Il tuo browser non supporta JavaScript!

Identità perdute. Globalizzazione e nazionalismo

Identità perdute. Globalizzazione e nazionalismo
titolo Identità perdute. Globalizzazione e nazionalismo
Autore
Traduttore
Argomento Scienze Umane Sociologia
Collana TEMPI NUOVI
Editore Laterza
Formato Libro
Pagine 136
Pubblicazione 2019
Numero edizione 2
ISBN 9788858134061
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
15,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
La globalizzazione ha messo in crisi l'identità - oltre che la stabilità economica - di milioni di persone. È un problema che va affrontato seriamente ma la cui soluzione non può essere il nazionalismo. Un tempo, quando si parlava di globalizzazione, ci si riferiva a un fenomeno unicamente economico. Non è più così. Oggi la globalizzazione - che ha causato la graduale cancellazione di interi settori industriali e, di conseguenza, la dispersione di comunità e modi di vivere a essi legati - significa anche perdita di identità. Il profondo disagio che ne deriva è sentito ovunque: è percepito dagli operai americani che hanno perso il lavoro nelle acciaierie della Rust Belt; dai tedeschi, che parlano nostalgicamente di Heimat, cioè di 'patria'; dagli agricoltori francesi, messi in crisi dalle multinazionali. A partire da questo disagio diffuso, molti partiti politici sovranisti hanno rivendicato la propria identità nazionale. Ma cosa succederebbe se si bloccasse il processo di globalizzazione?
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.