Il tuo browser non supporta JavaScript!

Mondadori: Storia

XX secolo, l'età della violenza

Una nuova interpretazione del Novecento

di Ferguson Niall

editore: Mondadori

pagine: 683

Dai presagi del primo conflitto mondiale alle scosse di assestamento della guerra fredda, il Novecento è stato forse il secolo
35,00

Ascesa e declino del denaro. Una storia finanziaria del mondo

di Niall Ferguson

editore: Mondadori

pagine: 306

La moneta è da sempre uno strumento di primaria importanza per qualsiasi forma di relazione umana, oltre che economica
30,00

Sospetto e silenzio

Vite private nella Russia di Stalin

di Figes Orlando

editore: Mondadori

pagine: 647

In Unione Sovietica furono poche le famiglie non toccate dal terrore staliniano
38,00

L'apocalisse della modernità. La Grande guerra per l'uomo nuovo

di Emilio Gentile

editore: Mondadori

pagine: 308

Nell'agosto 1914, allo scoppio delle ostilità, molti si erano arruolati entusiasti, immaginando di prender parte a una gloriosa avventura, convinti che il sacrificio del sangue avrebbe dato vita a un mondo e un uomo rinnovati. Dopo pochi mesi, l'entusiasmo era scomparso. Ci si rese conto che la guerra era completamente diversa da quelle fino ad allora combattute: per l'enormità delle masse mobilitate, per la potenza bellica e industriale impiegata, per l'esasperazione parossistica dell'odio ideologico, per l'ingente numero di soldati sacrificati inutilmente. La Grande Guerra rappresentava il naufragio della civiltà moderna. I combattimenti cessarono alle ore 11 dell'11 novembre 1918. E già all'orizzonte nuove tragedie si profilavano, poiché il trattato di Versailles ridisegnava l'intera geografia europea secondo la volontà dei vincitori, con conseguenze gravi e di lunga durata a livello politico e ideologico: le rivendicazioni territoriali, la corsa al riarmo e la militarizzazione di massa della società saranno alcuni dei principi cardine sui quali regimi totalitari come il fascismo e il nazismo baseranno il proprio consenso. Gentile ricostruisce il contesto sociale, culturale e antropologico entro il quale maturò quella che è ritenuta una delle più tragiche esperienze del Novecento, soffermandosi in particolare sugli artisti e gli intellettuali che, se all'inizio avevano invocato la guerra come una catarsi, si fecero poi interpreti dell'angoscia profonda da essa scatenata.
27,00

Leonardo & io

di Carlo Pedretti

editore: Mondadori

pagine: 708

Con questo libro Carlo Pedretti ha finalmente deciso di fare il punto di oltre mezzo secolo di studi dei codici e delle opere
35,00

Il potere dell'arte

Le opere e gli artisti che hanno cambiato la storia

di Schama Simon

editore: Mondadori

pagine: 436

Le grandi opere d'arte non sono affatto sofisticati oggetti da allineare in una galleria silenziosa e ammirare devotamente: le
32,00

I fiumi dell'oro

L'ascesa dell'impero spagnolo

di Thomas Hugh

editore: Mondadori

pagine: 668

Nel 1492 Cristoforo Colombo diede il via a quella che può essere considerata la più importante catena di eventi nella storia
35,00

Goya

di Hughes Robert

editore: Mondadori

pagine: 459

Australiano, a lungo critico d'arte per il "Time", scrittore brillante e polemico, Robert Hughes ripercorre l'intero percorso
32,00

Barcellona. Duemila anni di arte, cultura e autonomia

di Robert Hughes

editore: Mondadori

pagine: 506

Robert Hughes, australiano, critico d'arte del "Time" e autore di saggi sull'arte ma anche sui tic e le ingenuità della società contemporanea, fornisce una storia "totale" a un tempo politica, culturale, economica del capoluogo della Catalogna. Ma, soprattutto, ne rintraccia le vicende urbanistiche attraverso i secoli: la nascita e la scomparsa delle cinte murarie, la costruzione di edifici, gli interventi di bonifica, l'apertura di viali, l'edificazione di chiese e palazzi. Al tempo stesso, l'autore analizza poesie e detti popolari, racconta aneddoti di costume, ritrae viaggi eccentrici.
32,00

Bisanzio. Splendore e decadenza di un impero 330-1453

di John Julius Norwich

editore: Mondadori

pagine: 476

"Bisanzio" è il racconto di una delle più grandi civiltà perdute: la storia dell'impero bizantino dal 330 a
33,57

San Pietroburgo. Da Pùskin a Bródskij, storia di una capitale culturale

di Solomòn Volkòv

editore: Mondadori

pagine: 555

San Pietroburgo fu fondata nel 1703 dallo zar Pietro il Grande su un territorio di paludi infestate dalla malaria, alla foce d
30,99

Paesaggio e memoria

di Simon Schama

editore: Mondadori

pagine: 680

Perché le foreste hanno incarnato in Germania lo spirito militaristico, in Francia la passione per l'ordine, in Inghilterra la libertà all'ombra del bosco, in America il rapporto trascendentale dell'uomo con il Creatore, in Polonia l'indipendenza nazionale? Come, nel tempo, è cambiato il nostro rapporto con il paesaggio che ci circonda? Perché immagini come la foresta primordiale, il fiume della vita, la montagna sacra, che tanto significarono per i nostri progenitori hanno valore ancor oggi per molti di noi? Secondo l'autore natura e percezione umana sono inscindibili e, per portare avanti la sua tesi, costruisce un romanzo dell'immaginario occidentale in cui si susseguono miti, tradizioni, storie poetiche.
33,57

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento