Il tuo browser non supporta JavaScript!

TV di culto

TV di culto
titolo TV di culto
sottotitolo La serialità televisiva americana e il suo fandom
Prefazione di Aldo Grasso
Autore
Collana Università/Media spettacolo e processi culturali/Ricerche
Editore Vita e pensiero
Formato Libro
Pagine 260
Pubblicazione 2006
ISBN 9788834313312
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
19,50
La televisione è diventata di culto, ha conquistato la sua ‘aura’, si è fatta terminale di forme di fruizione appassionate e intense, colorate da toni affettivamente caldi, diffuse in particolare fra i giovani spettatori. Attorno a prodotti televisivi di qualità, come le serie americane delle ultime generazioni (da Twin Peaks e X-files a Buffy), si vanno coagulando piccole o grandi comunità di fan mediali, che archiviano i propri telefilm di culto, vedono e rivedono le puntate, organizzano proiezioni semi-pubbliche e gruppi d’ascolto, danno vita a convention, producono fanzines e materiali d’ogni genere e – soprattutto – utilizzano Internet e la rete come strumenti per esprimere la propria passione, per ‘fare gruppo’ e interagire, per difendere la serie amata dai rischi di prematura cancellazione, per far sentire la propria voce di spettatori coinvolti, attivi e competenti.
Questo volume propone un insolito viaggio nell’affascinante universo della cultualità televisiva contemporanea e del ‘fandom’ mediale, condotto con la guida di approcci diversi (analisi testuale, etnografia del consumo, sociologia della cultura, cultural studies, psicologia della ricezione), in una prospettiva multi-disciplinare. L’obiettivo è ricostruire le modalità attraverso cui viene generandosi un culto mediale, che prevede specifiche forme costruttive e narrative, meccanismi di distribuzione, commercializzazione e promozione pianificati dall’industria multimediale dell’audiovisivo per intercettare e ‘incorporare’ culture di fandom; ma, d’altra parte, non potrebbe generarsi senza gli stessi fan mediali, pronti ad attivare forme di creatività volte a far propri gli oggetti culturali prodotti industrialmente, a piegarli alle proprie esigenze personali e di gruppo, a trasformarli in un terreno di edificazione d’identità, includendoli in modi nuovi e sorprendenti nella propria esperienza di vita.
 

Biografia dell'autore

Massimo Scaglioni, dottore di ricerca in Storia e forme della rappresentazione e del consumo mediale, insegna Storia della televisione presso i master dell’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Cattolica di Milano, e Critica televisiva presso la laurea specialistica del medesimo ateneo. Ha condotto numerose ricerche desk e field sulle forme mediali e sul consumo televisivo presso l’Osservatorio sulla comunicazione dell’Università Cattolica. Collabora con il «Corriere della Sera» e con la trasmissione Il grande Talk (Sat2000), occupandosi di analisi audiometrica del pubblico televisivo. Fra le sue pubblicazioni: Schermi d’autore. Intellettuali e televisione (con A. Grasso, Roma 2002), Che cos’è la televisione (con A. Grasso, Milano 2003). Ha collaborato alla cura dell’Enciclopedia della televisione Garzanti.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento