Il tuo browser non supporta JavaScript!

Opere sociali e responsabilità d'impresa

Opere sociali e responsabilità d'impresa
titolo Opere sociali e responsabilità d'impresa
sottotitolo Casi e temi nel Novecento
Autore
Collana Università/Storia/Ricerche
Editore Vita e pensiero
Formato Libro
Pagine 320
Pubblicazione 2009
ISBN 9788834317792
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
20,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
I dislivelli di potere nelle imprese moderne sono stati sovente filtrati da azioni di responsabilità sociale che gli storici hanno molte volte classificato sotto l’etichetta schematica del paternalismo. Lo studio di alcuni casi esemplari, ben identificabili nel Novecento italiano, evidenzia che le molteplici manifestazioni delle opere sociali d’impresa (o di welfare aziendale) hanno talvolta indotto alcuni piani di rispetto reciproco tra datori di lavoro e lavoratori dipendenti. In questa materia molto densa di situazioni e di comportamenti differenziati, accanto alle forme più retrive del dominio padronale e del duro aziendalismo, sono identificabili esempi di benevolenza imprenditoriale umanamente ispirata e occasioni per ampliare i margini di autonomia economica e sociale dei lavoratori e per consolidare il ruolo delle relazioni contrattuali. La comparazione con altri ambienti (esemplare il caso belga) evidenzia le sofferte specificità dell’esperienza italiana. Ma nonostante i vincoli materiali e comportamentali, nel nostro secondo dopoguerra una serie composita di iniziative responsabili ha contribuito a realizzare ambiti di tutela della persona destinati ad arricchire, sino agli anni Settanta, l’incerto sistema di welfare state nostrano. Il volume, promosso dall’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia «M. Romani», propone saggi di Aldo Carera, Véronique Fillieux, Germano Maifreda, Nicola Martinelli, Vanessa Pollastro, Maurizio Romano, Paolo Tedeschi e Luigi Trezzi.
 

Biografia dell'autore

Aldo Carera, ordinario di Storia contemporanea, insegna Storia economica, Storia del lavoro e Storia delle relazioni industriali all’Università Cattolica di Milano (Facoltà di Scienze linguistiche e letterature straniere e Facoltà di economia). Coltiva interessi di studio su temi di storia economica e sociale lombarda in età contemporanea, di storia del lavoro e del sindacato e di storia del turismo lombardo. Direttore dell’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia «M. Romani», è presidente dell’Associazione onlus BiblioLavoro e coordinatore scientifico di iniziative nazionali per la formazione sociale degli adulti. Tra le sue pubblicazioni: La vocazione marginale. L’«industria del turismo» nello sviluppo lombardo (XIX-XX secolo), Milano 2005; Allievi sindacalisti. Formazione e organizzazione al Centro studi Cisl di Firenze (1951-1952), Sesto San Giovanni 2007; Mario Romani e il Novecento italiano. Lavoro, economia e politica (lezioni fiorentine del 28/29 marzo 1963), «Bollettino dell’Archivio per la storia del movimento sociale cattolico in Italia», 2007, 3, pp. 331-394; Il turismo sociale: definizioni ed esperienze europee (1936-1963), «Annali di storia del turismo», 2006-2008, pp. 165-182; La Cisl, il “Piano Vanoni” e la partecipazione allo sviluppo (1955-1962), in Ezio Vanoni tra economia, politica, cultura e finanza, a cura di D. Ivone, Napoli 2008, pp. 47-90.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.