Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Ricominciamo dalle periferie. Perché la sinistra ha perso Roma

Ricominciamo dalle periferie. Perché la sinistra ha perso Roma
titolo Ricominciamo dalle periferie. Perché la sinistra ha perso Roma
Curatore
Collana Contemporanea
Editore Manifestolibri
Formato
libro Libro
Pagine 143
Pubblicazione 2009
ISBN 9788872855744
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
14,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Questo libro a più voci affronta quei passaggi e quelle trasformazioni che hanno visto formarsi nella cintura periferica delle grandi città, e di Roma in particolare, mentalità, comportamenti e linguaggi estranei alla idea di socialità cui si è ispirata tradizionalmente la cultura della sinistra. Quali sono i soggetti che popolano i grandi quartieri della periferia romana? Come si rappresentano e quale legame intrattengono con il territorio? In che modo sfuggono ai modelli consueti di governabilità e quali forme di conflittualità mettono in campo? Dialogando con sociologi e intellettuali attenti alla realtà romana (Alberto Abruzzese, Guido Caldiron, Roberto De Angelis, Franco Ferrarotti, Maria Immacolata Macioti, Francesco Macarone Palmieri, Welter Siti) il volume propone alcune risposte a queste domande, e mette a tema la vera e propria rivoluzione antropologica che ha visto la metropoli e le sue periferie funzionare come un grande laboratorio di trasformazioni sociali, che la politica non è stata capace di comprendere né di interpretare.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.