Il tuo browser non supporta JavaScript!

La lingua sognata della realtà. Cinema e psicoanalisi nell'esplorazione della contemporaneità

La lingua sognata della realtà. Cinema e psicoanalisi nell'esplorazione della contemporaneità
titolo La lingua sognata della realtà. Cinema e psicoanalisi nell'esplorazione della contemporaneità
Autore
Collana ACHERONTA MOVEBO
Editore ANTIGONE
Formato Libro
Pagine 200
Pubblicazione 2013
ISBN 9788895283937
 
Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
24,00
 
Il cinema crea, inventa la realtà. Ecco perché, con molta più forza di altre forme artistiche, raggiunge tutti: è come se quello che vediamo sullo schermo ci appartenesse, lo avessimo creato noi. Prendendo a prestito le parole di Winnicott, il cinema è una magnifica "area transizionale" a portata di mano, accessibile a tutti. Secondo la psicoanalisi, la visione cinematografica è una metafora che può essere utilizzata in seduta con il paziente, perché è l'esperienza più vicina al sogno o alla rêverie: si svolge al buio, richiede rilassamento, solitudine, una certa regressione narcisistica, con l'effetto di farci lasciare la realtà momentaneamente fuori dalla porta, stimolando le aree più creative della nostra psiche.
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.