Il tuo browser non supporta JavaScript!

E l'angelo non gli fermò la mano. La violenza sulle donne in prosa e in versi

E l'angelo non gli fermò la mano. La violenza sulle donne in prosa e in versi
titolo E l'angelo non gli fermò la mano. La violenza sulle donne in prosa e in versi
autori ,
argomento Scienze Umane Psicologia
collana Contemporanea
editore La vita felice
formato Libro
pagine 111
pubblicazione 2019
ISBN 9788893463454
 

Scegli la libreria

13,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
"Per un essere umano, esperienza dolorosa, in alcuni casi drammatica, è la separazione dalla persona un tempo amata. Abbiamo delineato un ampio panorama di problemi psicologici e socio-economici, tratteggiando quei tipi di personalità per i quali separarsi è un evento destrutturante, soprattutto quando a volerlo è la donna o le condizioni economiche della famiglia sono precarie. Le interviste di Daniela a professionisti di diversa competenza delineano i più importanti aspetti della violenza sulle donne. Da parte mia, debbo una spiegazione al lettore sull'impiego di versi liberi, mezzo alquanto insolito nella trattazione di problematiche psico-sociali. Freud scrive: «Non è facile parlare scientificamente dei sentimenti» [...] «I poeti... hanno la sensibilità necessaria per percepire negli altri i moti reconditi della psiche...» Confortato da tali osservazioni, sono stato tentato dalla narrazione poetica, con una silloge a tema da leggere come una storia che permetta di cogliere, da diversi vertici d'osservazione, l'indicibile dei sentimenti e il clima emotivo dei più comuni conflitti di coppia. Meta ambiziosa, raggiungibile forse da "poeti laureati". Mi riterrò abbastanza soddisfatto se sarò riuscito a raccontare la drammaticità degli affetti per il dolore arrecato e subito."
 

Biografia degli autori

Salvatore Malizia

Nato a Monreale (PA) il 31 agosto 1935 Medico psichiatra e psicoanalista, vive e lavora a Roma

Daniela Turi

Ti potrebbe interessare anche

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.