Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

L'acqua (non) è una merce. Perché è giusto e possibile arginare la privatizzazione

L'acqua (non) è una merce. Perché è giusto e possibile arginare la privatizzazione
Titolo L'acqua (non) è una merce. Perché è giusto e possibile arginare la privatizzazione
Autore
Editore Altreconomia
Formato
libro Libro
Pagine 152
Pubblicazione 2011
ISBN 9788865160350
 
Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
12,00
 
L'acqua è ormai una merce. E con la benedizione di politici e media si appresta a diventare - da bene comune e diritto di tutti - un affare per pochi. Una torbida verità la cui fonte è la recente riforma dei servizi pubblici locali. Questo libro ricostruisce la storia della privatizzazione dell'acqua in Italia dal 1994 a oggi, dimostrando come e perché la gestione pubblica degli acquedotti può essere la più efficiente. Per tenere, come scrive Erri De Luca nel prezioso testo inedito che apre il libro, "il conto delle gocce". «L'acqua è un bene comune. Privatizzarne la gestione vuol dire mercificare un diritto. Ma un diritto non si vende, semmai si tutela. Se il mercato vuol farci pagare l'acqua, come fosse un prodotto qualsiasi, noi rispondiamo: l'acqua è già nostra, l'acqua è di tutti noi». Luca Martinelli è giornalista e redattore del mensile "Altreconomia". Ha svolto ricerche in ambito universitario sulla privatizzazione dei servizi pubblici locali. È esperto delle tematiche legate all'acqua.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.