Il tuo browser non supporta JavaScript!

La mente distopica. Derealizzazione, depersonalizzazione e angoscia esistenziale

La mente distopica. Derealizzazione, depersonalizzazione e angoscia esistenziale
titolo La mente distopica. Derealizzazione, depersonalizzazione e angoscia esistenziale
Autore
Argomento Scienze Umane Psicologia
Collana Psicoterapie, 333
Editore Franco Angeli
Formato Libro
Pagine 146
Pubblicazione 2022
ISBN 9788835135647
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
19,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Da un giorno all'altro, la percezione si altera e la realtà sembra appannata da un velo o resa remota da una distanza inaccessibile: la vista funziona, il cervello non presenta danni, è la mente che non funziona più come si deve. D'un tratto il mondo appare finto, come di cartapesta, gli esseri umani sembrano robot o senza spessore o come se fossero morti; il proprio corpo sembra non essere più lo stesso: braccia e gambe appaiono dilatati o asimmetrici; persino il volto nello specchio è quello di un estraneo, irriconoscibile. Fino a pochi anni fa, questi sintomi erano misconosciuti e il più delle volte venivano confusi con i sintomi di malattie più gravi: l'epilessia, la psicosi, la depressione. Oggi sappiamo che si tratta del disturbo di depersonalizzazione e derealizzazione, un disturbo che colpisce sempre più persone, soprattutto giovani. L'autore è uno specialista nel campo. Avendone sofferto egli stesso da giovane ed essendone guarito, ne parla con una competenza unica. E la sua prospettiva è innovativa: il disturbo è il tentativo che individui altamente sensibili e di intelligenza divergente operano inconsciamente per dissociare le emozioni da un mondo che non è stato in grado di accettarli, integrarli, valorizzarli. La guarigione li riporta infine a contatto con la realtà, ma in un modo nuovo: critico, creativo, trasformativo.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.