Gran via

Voyager

Voyager

di Fernández Nona

editore: Gran via

pagine: 138

Accompagnando la madre a un esame neurologico, la narratrice di questo libro osserva come l'attività cerebrale della donna pro
14,00
Mai e poi mai il fuoco

Mai e poi mai il fuoco

di Diamela Eltit

editore: Gran via

pagine: 158

All'inizio del nuovo millennio, nello spazio ridotto di una stanza, una coppia di ex militanti ripercorre il proprio passato e
16,00
Guerre interne

Guerre interne

di Joseph Zárate

editore: Gran via

pagine: 160

Edwin Chota ha abbandonato la famiglia e le comodità cittadine per andare nel cuore della foresta, trasformarsi in un leader i
15,00
Il posto dove muoiono gli uccelli

Il posto dove muoiono gli uccelli

di Tomás Downey

editore: Gran via

pagine: 114

I protagonisti di questi racconti vivono ai margini dell'abisso personale, quel luogo dove può accadere l'imprevedibile
13,00
Calles. Tredici racconti dalla Bolivia

Calles. Tredici racconti dalla Bolivia

editore: Gran via

pagine: 203

Fino a poco tempo fa quasi sconosciuta al lettore italiano, la narrativa boliviana sta vivendo un momento di improvvisa e fors
15,00
Non spargere lacrime per chiunque viva in queste strade

Non spargere lacrime per chiunque viva in queste strade

di Patricio Pron

editore: Gran via

pagine: 344

Italia 1945: il Congresso degli Scrittori Fascisti, voluto dalla Repubblica di Salò, si tenne nell'aprile di quell'anno a Pine
17,00
Mapocho

Mapocho

di Nona Fernández

editore: Gran via

pagine: 210

Il telefono squilla e la voce che la Bionda sente all'altro capo, quella dell'Indio, l'amato fratello, la spinge ad abbandonar
16,00
Prima c'era il mare

Prima c'era il mare

di Tomas Gonzalez

editore: Gran via

pagine: 142

J. ed Elena decidono di lasciare Medellín, gli agi e gli eccessi della città per stabilirsi in una proprietà lontana da tutto e iniziare così una nuova vita in una casa di fronte al mare, su una remota e selvaggia costa tropicale nel nord della Colombia. Ribelli e bohémien, i due giovani inseguono il sogno primigenio dell'evasione, di una vita autosufficiente, di un contatto più profondo e autentico con la natura. Ma le piccole, inevitabili sconfitte a cui andranno incontro, il clima brutale e il rapporto difficile, teso, presto insanabile, con la popolazione locale faranno scivolare la coppia in una realtà di crescente malessere, trasformando la loro ostinata ricerca del paradiso perduto in un inferno di insensatezza e di deriva. Basato su un fatto realmente accaduto, "Prima c'era il mare" è il drammatico e mordace racconto di un inganno, una riflessione sulla violenza dei rapporti umani e l'idea che l'uomo possa controllare il proprio destino.
14,50
La città che il diavolo si portò via

La città che il diavolo si portò via

di David Toscana

editore: Gran via

pagine: 283

Polonia, 1945. Dopo l'occupazione tedesca, Varsavia è una città annientata, abitata da gente che ha perso quasi tutto e che ora deve dare un senso alla propria esistenza. Non basta sognare un futuro possibile, occorre sopravvivere e farlo tra le macerie è impresa da veri eroi. Ed eroi sono i quattro amici scampati a una retata che vagano per le strade della capitale, tra i fumi dell'alcol, uomini capaci di trovare la bellezza nascosta tra gli edifici distrutti, nei cimiteri o nella strana amicizia che li unisce nella rovina. Un prete cattolico, un aspirante bidello, un becchino e un uomo con l'eterna faccia da bambino affrontano il loro personale inferno quotidiano con un commosso e irriverente inno etilico alla vita. David Toscana reinventa una città ferita dove la dura realtà è superata grazie all'immaginazione, al ricordo e a una buona dose di alcol.
16,00
Niente è cruciale

Niente è cruciale

di Pablo Gutiérrez

editore: Gran via

pagine: 208

15,00
Uomo senza nome

Uomo senza nome

di Toro Suso De

editore: Gran via

pagine: 303

È notte in un ospedale di Santiago di Compostela, il silenzio è rotto dalle parole di un anziano in fin di vita
18,00
Unplugged

Unplugged

di Del Llano Eduardo

editore: Gran via

pagine: 141

I beatles, la burocrazia cubana, una mela che rischia di distruggere i principi della fisica moderna, i sex-toys, un gruppo di
12,50