Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Le lacrime dei filosofi. L'idea di salvezza in Occidente

Le lacrime dei filosofi. L'idea di salvezza in Occidente
titolo Le lacrime dei filosofi. L'idea di salvezza in Occidente
Autore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Filosofia
Collana Saggistica, 20
Editore Marietti 1820
Formato
libro Libro
Pagine 342
Pubblicazione 2011
ISBN 9788821175503
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
28,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Immunizzarci dalla morte: a cos'altro tende, l'intera storia della filosofia occidentale, se non a rassicurarci che tutto ciò che esiste non è destinato a finire per sempre? Certo, è la meraviglia, lo stupore dell'esistenza a suscitare la curiositas dei filosofi. Ma all'ombra di quella meraviglia c'è il terrore, la paura, l'angoscia per l'annientamento di tutto ciò che esiste. Ecco perché l'intera storia della filosofia può essere riletta non a partire dallo stupore di fronte all'essere, alla natura, al divenire, alla vita. Ma - rovesciando la consueta prospettiva analitica e interpretativa in questa sorta di "controstoria" della filosofia occidentale - dalla paura che ciò che è diventi a. Dal terrore che la vita sia inghiottita per sempre dalla morte. Se nella teologia cristiana è la fede nella resurrezione dei corpi ad immunizzarci per sempre dalla morte, nella filosofia è la "fede" nel logos a garantirci che niente, di ciò che esiste, andrà definitivamente perduto. O almeno, questo disperatamente sperano - con gli occhi pieni di lacrime - i filosofi.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.