Il tuo browser non supporta JavaScript!

Liguori: Nuovo Medioevo

Viaggio al centro del Medioevo. Questioni, luoghi, personaggi

di Fornasari Giuseppe

editore: Liguori

pagine: 984

Un volume di tre direzioni: metodo storico, problematiche centrali del Medioevo maggiore e realtà locali s'intrecciano all'azi
75,99

Architettura palaziale tra l'Africa del Nord e la Sicilia normanna (s ecoli X-XII)

di Lamia Hadda

editore: Liguori

pagine: 324

Il paesaggio dell'architettura medievale in Sicilia e nel Maghreb è argomento di questo viaggio nei palazzi nella Sicilia normanna (secoli X-XII) confrontati con i modelli dell'architettura palaziale del Nord Africa evidenziando la cultura islamica nell'edilizia civile siciliana. Grazie a scavi archeologici e studi condotti su entrambe le sponde del Mediterraneo, l'archeologia medievale siciliana e quella maghrebina permettono una valutazione globale dei reciproci rapporti architettonici. La tradizione islamica nei palazzi siciliani risulta evidente nelle planimetrie, simmetrie, tipologie degli ambienti interni, decorazioni e giardini. In più, le tipiche caratteristiche strutturali dei volumi e della verticalità richiamano anche la tradizione nordeuropea dei dongioni normanni e anglonormanni mettendo in luce un Medioevo di progetti dove si sono misurati protagonisti e ideologie.
29,90

Cronaca degli slavi. Testo latino a fronte. Ediz. critica

di Elmoldo di Bosau

editore: Liguori

pagine: 506

Scritta tra 1163 e 1172 nel nord della Germania, la Chronica Slavorum di Elmoldo di Bosau è un'opera fondamentale per capire l
39,90

Avvisi ai naviganti. Scenari e protagonisti di Medioevo e Umanesimo

di Stefano Pittaluga

editore: Liguori

pagine: 409

Un gruppo di allievi ha voluto festeggiare i 65 anni di Stefano Pittaluga organizzando in questo libro alcune delle sue tematiche più care: la commedia latina del XII secolo e le forme teatrali di Medioevo e Umanesimo; Poggio Bracciolini e Leon Battista Alberti, nel cui profilo si rivivono momenti essenziali della cultura italiana; la parte dedicata a "L'altrove", che rivela emozioni e curiosità sulla letteratura di viaggio avventurandosi in spazi inesplorati. Sono i deserti attraversati dai missionari francescani nel lungo percorso verso la Mongolia, oppure le burrasche marine affrontate dai naviganti medievali o, ancora, gli orizzonti geografici, antropici e dottrinali aperti da Cristoforo Colombo. Un'opera in tre fasi d'un intenso viaggio nel sapere.
35,99

L'ombra di Boezio. Memoria e destino di un filosofo senza dogmi

di Fabio Troncarelli

editore: Liguori

pagine: 342

Su Boezio si scrive di più e si sa di meno. Un uomo estraneo al suo tempo, un uomo che guarda al passato sognando l'impossibile restaurazione d'un mondo tramontato? Un martire, un perdente, un fallito, un illuso? Complessità della proposta culturale, singolarità d'una tragica esperienza, un'ortodossia religiosa oscillante tra fede e ragione: questi i caratteri della Consolatio Philosophiae, spietato quadro di una crisi storica espressa nell'autoanalisi boeziana di affetti e vicenda personale. Il filosofo Boezio ha rischiato di lasciarsi sedurre da una società irrazionale e lontana dalle proprie aspettative. La realtà è preda del caso e della caducità, ogni successo è effimero ma il vero scopo dell'uomo è riscoprire la scintilla divina soffocata dagli affanni quotidiani immergendosi nell'armonia del cosmo per cancellare la disarmonia del mondo. Un mondo che nell'universo è solo un punto, la luce tremante di una stella. Questo libro racconta Boezio come la storia di una stella lontana.
26,99

L'ingannevole Medioevo. Nella storia d'Europa letterature «teatri» simboli culture

di Oldoni Massimo

editore: Liguori

pagine: 1088

Nella vita e nel Medioevo niente è come sembra: in un continuo labirinto di direzioni sbagliate e vie giuste da trovare intere
73,99

«Nazioni» forestiere nell'Italia del Cinquecento. Il caso di Palermo

editore: Liguori

pagine: 193

Nel Medioevo la Sicilia è terra povera di uomini e aperta ad ogni presenza. Al tempo dei Normanni vi passano molti "Lombardi" provenienti da Monferrato, Piemonte, Liguria e Lombardia. Nell'età degli Svevi arrivano i Toscani; dalla fine del Duecento giungono Aragonesi, Catalani e Valenciani. Tutti alla ricerca di una vita migliore: per sfuggire alla guerra, cercare fortuna o per acquistare uno stato e un potere negati in patria. Questi molteplici tratti culturali e sociologici modificano anche le locali istituzioni politiche e la situazione economica. Nel Cinquecento, età di Carlo V, i nuovi arrivati, al contrario dei predecessori ormai integrati, manifestano la volontà di mantenere la propria identità originaria. Le "nazioni forestiere" lasciano la loro testimonianza anche nei magnifici esempi di architettura civile e religiosa.
20,99

Il laboratorio politico del comune medievale

di Keller Hagen

editore: Liguori

pagine: 408

Un quadro sulle origini e sulla maturità dei Comuni italiani: il ruolo della comunità religiosa urbana, il condizionamento dei
30,99

Piccola storia dei Longobardi di Benevento. Testo latino a fronte

di Erchemperto

editore: Liguori

pagine: 222

I Longobardi dell'Italia meridionale riuscirono ad evitare la sottomissione a Carlo Magno e a creare l'indipendente Principato di Benevento. Ma l'esasperata rivalità delle fazioni e gli interessi delle aristocrazie locali segnarono la storia del Principato fino alla frantumazione di quell'unità politica. Il contemporaneo indebolimento dell'Impero di Bisanzio consentì ai musulmani d'impadronirsi della Sicilia e d'insediarsi in alcune zone del Meridione: da lì condussero devastanti incursioni. Vittima illustre ne fu Montecassino. Alla fine del IX secolo il monaco cassinese Erchemperto raccontò la storia di questo travagliato periodo sottolineando le gravi responsabilità dei governanti longobardi, che avevano condotto alla rovina il loro mondo. Così lo scrittore sperò che la descrizione di quei tragici eventi servisse da lezione per le future generazioni.
22,99

Ingressi laterali al Trecento maggiore

Dante, Petrarca, Boccaccio

di Bragantini Renzo

editore: Liguori

pagine: 124

L'indicazione ironicamente ausiliaria del titolo è rivolta a italianisti, storici della musica medioevale e rinascimentale e s
16,99

Per conservare la pace. I Giustizieri del Regno di Sicilia da Carlo I a Carlo II d'Angiò

di Serena Morelli

editore: Liguori

pagine: 452

La costruzione di un'elite dirigente, i Giustizieri, e l'analisi delle competenze dell'istituto di giustizierato, addetto al controllo delle periferie e delle province del Regno in età angioina, costituiscono il grande tema delle biografie di un gruppo di ufficiali dalle caratteristiche piuttosto omogenee. Scelte, modalità d'impiego e comportamenti di questo personale amministrativo sono analizzati negli aspetti storiografici e geografici. La lunga durata di questa istituzione nelle relazioni economico-politiche con i paesi dell'area mediterranea propone nel libro interpretazioni innovative sul mantenimento del potere. Una complessa ricerca che illumina percorsi difficili della storia.
35,99

Liber monstrorum (secolo IX). Testo latino a fronte

editore: Liguori

pagine: 443

Finalmente torna il "Liber monstrorum", uno dei testi più affascinanti dell'alto Medioevo occidentale
32,99

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento