luigi

editore: Bompiani

Una storia del teatro che sia seria ed esauriente al tempo stesso è francamente impossibile, poiché nessuno può pretendere di
8,20

Dio-Trinità

Tra filosofi e teologi

editore: Bompiani

pagine: 190

Si tratta del fedele resoconto di un viaggio, di un'esperienza durata quattro anni
11,00

Io e Cristo

di Verze` Luigi M.

editore: Bompiani

pagine: 638

In una personalissima "autobiografia", don Luigi Verzè intreccia qui la sua storia, la nascita e le motivazioni dell'Opera S
15,00

Dialogo dei principi con Gesù, Socrate, Lao Tzu

di Tomatis Francesco

editore: Bompiani

pagine: 149

Un dialogo fra Gesù, Socrate, Lao Tzu
10,00

Filosofia della musica

di Dona` Massimo

editore: Bompiani

pagine: 239

Il volume si propone di mostrare l'eterno e strettissimo rapporto che sin dalle origini lega filosofia e musica
10,00

La difesa della razza

di Valentina Pisanty

editore: Bompiani

Quali sono i pregiudizi che emergono dalla rivista del razzismo italiano, "La difesa della razza", pubblicata sotto l'egida del Ministero della Cultura tra il 1938 e il 1943? Il razzismo italiano era solo un'appendice del razzismo tedesco o aveva una sua originalità? Si è mai pensato a una razza propriamente italiana? Quali erano gli argomenti del razzismo di allora? Argomenti biologici - la presunta superiorità genetica - argomenti spirituali - uno sviluppo più avanzato dell'anima italiana - o argomenti culturali - un maggior progresso dello stato di civiltà della nostra nazione? Attraverso l'esame dei discorsi dei pensatori razzisti italiani, da Evola ad Almirante, il testo illumina uno dei momenti più cupi della nostra storia.
12,00

Io, la notte

Incontri e situazioni

di Zazo Anna L.

editore: Bompiani

pagine: 222

Quanti segreti, quanti misteri, quanti sogni nascondono le tenebre della notte? Quante storie potrebbero raccontare la luna e
8,00

Filosofia della montagna

di Tomatis Francesco

editore: Bompiani

pagine: 222

La montagna in tutti i suoi molteplici aspetti, esaminata da una prospettiva filosofica
8,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento