Il tuo browser non supporta JavaScript!

Scienze Politiche e Sociali

La corsa del secolo. Cent'anni di storia italiana attraverso il Giro

editore: Mondadori

pagine: 245

Sono passati più di cento anni dal 13 maggio 1909 quando 127 ciclisti partirono per il primo Giro d'Italia organizzato dalla "
14,50

Storia della comunicazione e dello spettacolo in Italia Vol. 3

editore: Vita e pensiero

pagine: 348

In poco più di trent'anni - tra il 1979 e il 2012 - il volto dell'Italia muta radicalmente i propri connotati: cambiano il sis
28,00

Marketing 4.0. Dal tradizionale al digitale

di Philip Kotler

editore: Hoepli

pagine: 184

Da quando Marketing 3
22,90

Terrore sovrano. Stato e jihad nell'era postliberale

editore: Il mulino

pagine: 204

La war on terror avanza e gli spazi di terrore sono ovunque: a guerra succede guerra senza che si delinei una fine
16,00

Populismo

di Damiano Palano

editore: Editrice Bibliografica

pagine: 151

Al principio del Ventunesimo secolo il populismo sembra essere l'unica opzione politica capace di mietere successi
9,90

La selezione del personale. Come scegliere il candidato migliore ai tempi del web

editore: Cortina raffaello

pagine: 230

Ogni organizzazione mira ad assumere i candidati migliori, così come ogni candidato aspira a esprimersi al meglio delle propri
22,00

Organizzazione aziendale

di Richard L. Daft

editore: Apogeo Education

pagine: 620

"Organization Theory and Design" di Richard Daft si conferma un vero classico del management: insostituibile strumento per l'i
44,00

Introduzione alla sociologia del mercato del lavoro

di Emilio Reyneri

editore: Il mulino

pagine: 280

Il libro fornisce un panorama articolato e aggiornato del mercato del lavoro italiano in una prospettiva europea
27,00 25,65

Sussidiarietà e innovazione sociale. Costruire un welfare societario

editore: Franco Angeli

pagine: 194

Di fronte alla crisi ormai diffusa e sempre più forte del welfare state tradizionale lasciatoci in eredità dal secolo scorso,
25,00

Le parole in azione. Vol. 1: Corso elementare di arabo moderno standard

Corso elementare di arabo moderno standard

editore: Vita e pensiero

pagine: 387

L'Europa ha conosciuto lo studio e l'insegnamento della lingua araba fin dal medioevo, quando questa era la lingua della civil
38,00

Disabilità e società. Diritti, falsi miti, percezioni sociali

di Tom Shakespeare

editore: Erickson

pagine: 240

Tom Shakespeare è uno dei principali protagonisti del dibattito scientifico internazionale sulla disabilità, oltre a essere attivamente impegnato sul fronte dei diritti delle persone disabili. Il volume presenta al pubblico italiano la sua elaborazione più recente, che sintetizza due decenni di pensiero e dialogo sulla disabilità, la bioetica e l'assistenza. Il volume fornisce un'ampia e aggiornata panoramica delle diverse concezioni maturate nell'ambito dei disability studies e presenta, argomentando con rigore metodologico e allo stesso tempo con un linguaggio chiaro e accessibile, la posizione controversa e dibattuta di Shakespeare: una visione «relazionale» della disabilità, intesa come il risultato dell'interazione tra fattori individuali e contestuali, fra cui rientrano menomazione, personalità, atteggiamenti individuali, ambiente, politica e cultura. Attraverso la «lente» della prospettiva socio-relazionale della disabilità, il volume si occupa anche di alcuni aspetti della vita delle persone disabili solitamente meno frequentati, in particolar modo in Italia: l'inizio e il fine vita, il ruolo dell'assistente personale, le relazioni amicali, la sessualità.
18,50

Promesse mancate. Dove ci ha portato il capitalismo finanziario

di Maria Rosaria Ferrarese

editore: Il mulino

pagine: 200

Si può progettare una macchina ad alta velocità riducendo la capacità di frenare, oltre che potenziando il motore? Qualcosa del genere accadde negli anni '80-90, con il passaggio al capitalismo finanziario. II nuovo modello diffuse parole d'ordine come «meno stato», «privatizzazioni», «concorrenza», «efficienza», «smaterializzazione», «delocalizzazione», «trasparenza», «meritocrazia», che ebbero grande successo. Anche grazie al formidabile aiuto di una tecnologia in rapido sviluppo, si affermò così un modello di economia basato sul rischio, che sembrava poter rinunciare a regole e controlli, e suscitare una nuova effervescenza individuale e collettiva. Ma quel mondo pieno di promesse e ricco di opportunità che avevamo intravisto oggi ci appare per lo più opaco e incerto, senza visione e colmo di diseguaglianze. È tempo di cambiare?
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.