Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Michele Ainis

Demofollia. La repubblica dei paradossi

di Michele Ainis

editore: La nave di teseo

pagine: 222

La democrazia italiana è lunatica come un adolescente implume, come una ballerina di flamenco
17,00

Il regno dell'Uroboro. Benvenuti nell'era della solitudine di massa

di Michele Ainis

editore: La nave di teseo

pagine: 136

"La libertà di manifestazione del pensiero rappresentava la "pietra angolare" della democrazia
10,00

Risa

di Michele Ainis

editore: La nave di teseo

pagine: 153

Alla notizia della morte della zia Rosa, Diego decide di tornare dalla Pianura Padana a Messina, per fare visita all'ultimo pa
16,00

La piccola eguaglianza

di Michele Ainis

editore: Einaudi

pagine: 136

Eguaglianza "aritmetica" o "proporzionale", secondo la distinzione di Aristotele? Nel punto d'arrivo o di partenza? Verso l'alto o verso il basso, come vorrebbero le teorie della decrescita? Se due mansioni identiche ricevono retribuzioni differenti, dovremmo elevare la peggiore o abbassare la più alta? Ed è giusto che una contravvenzione per sosta vietata pesi allo stesso modo per il ricco e per il povero? Sono giuste le gabbie salariali, il reddito di cittadinanza, le pari opportunità? E davvero può coltivarsi l'eguaglianza fra rappresentante e rappresentato, l'idea che "uno vale uno", come sostiene il Movimento 5 Stelle? In che modo usare gli strumenti della democrazia diretta, del sorteggio e della rotazione delle cariche per rimuovere i privilegi dei politici? Tra snodi teorici ed esempi concreti Michele Ainis ci consegna una fotografia delle disparità di fatto, illuminando la galassia di questioni legate al principio di eguaglianza. Puntando l'indice sull'antica ostilità della destra, sulla nuova indifferenza della sinistra verso quel principio. E prospettando infine una "piccola eguaglianza" fra categorie e blocchi sociali, a vantaggio dei gruppi più deboli.
11,00

L'umor nero. Alfabeto del nostro scontento

di Michele Ainis

editore: Bompiani

pagine: 189

"Che cos'è la legge? È la banderuola d'un vecchio campanile, diceva Tolstoj: cambia a seconda di come spira il vento. Ma quel vento soffia dai nostri polmoni, dalle nostre gole: siamo noi, il vento. Anche se in genere non ci facciamo caso, e anzi siamo convinti del contrario. Ogni legge, insomma, è un po' come uno specchio, una superficie riflettente. Noi, per lo più, ci concentriamo sullo specchio, senza osservare l'immagine riflessa. Ma in quell'immagine c'è la fotografia d'un popolo. Nelle regole giuridiche si riflette una storia nazionale, e poi le tradizioni, la cultura, l'etica, il costume; e si riverberano le passioni del momento. La cifra unificante del nostro sentimento, qui e oggi, sta tutta in un risentimento. Si condensa in un rancore collettivo che a sua volta s'alimenta d'insoddisfazione per come girano le cose, di presagi nefasti sul futuro, d'impoverimento economico e morale. Da qui il degrado dei nostri rapporti politici e civili, da qui i nostri cattivi umori. Da qui, infine, il racconto che si dipana attraverso questo libro: ventuno capitoletti disposti in ordine alfabetico, da Anagrafe a Zapping. L'alfabeto del nostro scontento." (Michele Ainis)
13,00

La Costituzione e la bellezza

editore: La nave di teseo

pagine: 347

Se l'Italia è una repubblica fondata sulla bellezza, come è stato proposto in parlamento, non c'è dubbio che l'abitudine al be
16,00

L'ordinamento della cultura. Manuale di legislazione dei beni culturali

editore: Giuffrè

pagine: X-454

Cultura e beni culturali evocano un universo di valori che trascende la competenza del giurista, ma che tuttavia reclama dall'
30,00

La Costituzione e la bellezza

editore: La nave di teseo

pagine: 347

Se l'Italia è una Repubblica fondata sulla bellezza, come è stato recentemente proposto in Parlamento, non c'è dubbio che l'ab
22,00

Doppio riflesso

di Ainis Michele

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 248

Il mondo è un intrico di segni indecifrabili per il protagonista di questo romanzo, perseguitato da un'amnesia che ne divora i
10,00

Privilegium

L'Italia divorata dalle lobby

di Ainis Michele

editore: Rizzoli

pagine: 177

I figli dei bancari ereditano il posto del padre
17,00

L'assedio

La Costituzione e i suoi nemici

di Ainis Michele

editore: Longanesi

pagine: 271

L'assedio è un pamphlet in difesa della Costituzione italiana, che in questa stagione politica occupa - per l'appunto - una tr
15,00

La legge oscura

Come e perché non funziona

di Ainis Michele

editore: Laterza

pagine: 222

La legge è malata, e in modo grave
10,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.