Il tuo browser non supporta JavaScript!

Nuova ipsa

Maternità negata. La vulnerabilità femminile nella Cina antica. Con il dramma «Il cerchio di gesso» di Li Hing-Tao

di Alberto Jori

editore: Nuova ipsa

pagine: 264

Il dramma cinese che qui pubblichiamo, "Il cerchio di gesso" di Li Hing-Tao, non è soltanto uno dei capolavori del teatro cine
16,00

Con gli occhi di Franca. Diario del tramonto dei Florio

di Salvatore Requirez

editore: Nuova ipsa

pagine: 280

Franca Iacona di San giuliano è una ragazza fortunata, ha sposato lo scapolo più ambito e ricco della città, forse anche d'Ita
17,00

Il pane tra sacro e profano. Metafore dell'alimentazione nel mondo mediterraneo

di Alberto Jori

editore: Nuova ipsa

pagine: 269

L'opera si accosta con un approccio originalissimo di ermeneutica semantica all'alimentazione mediterranea, e in particolare a uno dei suoi cardini: il pane. L'autore esplora innanzitutto i significati che in vari contesti del mondo antico sono stati attribuiti al pane, allo scopo di individuarne non solo le differenze, ma anche gli eventuali punti di tangenza reciproci. In questo esperimento ermeneutico, condotto con l'ausilio dei più raffinati strumenti interpretativi, emerge, pur nel variare dei quadri culturali indagati, un valore simbolico unitario. Il pane si configura - sia all'interno di discorsi 'laici', come quelli svolti dai filosofi presocratici e dagli autori della Collezione Ippocratica - sia in discorsi ispirati invece da preoccupazioni eminentemente religiose e teologiche - come emblema e archetipo dell'unità, intesa quale feconda armonizzazione di una preesistente molteplicità conflittuale. Questa valenza simbolica costituisce a sua volta la spia di un dominante interesse di carattere politico. Su tale base, nella seconda parte dell'opera viene ricostruita la filosofia della cultura di uno dei pensatori più arditi e profondi della Grecia antica: si tratta dell'autore del trattato ippocratico "Sull'antica medicina". L'esame di questo trattato permette di riscoprire una proposta speculativa di sorprendente modernità, alla luce della quale la pratica gastronomica, vista come una forma di proto-medicina, si configura quale processo storico di autopoiesi dell'uomo. In tal modo, l'antico trattato può offrire stimoli preziosi anche alla riflessione attuale sui rapporti tra uomo e ambiente e tra uomo e alimentazione.
20,00

Panem et circenses. Cibo, cultura e società nella roma antica

di Jori Alberto

editore: Nuova ipsa

pagine: VII-471

Accurata indagine sull'alimentazione dei Romani che ricostruisce in maniera rigorosa e avvincente la cultura e la società dell
49,00

Primo soccorso domestico con i rimedi naturali

di Gabriele Peroni

editore: Nuova ipsa

pagine: 119

Questo breve manualetto si compone di due parti. Nella prima, dedicata al "primo soccorso", non ci proponiamo certo di sostituirci alla figura del sanitario professionista o, quando occorre, del Pronto Soccorso; ma di intervenire, in modo rapido ed efficace, per portare aiuto nei casi semplici, ma non banali, di piccoli accidenti domestici o disturbi non pericolosi, ma fastidiosi. Per intervenire è spesso sufficiente impiegare, in prima istanza, materiale e sostanze normalmente presenti in ogni casa, oppure pochi, sicuri rimedi naturali. La seconda sezione suggerirà consigli adatti a semplici interventi casalinghi per piccoli problemi pediatrici.
10,00

Un foglio bianco profuma di fiori. Grafologia e fiori di Bach

editore: Nuova ipsa

pagine: 140

La grafologia scientifica è un test di personalità, serio e affidabile, che mette in luce aspetti energetici, fisici, psichici
15,00

Fior fiore. Origine, storie e miti del re dei giardini

di Antonino Pavone

editore: Nuova ipsa

pagine: 245

Tra l'uomo e le piante non esistono barriere estetiche, etiche o religiose, c'è una costante compenetrazione. Pittura (le nature morte, l'iconografia botanica, i paesaggi, gli sfondi, ecc.), Musica (topos d'ispirazione), Scultura (gli incisori, l'uso del legno), Filosofia: "Il giardiniere Voltaire", come è chiamato in Francia, diceva: "Delle cose essenziali, so poco più di quanto non sapessi quando ero lattante, lo preferisco piantare, seminare, ed essere libero". In ogni luogo sacro di buddisti, induisti, antichi egizi, aztechi, cristiani, di qualsiasi religione, sono presenti fiori. La vita stessa dell'uomo è conforme alla natura, al giardino. Ogni parola spesa per le piante, espressa con qualsiasi delle semantiche note, è importante. Volando tra le pagine di questo libro sembra di entrare nelle wunderkammer o nei cabinet de curiosités - gli straordinari protomusei Secenteschi - ma esclusivamente dedicati al mondo vegetale, densi di immagini, di studio, di interesse. L'autore sofferma l'attenzione su 150 fiori. Trasfigurazioni, trasformazioni, metafore, assonanze, analogie sono costanti che permeano l'intero testo creando infinite connessioni, collusioni, modulazioni, fraseggi e armonie. E una ricerca paziente di informazioni da varie fonti. Decine, centinaia di notizie, aneddoti, riferimenti bibliografici.
19,90

Il libro delle tisane

di Gabriele Peroni

editore: Nuova ipsa

pagine: 200

Per molti di noi preparare una tisana è un piccolo rituale da celebrare nei momenti di pausa delle giornate più frenetiche, o quando dobbiamo allentare una serrata concentrazione o, ancora, quando ci sentiamo un po' fragili e stanchi. Così, vogliamo recuperare entusiasmo ed energie con questo momento: un po' di calma tutta per noi, gesti misurati e lenti e, a seconda della nostra sensibilità e situazione, ritroviamo un solitario sollievo, e magari il piacere di una condivisione, di un'amicizia. L'abitudine di degustare una bevanda preparata con essenze naturali (erbe, fiori, bacche, scorze), anche se lì per lì non ci facciamo caso, ha origini molto lontane, che risalgono a quando questa era considerata una pratica di buon auspicio. Fin dall'antichità, sentendo di essere parte di un macrocosmo costituito dal regno dei vegetali e degli animali, l'uomo ha tentato in vari modi di entrare in contatto con la propria essenza naturale. Proprio la natura nelle sue espressioni più varie lo avvolgeva e lo incantava. L'uomo, allora, viveva in un ambiente selvatico, totale e assoluto, governato da misteriose armonie. Attraverso le sensazioni tattili, o tramite il gusto e il profumo di ciò che ritrovava intorno a sé, percepiva intuitivamente che consumando erbe o bacche avrebbe potuto avere disposizione elementi capaci di arricchire il suo equilibrio naturale, e aiutarlo a esprimere meglio le sue potenzialità.
14,00

La bocca tra psicosomatica e omeopatia

editore: Nuova ipsa

pagine: 208

L'incontro tra questi due autori non poteva che dare vita ad un testo fortemente radicato nelle tradizioni di discipline terapeutiche antiche ma rivolto a integrarle con conoscenze più moderne senza dogmatismi settari. Sempre rispettosi dei dati che la scienza ufficiale mette a disposizione gli autori ci mostrano la ricchezza di collegamenti, di riferimenti, di simboli riferibili all'apparato stomatognatico, e il numero enorme di informazioni che da questo sono deducibili. Scienza e tradizione cessano di scontrarsi e si offrono sostegno reciproco per accrescere le nostre conoscenze.
30,00

Lo stufato e il forno

di Ali Mustafà Al-Misrati

editore: Nuova ipsa

pagine: 74

L'attività intellettuale di 'Ali Mustafà al-Misrati si è subito contraddistinta per i molteplici interessi storici, artistici e letterari. Studioso poliedrico ed eclettico, dotato di una prolifica vena letteraria, ha al suo attivo circa quaranta titoli, alcuni dei quali più volte ristampati. La sua produzione saggistica e scientifica può essere censita entro tre principali settori: la storia, soprattutto moderna e contemporanea, includendovi l'interesse biografico per alcuni personaggi libici; la letteratura, con le edizioni critiche e gli studi di critica letteraria; gli scritti di tradizioni popolari e di dialettologia.
8,00

La donna nella legislazione libica

di Laura Passavanti

editore: Nuova ipsa

pagine: 102

Il presente lavoro offre un quadro generale sulla condizione giuridico-sociale della donna all'interno della società contemporanea libica. Si è assunto, quale punto di riferimento per detta indagine, la Legge n. 10 del 1984, che sancisce norme specifiche in materia di matrimonio, divorzio e allevamento dei figli. Lo studio della presente Legge è stato eseguito in maniera sistematica, non soltanto fornendo la traduzione di tutti i suoi articoli, ma anche per il tramite di puntuali richiami alla tradizione islamica e al Corano, Libro Sacro in cui sono riuniti tutti i principi dell'Islam e che, per tal motivo, fornisce altresì disposizioni circa la posizione e il ruolo della donna, sia nella sfera pubblica e sociale che in ambito familiare. In tal modo, sono stati condotti alcuni confronti tra la sua condizione tradizionale, quale risulta da una lettura attenta del Corano, e il suo stato attuale, sancito dalla presente legge e dalle altre norme vigenti, oltre che sicuramente aggiornato e modernizzato anche in seguito all'influenza esercitata dal mondo occidentale.
15,00

Narratori della Libia contemporanea. Racconti scelti

di Laura Passavanti

editore: Nuova ipsa

pagine: 144

Questa antologia offre una panoramica sulla letteratura araba della Libia contemporanea, attraverso la traduzione di alcuni racconti di tre illustri scrittori contemporanei: Ahmad Ibrahim al-Faqih, 'Ali Mustafà al-Misrati e Ziyad 'Ali. Purtroppo, fino ad oggi, la letteratura araba di questo paese è poco conosciuta, principalmente a causa del ruolo spesso marginale ricoperto dalla Libia sulla scena internazionale, tanto che anche quando si parla, in generale, del Maghreb arabo, essa è citata raramente. Nonostante gli interessanti contributi di Isabella Camera D'Afflitto e l'importante studio condotto da Elvira Diana sulla letteratura in Libia, le pubblicazioni e le traduzioni in lingua italiana sulla letteratura araba della Libia risultano ancora poche e poco rappresentative della ricca produzione letteraria del paese.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.