Il tuo browser non supporta JavaScript!

Le Lettere: Le Lettere università

24,00

Non solo shopping. Usi sociali dei luoghi del consumo

di Sassoli Elisa

editore: Le Lettere

pagine: 136

Questo libro è un viaggio nei nuovi spazi dello shopping, in particolar modo nei centri commerciali, format distributivi riten
15,00

Filologi e antifilologi. Le polemiche negli studi classici in Italia tra Ottocento e Novecento

editore: Le Lettere

pagine: 212

Il volume è formato da un'ampia introduzione, volta a orientare il lettore, e da una scelta di testi d'argomento filologico, r
19,00

La lingua spagnola. Diffusione, storia, struttura

editore: Le Lettere

pagine: 350

Il libro è suddiviso in 5 parti: la prima tratta della diffusione linguistico-politica dello spagnolo nel mondo. La seconda offre un excursus storico dalla latinizzazione alla nascita del castillano, dallo spagnolo parlato nell'America latina fino alla formazione dello spagnolo moderno. Nelle tre parti successive viene trattata la struttura della lingua: fonologia e grafia, grammatica e lessico.
26,00
22,50
27,00

La metrica italiana. Teoria e storia

editore: Le Lettere

pagine: 352

20,70

Saggi sull'interferenza linguistica

di Gusmani Roberto

editore: Le Lettere

pagine: 368

25,00

Artisti per videogioco

editore: Le Lettere

pagine: 140

Lo scopo di questo volume è descrivere come il videogioco sia diventato un contesto in cui gli artisti hanno la possibilità di esprimersi e lavorare. Per entrare in questo mondo, essi non devono trasformarsi necessariamente in tecnologi poiché oggi esistono strumenti che permettono loro di concentrarsi esclusivamente sulla loro arte. In questo libro verranno trattate le evoluzioni del videogioco e le potenzialità che esso offre agli artisti per esprimersi. Disegnatori, scrittori e musicisti scopriranno come poter impiegare la loro creatività nell'industria del videogame. Descrivendo le interazioni presenti tra arte e videogioco verrà fuori, insieme a quali tipologie d'arte entrano a far parte di questa industria, che genere di professionisti possono trovare impiego nel campo e quante possibilità di crescita possono esserci in questo ambito.
16,00

Sartre. Fenomenologia e passioni della crisi

di Gabriella Farina

editore: Le Lettere

pagine: 134

L'intento di questo lavoro non è quello di ripercorrere la filosofia di Sartre, ma di individuare, attraverso una lettura trasversale dei suoi lavori, le tracce di una fenomenologia dell'intersoggettività e delle passioni, che prende avvio dall'intenzionalità affettiva. Sotto questo profilo si può leggere il lavoro in una duplice direzione: per un verso come ricerca della trama aurorale delle relazioni con altri, in un'epoca che, decretata la dissoluzione del soggetto e delle sue certezze, sembra privilegiare il pensiero dell'impersonale e il pathos per l'alterità; per l'altro come riflessione sull'universo umano complesso, misterioso, paradossale, ma che è pur sempre lo specchio riflettente di uomini e donne nel loro quotidiano esistere con i loro odi, amori, vergogne e nel loro essere sempre un enigma a sé stessi e a agli altri. Di fronte allo sviluppo vertiginoso della scienza e della tecnica, Sartre propone un altro tipo di approccio che tende a indagare la straordinaria gamma di emozioni, desideri, progetti di libertà e del loro rovescio nella malafede e nella reificazione, nonché i molteplici ruoli recitati nel teatro della vita.
16,50

Storia della letteratura inglese. Dal 1922 al 2000. Il modernismo

di Franco Marucci

editore: Le Lettere

pagine: 800

Nel 1922, anno di nascita del modernismo inglese, erano attivi scrittori troppo giovani per poter essere definiti dei vittoriani, troppo vecchi per partecipare senza remore al fermento in atto: danno vita a un canone variegato, misto di posizioni ritardatarie e di slanci innovatori. Lo formano Galsworthy e Bennett con le loro saghe lente e nostalgiche, Chesterton con le sue battaglie ideologiche, Wells con la sua spettacolare fantascienza, Forster con le sue tragicommedie dei cuori immaturi; ma anche Wilfred Owen con i suoi arditi esperimenti formali sulla rima, o Rosenberg con le sue allucinazioni espressioniste. Il modernismo ruota su quattro figure principali. Eliot è alla ricerca delle radici, tanto reali che personali quanto cosmiche e atemporali: le àncore di una società moderna in dissoluzione. Lawrence è l'esponente di un modernismo contenutistico che incrina la stessa estetica formale del movimento. Joyce è l'edificatore di un suo palazzo dell'arte con un unico romanzo organico che si ripresenta nel tempo come frutto di un'endogenesi. Virginia Woolf è infine la scrittrice che insegue l'opera finita, che è la stessa metafora della sua vita, e può chiudersi solo esalandosi.
68,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.