Il tuo browser non supporta JavaScript!

Vita e pensiero: Università/Storia/Ricerche

Il nostro ordine è la Carità

Cistercensi nei secoli XII e XIII

di Guido Cariboni

editore: Vita e pensiero

pagine: 206

Il volume mira a cogliere nel loro sviluppo storico gli elementi identitari dell'ordine cistercense, attraverso un approccio c
20,00

Religiosità e civiltà

Identità delle forme religiose (secoli X-XIV)

di Giancarlo Andenna

editore: Vita e pensiero

pagine: 314

L'identità nel Medioevo si tradusse in precise determinazioni giuridiche e s'innervò nell'ordinamento sociale sia attraverso l
28,00

Carlo Borromeo

Cultura, santità, governo

di Danilo Zardin

editore: Vita e pensiero

pagine: 320

Il rilievo della figura di Carlo Borromeo, unito all'oggettiva imponenza della traccia da lui lasciata nella storia del cattol
25,00

Un po' di bene

L'Istituto delle Suore Sacramentine di Bergamo dalle origini al secondo dopoguerra (1882-1950)

di Giovanni Gregorini

editore: Vita e pensiero

pagine: 432

Il volume ripercorre la storia dell'Istituto delle Suore Sacramentine di Bergamo, fondato da madre Geltrude Comensoli, dalle s
25,00

Religiosità e civiltà

Le comunicazioni simboliche (secoli IX-XIII)

di Giancarlo Andenna

editore: Vita e pensiero

pagine: 460

Il simbolico è una funzione assolutamente necessaria per la comunicazione umana
35,00

Opere sociali e responsabilità d'impresa

Casi e temi nel Novecento

di Aldo Carera

editore: Vita e pensiero

pagine: 320

I dislivelli di potere nelle imprese moderne sono stati sovente filtrati da azioni di responsabilità sociale classificate dagl
20,00

Partiti e fazioni nell'esperienza politica greca

di Cinzia Bearzot

editore: Vita e pensiero

pagine: 266

L'esistenza di partiti politici nella polis greca è oggetto di un vivace dibattito tra gli studiosi
21,00

Religiose, religiosi, economia e società nell'Italia contemporanea

di Giovanni Gregorini

editore: Vita e pensiero

pagine: 256

Il volume raccoglie gli Atti del colloquio di studio nazionale svoltosi a Brescia il 6 ottobre 2006
20,00

A servizio dello sviluppo

L'azione economico-sociale delle congregazioni religiose in Italia tra Otto e Novecento

editore: Vita e pensiero

pagine: 278

Questo volume si colloca entro una prospettiva di lavoro organica e impegnativa
23,00

I visconti di Modrone

Nobiltà e modernità a Milano (secoli XIX-XX)

di Gianpiero Fumi

editore: Vita e pensiero

pagine: 340

Tra le antiche famiglie di Milano, i Visconti di Modrone sono probabilmente il casato che...
28,00

Enti locali e fiscalità nel '900

I cattolici e l'autonomia disconosciuta

di Andrea Maria Locatelli

editore: Vita e pensiero

pagine: 224

Dall’Unità d’Italia, l’amministrazione finanziaria degli enti locali si è caratterizzata per...
19,00

Nel rispetto dei reciproci ruoli

Lineamenti di storia della contrattazione collettiva in Italia

di Marianna De Luca

editore: Vita e pensiero

pagine: 344

«Nel rispetto dei reciproci ruoli e responsabilità » è un’affermazione che compare con diverse formulazioni in numerosi testi negoziali, con la quale i rappresentanti dei lavoratori e quelli delle imprese si dichiarano reciproco rispetto per il diverso ruolo svolto. Tale reciprocità dovrebbe costituire un valore fondamentale per le relazioni industriali, eppure nella vicenda italiana non sempre è stato così: la dignità e il valore di ciò che l’altra parte rappresenta è stato messo più volte in discussione non solo attraverso l’esercizio di un antagonismo oppositivo e frontale, ma ha assunto anche la forma della degenerazione collusiva tra gli attori; e non sono mancati neppure episodi di violenza, fisica e morale. Gli scambi, insomma, tra le parti non sono stati sempre civili. Ci sono stati in verità anche periodi di positiva collaborazione; e si è tentato a più riprese di definire un quadro di regole che, conferendo consistenza e stabilità al sistema, consentisse di affrontare nel merito i problemi, ma non si è mai pervenuti ad una soluzione soddisfacente. Il volume ripercorre queste vicende utilizzando come filo conduttore l’evoluzione della rappresentanza dei lavoratori e della contrattazione collettiva in azienda. Ne risulta un quadro niente affatto lineare, dal quale emergono somiglianze tra situazioni del passato e la più estrema attualità. Nel ricostruire questo percorso non è stata privilegiata la prospettiva degli attori ma, come è reso evidente dal ricco apparato di documentazione, si è seguito il tracciato dei contratti e degli accordi collettivi che delle relazioni tra le parti possono considerarsi in qualche misura il ‘prodotto’: «strumento e non risultato fine a se stesso, ovviamente, poiché le relazioni industriali hanno a cuore i comportamenti, l’effettività, la soluzione dei problemi, e non si soddisfano della sola forma»
28,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.