Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Gesù e Yahvè. La frattura originaria tra Ebraismo e Cristianesimo

Gesù e Yahvè. La frattura originaria tra Ebraismo e Cristianesimo
Titolo Gesù e Yahvè. La frattura originaria tra Ebraismo e Cristianesimo
Autore
Traduttore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Religione
Collana Bur saggi
Editore Rizzoli
Formato
libro Libro
Pagine 279
Pubblicazione 2007
ISBN 9788817016391
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
10,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
La Bibbia ebraica dei giudei e il Vecchio Testamento dei cristiani sono due libri profondamente diversi, scritti con propositi politici, oltre che religiosi, molto differenti. In un tempo in cui la religione è venuta a occupare un posto centrale nella nostra arena politica, la provocatoria conclusione di Bloom, secondo la quale non esiste una tradizione giudaico-cristiana, dato che le storie, gli dèi e persino i testi sacri degli ebrei e dei cristiani sono tra loro incompatibili, spinge i lettori a rivedere tutto ciò che era ritenuto un patrimonio comune alle due fedi. Esaminando con il metodo della critica letteraria e storica la Torà ebraica, l'Antico e il Nuovo Testamento e i Vangeli gnostici contemporanei a quelli canonici, l'autore arriva alla conclusione che il Gesù ebraico di Marco, così umano, irascibile e incline all'ironia, potrebbe essere davvero figlio di quella divinità fin troppo umana che è lo Yahvè della Torà; mentre il Cristo degli altri libri del Nuovo Testamento proviene da una famiglia del tutto diversa; e lo Yahvè degli ebrei e il Dio Padre dei cristiani hanno ben poco in comune.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.