Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Astrolabio Ubaldini

La regolazione degli affetti e la riparazione del sé

di Allan N. Schore

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 468

Secondo Peter Fonagy l'opera di Schore ha "radicalmente trasformato la nostra comprensione psicoanalitica dei disturbi psicolo
38,00

Il seminario. Libro XXIII. Il sinthomo 1975-1976. Testo stabilito da Jacques-Alain Miller

di Jacques Lacan

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 244

Questo volume presenta il testo del Seminario XXIII, tenuto neI 1975-1976 e redatto come tutti i Seminari di Lacan da Jacques-Alain Miller. Fin dagli inizi del suo insegnamento, Lacan tentò di rendere conto della scoperta di Freud: l'inconscio. Che vuoi dire l'inconscio freudiano secondo Lacan? Vuoi dire che c'e un sapere che funziona e che agita un soggetto sebbene egli non ne sappia nulla. Le formazioni dell'inconscio, come i sogni, i lapsus, gli atti mancati e i sintomi stessi, mettono in luce un pensiero funzionante secondo una logica che rivela un desiderio erratico, spesso inconfessato e inconfessabile. Inconscio, appunto. Lacan si volgeva verso i linguisti, gli strutturalisti, i letterati, i poeti perché potessero offrire degli strumenti per chiarire ed esemplificare questo strano funzionamento che egli sintetizzò nell'aforisma: l'inconscio è strutturato "come" un linguaggio. In questo Seminario, come in tutti quelli tenuti alla fine della sua vita, Lacan è su tutt'altra lunghezza d'onda. Alla ribalta non è più ciò che funziona come un linguaggio, ma ciò che non funziona, che è la definizione lacaniana del "reale" in psicoanalisi e che non è il reale della scienza. Alla ribalta non è più il simbolico, ma il reale. Così il sintomo stesso è visto da Lacan sotto un'altra angolatura. Da metafora del soggetto, diventa qualcosa che permette al soggetto un raccordo che gli consente di tenere insieme quella triade che costituisce l'essere parlante: l'immaginario, il simbolico e il reale.
22,00

Guarire con la forma, l'energia e la luce. I cinque elementi nello sciamanesimo, nel tantra e nello dzogchen tibetani

di Tenzin Wangyal

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 176

Nella concezione del mondo del bön, l'antica religione autoctona del Tibet, tutti i fenomeni possono ricondursi a cinque sacri
16,00

L'EMDR con bambini e adolescenti

di Greenwald Ricky

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 264

21,00

Gli aspetti planetari. Dal conflitto alla cooperazione

di Tracy Marks

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 192

16,00
18,00

La meditazione per i bambini

Guida pratica all'uso e ai vantaggi delle tecniche di meditazione

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 180

16,00

Diario di una segreta simmetria

Sabina Spielrein tra Freud e Jung

di Carotenuto Aldo

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 336

20,00

L'audacia di vivere

di Arnaud Desjardins

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 160

Perché noi esseri umani abbiamo tanta paura di morire? La risposta di Desjardins, maestro occidentale della scuola del Vedanta
14,00

Il cuore dello yoga. Lo sviluppo di una pratica personale

di T. K. Desikachar

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 264

Sri Tirumalai Krishnamacharya, morto ultracentenario, è stato uno dei più grandi yogi dell'epoca moderna
20,00

I miracoli della mente naturale

L'essenza dello dzogchen nella tradizione bon del Tibet

di Wangyal Tenzin

editore: Astrolabio Ubaldini

pagine: 176

16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.