Il tuo browser non supporta JavaScript!

Bere nel Medioevo. Bisogno, piacere o cura

Bere nel Medioevo. Bisogno, piacere o cura
titolo Bere nel Medioevo. Bisogno, piacere o cura
Autore
Traduttore
Argomento Storia, Religione e Filosofia Storia
Collana Storia e civiltà
Editore Dedalo
Formato Libro
Pagine 305
Pubblicazione 2005
ISBN 9788822005601
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
26,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Bere è un bisogno, infatti l'uomo per vivere ha bisogno di mangiare, ma soprattutto di bere. Ma cosa beve l'uomo del Medioevo? Beve acqua, latte, cervogia, birra, sidro e soprattutto vino, la bevanda per eccellenza. L'acqua è accessibile a tutti e non costa niente, il latte rappresenta il nutrimento essenziale per il bambino. In mancanza di vino si beve la cervogia, una specie di birra fatta con orzo e avena fermentata. I monaci, che conoscono molto bene le erbe medicinali, introducono il luppolo, e si passa quindi alla birra vera e propria. A partire dal XV secolo, il sidro ha la meglio sulla birra. Il vino rimane però la bevanda preferita, anche perché poteva nascondere il sapore del veleno.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.