Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

«Lo latino è perpetuo». Parole attuali di una lingua antica

«Lo latino è perpetuo». Parole attuali di una lingua antica
Titolo «Lo latino è perpetuo». Parole attuali di una lingua antica
Autore
Argomento Letteratura e Arte Letteratura e Linguistica
Collana Quality Paperbacks, 704
Editore Carocci
Formato
libro Libro
Pagine 220
Pubblicazione 2024
ISBN 9788829025251
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
18,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
«Lo latino è perpetuo»: così dice Dante agli inizi del Trecento. Il senso di immortalità della lingua latina, che traspare dalle parole del sommo poeta, è in contrasto con l'opinione comune secondo cui il latino è una lingua morta. Il libro analizza l'apporto del latino all'italiano attraverso l'angolo visuale delle parole, di cui ricostruisce le vicende storiche in un appassionante viaggio tra passato e presente. L'autore cerca le tracce di vocaboli ed espressioni andando a ritroso nel tempo e conduce il lettore a scoperte inaspettate. La storia di un termine religioso come cristiano s'intreccia con quella di un insulto come cretino. I verbi considerare e desiderare sono connessi con l'osservazione delle stelle. Il sostantivo furto è collegato ai nomi foruncolo e furetto. L'idioma dell'antica Roma non è morto, ma vive ancora nella nostra lingua e nella nostra cultura.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.