Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Tra crescita e parsimonia. Il risparmio nel dibattito economico dai classici all'ipotesi del ciclo di vita

Tra crescita e parsimonia. Il risparmio nel dibattito economico dai classici all'ipotesi del ciclo di vita
Titolo Tra crescita e parsimonia. Il risparmio nel dibattito economico dai classici all'ipotesi del ciclo di vita
Autore
Argomento Scienze Umane Sociologia
Collana Economia, 121
Editore Franco Angeli
Formato
libro Libro
Pagine 162
Pubblicazione 2023
ISBN 9788835145714
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
22,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Partendo da una disamina della visione degli economisti classici sul tema del risparmio, per i quali esso era il 'motore' della crescita economica, il volume analizza l'evoluzione delle alterne fortune che tale grandezza ha conosciuto nella storia della scienza economica moderna attraverso i contributi della scuola marginalista prima, di quella keynesiana poi, fino ad arrivare a offrire un approfondimento sulle 'nuove teorie' che hanno preso forma negli anni Cinquanta del secolo scorso. Queste ultime, indissolubilmente legate ai nomi dei premi Nobel per l'economia Franco Modigliani e Milton Friedman, hanno offerto un'interpretazione secondo la quale, a differenza di quella elaborata dagli economisti classici, la direzione di causalità tra crescita e risparmio è nel senso unilaterale della prima che determina il secondo. Nonostante la scienza economica moderna si sia poi dotata nei decenni successivi di strumenti teorici ed empirici sempre più ricchi e sofisticati, che hanno in parte confermato e in parte invalidato i risultati delle cosiddette «teorie della ricchezza» degli anni Cinquanta, l'impatto che queste ultime hanno avuto nel chiarire la natura e il ruolo del risparmio è stato enorme. Per questo nella parte finale del presente volume se ne indaga l'origine, in particolare di quella che fu formulata da Modigliani e dal suo giovane collaboratore Richard Brumberg, mostrando che essi riuscirono in modo mirabile a raccogliere i frutti da un terreno che era stato reso fertile dai contributi già noti di illustri - sia pur tra loro assai diversi - studiosi come Irving Fisher, John Maynard Keynes e Simon Kuznets e di quelli - noti invece solo parzialmente - di Roy Harrod, Frank P. Ramsey e James Duesenberry
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.