Il tuo browser non supporta JavaScript!

Edizioni Ambiente

Il patto dei sindaci. Le città come protagoniste della green economy

di Antonio Lumicisi

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 321

Una scommessa tra la Commissione europea e le autorità locali: il Patto dei Sindaci nasce nel 2008 per creare animazione sui territori e favorire il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di contrasto ai cambiamenti climatici. Da allora il numero degli enti coinvolti è in costante aumento: 4.600 Comuni europei che assommano in totale oltre 175 milioni gli abitanti. A cinque anni dal lancio, il Patto prosegue senza sosta la marcia verso il 2020 e per le sue singolari caratteristiche è considerato dalle istituzioni europee come un eccezionale modello di governarne multilivello. Il testo si propone come "manuale di orientamento" e strumento di divulgazione al tempo stesso, traccia un bilancio di quanto accaduto in Italia nei primi cinque anni di attività del Patto dei Sindaci e ne costituisce un momento identitario (i Comuni italiani aderenti sono oltre 2.200 e questi, sommati a quelli spagnoli, rappresentano l'80% del totale). In chiusura al manuale un decalogo rivolto al prossimo governo, affinché valorizzi il ruolo degli enti locali nella lotta ai cambiamenti climatici e ascolti le richieste che giungono dal territorio. Perché ogni azione ben attuata a livello locale contribuisce al raggiungimento degli obiettivi nazionali assunti in sede europea e internazionale. Presentazione di Gianni Silvestrini, prefazione di Luca Mercalli.
25,00

Ecomafia 2013. Le storie e i numeri della criminalità ambientale

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 457

Dal 1993, ogni anno, il rapporto Ecomafia racconta i numeri e le storie della criminalità ambientale
25,00

Sostenibilità in pillole. Per imparare a vivere su un solo pianeta

di Gianfranco Bologna

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 291

Ogni giorno che passa, si accumulano nuove prove che certificano che le attività umane stanno esercitando una pressione eccessiva sul nostro pianeta. Prigionieri di una visione a breve termine, che ha messo la crescita materiale al di sopra di ogni altra considerazione, abbiamo modificato e sfruttato tutti i sistemi che supportano la nostra civiltà. Considerato poi che le previsioni più accreditate indicano che sia la popolazione sia i consumi globali sono destinati a crescere nei prossimi decenni, è sempre più chiaro che il modello fin qui adottato è insostenibile. Continuando così, rischiamo infatti di superare quello che alcuni scienziati definiscono come "punto critico planetario", oltrepassato il quale ci troveremmo in una situazione inedita, non necessariamente piacevole per noi e gli altri abitanti della Terra. "Sostenibilità in pillole" prova a tracciare una via diversa, e mette insieme, come tessere di un mosaico, 25 brevi capitoli che sintetizzano le conoscenze più avanzate su tutti gli aspetti della sostenibilità. Economia, clima, energia, città, cibo, benessere personale e indicatori della ricchezza, impronta ecologica, idrica o di carbonio: l'elenco dei temi trattati è esaustivo, e consegna a ogni lettore i concetti per immaginare un futuro diverso e davvero sostenibile. Prefazione di Piero Angela.
20,00

2052. Scenari globali per i prossimi quarant'anni. Rapporto al Club di Roma

di Jorgen Randers

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 334

1972: su incarico del Club di Roma, un gruppo di studiosi dell'MIT pubblica "/ Limiti dello sviluppo". Il libro, basato su simulazioni effettuate con i primi elaboratori elettronici, prefigura gli effetti della crescita della popolazione, dei consumi e dell'inquinamento su un pianeta fisicamente limitato. Dopo decenni di critiche feroci, ormai si ammette che le conclusioni di quello studio erano corrette. 2012: Jorgen Randers, uno dei coautori di quel testo, fa il punto su quanto è successo e, servendosi di una quantità impressionante di dati, elaborati dai supercomputer più potenti, e dei contributi di una quarantina di esperti di vari settori, prova a delineare il futuro globale da qui al 2052. Andamenti demografici ed economici, fonti di energia e cambiamenti climatici, cibo e impatti sulla biodiversità, sviluppi culturali e tecnologici, geopolitica e riserve di minerali: nessun settore è escluso, e dall'analisi emergono notizie buone e cattive. Vivremo sempre più nelle città, saremo più connessi e creativi, e dovremo trovare nuovi modi per gestire le tensioni dovute alle diseguaglianze crescenti. Probabilmente la popolazione non crescerà quanto previsto, con una riduzione degli impatti sulla biosfera, ma le rinnovabili non riusciranno a rimpiazzare i combustibili fossili in tempo per eliminare del tutto la possibilità di un riscaldamento climatico catastrofico...
25,00

L'acqua che mangiamo

Cos'è l'acqua virtuale e come la consumiamo

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 279

In un mondo di risorse limitate porsi degli interrogativi riguardo i nostri stili di vita e i nostri consumi è non solo auspic
25,00

Energia da biogas. Manuale per la progettazione, autorizzazione e gestione degli impianti

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 210

"Energia da biogas" è un manuale nato allo scopo di condensare e razionalizzare le conoscenze e le esperienze di professionisti e operatori, proprio mentre si manifesta un interesse crescente per questa forma di energia. Molti degli autori sono anche relatori ai seminari organizzati da Nextville.it nell'ambito della sua Formazione Rinnovabili. Nel corso di questi incontri si è avvertita l'esigenza di uno strumento agile e completo di conoscenza del settore. Il manuale sarà utile a professionisti e imprenditori, ma anche a chi si occupa di energie rinnovabili perché deve valutare le migliori soluzioni tecnologiche disponibili e finanziare o investire in tali attività. L'approccio è pluridisciplinare e vengono trattati profili tecnici (con approfondimenti sulle tipologie di impianti per produrre e utilizzare il biogas e sulla gestione del digestato), economici (incentivazione, business pian tipici), giuridici (autorizzazione, contrattualistica, fìnanziabilità) e fiscali (tassazione dell'intervento, dalla fase di costruzione alla produzione di reddito). Il volume è stato concepito in modo da facilitare la lettura, offrendo più livelli di approfondimento. I contenuti sono perciò presentati in modo da prestarsi a una lettura veloce di tutte le informazioni di base necessarie per conoscere l'argomento e, contemporaneamente, mettono in chiara evidenza gli approfondimenti di dettagli.
40,00

Green economy: per uscire dalle due crisi

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 256

26,00

La seconda occasione. Per dare nuova vita ai nostri rifiuti

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 156

La domanda "che cosa lasceremo in eredità ai posteri" ha una risposta semplice: rifiuti, perlopiù. Ogni giorno infatti ne produciamo quantità così colossali che negli oceani si sono formati accumuli di detriti estesi come nazioni... Per rompere questo "assedio" è necessario mettersi alle spalle una lunga stagione di sprechi e allargare, grazie a molti insegnamenti tratti dal passato, quel "varco" di comportamenti ragionevoli e virtuosi verso il quale la crisi economica ci sta già indirizzando. Con leggerezza e gusto per il racconto "La seconda occasione" ci spiega come fare.
16,00

9 miliardi di posti a tavola

La nuova geopolitica della scarsità di cibo

di Brown Lester R.

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 158

L'agricoltura globale si trova di fronte a sfide del tutto nuove
18,00

Reinventare il fuoco

Soluzioni vincenti per il business della nuova era energetica

di Lovins Amory B.

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 400

Risultato delle esperienze accumulate in trent'anni di collaborazioni con governi, istituzioni e aziende di più di sessanta pa
28,00

Parole per il futuro. Piccolo vocabolario per il prossimo decennio

di Federico Pedrocchi

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 190

In "Parole per il futuro" vengono identificati 20 termini (oggetti o concetti) ritenuti particolarmente significativi per gli anni a venire. Sono stati scelti perché hanno tutte le caratteristiche di innovazioni potenti, dalle quali ora riceviamo solo deboli segnali, ma inequivocabili. Oppure, quando si tratta di tematiche molto trasversali se ne deve parlare perché la storia che ci aspetta dovrà necessariamente metterci mano per via di fatti ed emergenze che sono giunte alla stretta finale. L'idea di questo volume nasce dalla volontà di stimolare una riflessione e il conseguente approfondimento su alcuni concetti che nel futuro interverranno nel nostro quotidiano non solo in qualità di professionisti, ognuno per le singole responsabilità all'interno della realtà aziendale o professionale in cui opera, ma anche e soprattutto in qualità di cittadini e individui. Lo scopo è anche incuriosire il lettore presentando in modo divulgativo nuovi termini (non tutte le parole sono nuove, ma nuovo vuole essere il modo in cui sono lette e interpretate) non ancora completamente sedimentati nel sentire comune (sharing, biomimesi, greenwashing...). Siamo in tanti a desiderare che una stagione di grandi trasformazioni si possa finalmente aprire. E perché le cose cambino, desiderarlo con forza è una premessa essenziale.
14,00

Il libro blu dello spreco in Italia: l'acqua

editore: Edizioni Ambiente

pagine: 201

Ogni giorno utilizziamo grandi quantità di acqua per bere, cucinare e lavare, ma quella che impieghiamo, in modo indiretto, per produrre il cibo di cui ci nutriamo è molta di più. Dietro ai pasti che consumiamo quotidianamente ci sono enormi quantità di acqua: circa 3.600 litri per un'alimentazione a base di carne e 2.300 litri per una dieta vegetariana. Fino a quando il cibo che produciamo serve per sfamarci, tutto - o quasi - può trovare una giustificazione, ma possiamo dire la stessa cosa quando utilizziamo acqua per produrre cibo che, per mere ragioni commerciali, non raggiungerà mai la nostra tavola? Buttare via 200 grammi di carne rossa equivale a sprecare 3.000 litri di acqua che sono stati impiegati principalmente per nutrire l'animale; gettare una tazzina di caffè è come buttare in pattumiera 140 litri di acqua. Un vero spreco nello spreco. "Il libro blu dello spreco in Italia: l'acqua", rapporto a cura di Last Minute Market realizzato nell'ambito della campagna "Un anno contro lo spreco", propone un'analisi documentata, dettagliata e aggiornata per fare chiarezza e spronarci a cambiare i nostri stili di vita e di consumo.
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.