Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Maestri e istruzione popolare in Italia tra Otto e Novecento

Maestri e istruzione popolare in Italia tra Otto e Novecento
titolo Maestri e istruzione popolare in Italia tra Otto e Novecento
sottotitolo Interpretazioni, prospettive di ricerca, esperienze in Sardegna
Autori ,
Collana Università/Pedagogia e scienze dell'educazione/Ricerche
Editore Vita e pensiero
Formato
libro Libro
Pagine 400
Pubblicazione 2003
ISBN 9788834310144
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
30,00
 
Compra e ricevi in 5/10 giorni
La ricerca condotta in questo volume considera, con un taglio interdisciplinare, l’evoluzione dell’istruzione primaria e popolare nella penisola, dall’unificazione nazionale alla riforma Gentile, servendosi dell’apporto di autorevoli studiosi italiani di storia della scuola e delle istituzioni educative. Specifica attenzione è posta alle modalità e agli esiti del processo di alfabetizzazione nelle aree urbane e rurali, ai problemi relativi alla formazione e al reclutamento dei maestri, alla concreta attività didattica (discipline, metodi d’insegnamento, programmi), con particolare – anche se non esclusivo – riferimento alla Sardegna e a quelle zone della penisola per le quali ancora non sono disponibili studi organici e approfonditi. Il testo si articola in due sezioni. La prima offre un aggiornato panorama sullo stato delle ricerche e sulle principali questioni storiografiche relative alla scuola e all’istruzione primaria e popolare all’indomani dell’Unità. La seconda, dedicata ai problemi dell’istruzione elementare in Sardegna, pone l’accento sui precedenti legislativi e sulle iniziative di riforma delle scuole popolari nella fase pre-unitaria, sulla distribuzione territoriale degli insediamenti scolastici, sulla formazione metodologica e didattica degli insegnanti, sull’edilizia scolastica e, infine, sullo stato delle ricerche avviate in sede locale e sul reperimento di nuove fonti archivistiche. Nel suo complesso, il volume rispecchia la rinnovata attenzione degli storici per una ricostruzione delle vicende scolastiche nazionali in grado di andare oltre un approccio meramente storico-legislativo o astrattamente ‘pedagogico’ e di approdare a una storia dell’istruzione elementare e popolare vista come parte della storia sociale, civile e culturale del Paese.
 

Biografia degli autori

Roberto Sani è rettore dell’Università di Macerata e professore straordinario di Storia dell’educazione nello stesso ateneo. Ha pubblicato numerosi importanti studi sulla storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche in età moderna e contemporanea e sulla politica scolastica italiana tra Otto e Novecento. Tra i suoi lavori più recenti: Educazione e istituzioni scolastiche nell’Italia moderna (secoli XV-XIX) (Milano 1999); Scuola e società nell’Italia unita. Dalla legge Casati al Centro-sinistra (con L. Pazzaglia, Brescia 2001); Sulle orme di Vincenzo de’ Paoli. Jeanne-Antide Thouret e le Suore della Carità dalla Francia rivoluzionaria alla Napoli della Restaurazione (con P. Arosio, Vita e Pensiero, Milano 2001); Severino Fabriani. Un ecclesiastico ed educatore nella Modena della Restaurazione (Roma 2001).

Angelino Tedde è ricercatore confermato di Storia moderna e docente di Storia della scuola e delle istituzioni educative nell’Università di Sassari. Autore di ricerche sulla storia dell’educazione infantile e della scuola primaria e popolare in Sardegna, ha pubblicato numerosi contributi, tra i quali: L’attività sociale delle Dame di Carità nel primo Novecento a Sassari (Ozieri 1994); Cattolici per l’infanzia in Sardegna tra Otto e Novecento (Ozieri 1997); Protagoniste cattoliche di azione sociale in Sardegna (Ozieri 1998).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.