Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cyberwar. Lo sapevi che un computer può uccidere?

Cyberwar. Lo sapevi che un computer può uccidere?
titolo Cyberwar. Lo sapevi che un computer può uccidere?
Autore
Argomento Scienze Umane Comunicazione
Collana Reti & Comunicazione
Editore Hoepli
Formato Libro
Pagine 224
Pubblicazione 2016
ISBN 9788820372934
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
19,90
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
Lasciando per qualche settimana senza energia elettrica parte degli Stati Uniti, i danni sarebbero tali da mandare in bancarotta mezzo mondo. Del resto, inserendo degli opportuni comandi dal posto passeggero di un aereo, se ne può prendere il controllo durante il volo. In modo simile si possono mandare fuori giri le centrifughe di una centrale nucleare, fino a portarla all'esplosione. E che dire di pompe d'insulina e pacemaker? Quelli di nuova generazione sono molto efficienti, ma anche vulnerabili a dei comandi capaci di metterli fuori controllo. E provocare centinaia di morti con un semplice clic. Questi sono solo alcuni esempi di quello che, oggi, si può fare con un computer. Non scenari ipotetici, ma eventi di cui abbiamo già avuto piccoli e grandi assaggi, e che sempre più popoleranno le notizie di cronaca. Guerra, crimine e terrorismo di ieri, con l'uso delle armi digitali, diventano cyberwar, cybercrime e cyberterrorismo. Più precisi, letali e invisibili. In questo libro si raccontano la storia, le tecniche, gli strumenti e i protagonisti di un fenomeno destinato a cambiare radicalmente le nostre vite. E scoprirete come un "semplice" computer possa diventare uno strumento di morte. Il più subdolo e insidioso di tutti.
 

Biografia dell'autore

Riccardo Meggiato

Riccardo Meggiato dopo anni spesi a programmare videogiochi, simulatori e sistemi d’intelligenza artificiale, approda al mondo della musica come produttore discografico. Lancia artisti, brani dance e remix che conquistano le classifiche. Nel frattempo scrive. A oggi ha pubblicato più di venti libri e collabora con riviste italiane e internazionali tra cui Wired, Panorama, Rolling Stone e GQ. Fotografa da una decina di anni, e forse è per questo che crede che un’immagine valga più di mille parole: dette, ovviamente, perché di quelle scritte non ne ha mai abbastanza.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.