Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il mulino: Contemporanea

Dei diritti e delle garanzie. Conversazione con Mauro Barberis

editore: Il mulino

pagine: 189

Segnata da un ventennio di conflitti tra politica e magistratura, la questione giustizia continua ad essere al centro del diba
15,00

Il miracolo coreano

editore: Il mulino

pagine: 219

All'inizio degli anni Sessanta era un paese poverissimo, privo di risorse naturali, diviso per la guerra fratricida, completam
16,00

Missione impossibile. La riconquista cattolica della sfera pubblica

editore: Il mulino

pagine: 138

Circola da tempo un pensiero post-secolare che invoca il ritorno della religione nella sfera pubblica, con l'auspicio che facc
14,00

Motivare è riuscire. Le ragioni del successo

editore: Il mulino

pagine: 267

Le risorse umane hanno un ruolo strategico nell'equazione dello sviluppo economico e sociale e nessuna società o organizzazion
18,00

Grandi illusioni

Ragionando sull'Italia

editore: Il mulino

pagine: 285

Il grande slancio e i sogni generati dal miracolo economico ci hanno fatto credere che una crescita indefinita avrebbe permess
16,00

Morire di austerità

Democrazie europee con le spalle al muro

di Bini Smaghi Lorenzo

editore: Il mulino

pagine: 197

La crisi ha prodotto effetti drammatici sul tessuto economico e sociale dei paesi europei
14,00

Elogio della piccola impresa

di Giulio Sapelli

editore: Il mulino

pagine: 116

Non antitetica, ma complementare e sinergica rispetto al big business, nel nostro paese la piccola impresa è stata il veicolo dell'affermazione sociale delle classi subalterne, rappresentando un inesauribile serbatoio di imprenditorialità e forza creatrice. La sua crisi attuale è specchio della crisi di un intero sistema sociale prima che economico. Ma la piccola impresa italiana può risorgere, trasformata e rafforzata, a patto che il sistema sociale sappia sostenerla rifondando l'economia sulla persona e sulla famiglia.
11,00

Requiem per la scuola? Ripensare il futuro dell'istruzione

di Bottani Norberto

editore: Il mulino

pagine: 143

I sistemi scolastici franano ovunque, anche laddove sembrano stabili
13,00

Il partito di Grillo

editore: Il mulino

pagine: 242

Capace di suscitare entusiasmi e speranze pari ai timori e alle ripulse, il "grillismo" sembra più di una meteora del costume:
16,00

Le regole dei giornalisti

Istruzioni per un mestiere pericoloso

editore: Il mulino

pagine: 178

Se tutti i giornalisti si limitassero a pubblicare le notizie "ufficiali", provenienti dalle fonti istituzionali o dai diretti
15,00

Abbiccì della cronaca politica

di Carlo Galli

editore: Il mulino

pagine: 132

Parole, parole, parole... Dai giornali, dalla radio, dalla televisione e, in ultimo, anche dai social network come facebook e twitter un ininterrotto profluvio di parole arriva ogni giorno all'orecchio di ciascuno di noi per riversarsi, come indistinto, nelle conversazioni e nelle mille chiacchiere che popolano la nostra quotidianità. A volte si tratta di parole dalla vita breve, che passano di moda con la stessa rapidità con cui si sono imposte alla nostra attenzione, per far posto ai nuovi termini assurti all'onore della cronaca. E allora il rischio costante è che di tale flusso comunicativo vada smarrito il senso più autentico. A tale pericolo rimedia qui Carlo Galli, studioso e acuto osservatore della politica, che sceglie, spiega e restituisce il senso proprio a un ampio numero delle parole più presenti nella cronaca del nostro tempo (antagonismo, bipolarismo, cittadinanza e via di questo passo), fornendo al lettore un valido strumento di navigazione per orientarsi nel mare magnum dell'attualità politica.
12,00

Giornalismi. Media e giornalisti in Italia

di Angelo Agostini

editore: Il mulino

pagine: 238

Oltre la notizia: imprese editoriali, identità professionali, opinione pubblica, rivoluzione digitale. La nuova edizione del volume di Angelo Agostini ripropone un'analisi dello sviluppo del giornalismo italiano dagli anni Settanta a oggi che offre allo stesso tempo un'interpretazione della storia economica, politica, sociale e culturale del Paese. Dopo aver raccontato come Eugenio Scalfari e Silvio Berlusconi hanno dato vita a due imprese editoriali che hanno radicalmente cambiato il sistema dei media e dell'informazione in Italia, l'autore entra nel vivo della svolta digitale e dei riflessi che questa ha avuto sul consumo delle notizie da parte degli utenti. Il nuovo capitolo inserito alla fine del volume si concentra in particolare sugli ultimi 10 anni e disegna uno scenario che vede da un lato la radicalizzazione del giornalismo italiano, con il successo di testate fortemente identitarie, da "Repubblica" al "Fatto Quotidiano", passando per "Libero" e "Il Giornale", dall'altro il rischio di impoverimento e marginalizzazione della professione giornalistica con lo sfoltimento delle redazioni e la precarizzazione totale delle nuove generazioni.
17,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento