Laterza: Saggi tascabili laterza

Malaterra. Come hanno avvelenato l'Italia

Malaterra. Come hanno avvelenato l'Italia

di Marina Forti

editore: Laterza

pagine: 197

Per decenni gli scarti delle attività industriali sono finiti nella terra che abitiamo
13,00
La laurea negata. Le politiche contro l'istruzione universitaria

La laurea negata. Le politiche contro l'istruzione universitaria

di Gianfranco Viesti

editore: Laterza

pagine: 149

In un mondo in cui i livelli di istruzione superiore sono decisivi per il progresso economico e l'inclusione sociale, l'Italia
12,00
La verità sul processo Andreotti

La verità sul processo Andreotti

editore: Laterza

pagine: 121

Giulio Andreotti è stato assolto dall'accusa di associazione con Cosa nostra? Questo libro spiega come sono davvero andate le
12,00
Il crepuscolo dei media. Informazione, tecnologia e mercato

Il crepuscolo dei media. Informazione, tecnologia e mercato

di Meloni Vittorio

editore: Laterza

pagine: 137

Trasformazioni rapide e radicali stanno rivoluzionando il mondo dei media
13,00
Giustizia, roba da ricchi

Giustizia, roba da ricchi

di Elisa Pazé

editore: Laterza

pagine: 143

Altro che 'legge uguale per tutti': le nostre carceri sono affollate di ladruncoli e piccoli spacciatori, mentre bancarottieri
14,00
L'etica del ribelle. Intervista su scienza e rivoluzione

L'etica del ribelle. Intervista su scienza e rivoluzione

di Giulio Giorello

editore: Laterza

pagine: 155

Cosa c'è dietro una rivoluzione, sia essa politica, religiosa o scientifica? Quali, se ne esistono, i limiti? Che cosa differe
13,00
Napoli. Viaggio nella città reale

Napoli. Viaggio nella città reale

di Paolo Frascani

editore: Laterza

pagine: 214

Statistiche nazionali, pagelle sulla vivibilità, indicatori del tasso di criminalità e inquinamento si intrecciano al racconto
14,00
Loro diranno, noi diciamo. Vademecum sulle riforme istituzionali

Loro diranno, noi diciamo. Vademecum sulle riforme istituzionali

editore: Laterza

pagine: 145

Gustavo Zagrebelsky e Francesco Pallante argomentano per il rinnovamento di una democrazia partecipata contro le modifiche del
10,00
Disuguaglianze. Quante sono, come combatterle

Disuguaglianze. Quante sono, come combatterle

editore: Laterza

pagine: 199

Le disuguaglianze di reddito e di ricchezza sono aumentate in tutti i paesi avanzati. Nonostante i molti studi apparsi finora, manca ancora una spiegazione convincente delle cause di questo fenomeno. Questo libro propone un'interpretazione basata su quattro motori della disuguaglianza: il potere del capitale sul lavoro, l'ascesa di un "capitalismo oligarchico", l'individualizzazione delle condizioni economiche, l'arretramento della politica. L'azione congiunta di questi motori sta cambiando i modi di funzionamento non soltanto del sistema economico ma anche di quello politico: l'economia diventa meno dinamica, la società più ingiusta, la politica meno democratica.
14,00
Tutto quello che non vi hanno mai detto sull'immigrazione

Tutto quello che non vi hanno mai detto sull'immigrazione

editore: Laterza

pagine: 152

Un quadro aggiornato sui flussi migratori e sul loro contributo reale allo sviluppo economico, culturale e sociale del paese Senza eludere nessuno dei temi scottanti degli ultimi mesi: l'aumento esponenziale dei richiedenti asilo, l'impatto della crisi sulle migrazioni, il contributo degli stranieri all'economia italiana, i problemi di criminalità, l'integrazione fra le diverse culture e religioni.
12,00
Un mondo condiviso

Un mondo condiviso

editore: Laterza

pagine: 141

Il mondo è unico e dobbiamo condividerlo, ma quali sono le nuove pratiche di condivisione per garantire un futuro sostenibile? In queste pagine otto grandi studiosi italiani e stranieri provenienti dalle più diverse discipline - dalle neuroscienze alla linguistica, dalla politologia alla geografia - ragionano su come possiamo rinnovare il nostro modo di vivere insieme. In vista di un obiettivo comune: un mondo sostenibile.
12,00
Internet, i nostri diritti

Internet, i nostri diritti

editore: Laterza

pagine: 133

"La giusta pretesa di non essere sottoposti in Rete a regole restrittive di Stati invadenti e imprese prepotenti esige la definizione di principi costituzionali, che abbiano come fine proprio la garanzia di libertà e diritti." (Stefano Rodotà) I diritti fondamentali che ci definiscono come uomini e donne, persone e cittadini, devono essere validi offline come online. La realtà dei fatti dimostra che troppo spesso così non è. A partire da casi concreti e da episodi di vita vissuta e avendo come riferimento la Dichiarazione dei diritti in Internet recentemente approvata dalla Camera, questa agile guida ci ricorda quello che tutti noi, in quanto cittadini digitali, dobbiamo pretendere. Accesso, cultura, uguaglianza, privacy, identità, anonimato, oblio, cittadinanza, sicurezza, democrazia: dieci parole chiave per ricordare che il diritto vale anche nel cyberspazio.
12,00