Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

In America. Cronache da un mondo in rivolta

In America. Cronache da un mondo in rivolta
titolo In America. Cronache da un mondo in rivolta
Autore
Curatore
Argomento Letteratura e Arte Narrativa
Collana Opere di Tiziano Terzani
Editore Tea
Formato
libro Libro
Pagine 432
Pubblicazione 2024
ISBN 9788850265671
 

Scegli la libreria

Prodotto al momento non ordinabile.
Vuoi essere avvisato quando sarà disponibile?
16,00
 
Compra e ricevi in 2/3 giorni
Nel 1966, un giovanissimo Tiziano Terzani scrive i primi articoli per L'Astrolabio, settimanale della sinistra indipendente diretto da Ferruccio Parri. Inquieto per temperamento, Terzani vuole però realizzare il suo sogno di ragazzo e fare il reporter a tempo pieno. Così, l'anno successivo, coglie al volo l'occasione di una borsa di studio per un master alla Columbia University e s'imbarca a Genova con la moglie Angela, per scoprire gli Stati Uniti e poterli finalmente scrivere. Come racconterà in seguito: «Quando partii per l'America Parri mi disse "Ti prego, scrivi, ne sarò felicissimo". E io per due anni ogni settimana ho scritto sull'America, sulle elezioni, sui negri, sulla protesta contro la guerra in Vietnam, la marcia su Washington e gli assassinii di Robert Kennedy e Martin Luther King». Proprio questi sorprendenti reportage inediti, corredati di fotografie dell'archivio famigliare, vengono qui raccolti da Àlen Loreti. Sono cronache da un mondo in rivolta, in cui Terzani dà prova per la prima volta del suo straordinario istinto da grande reporter, che gli permette di individuare e di raccontare gli eventi più importanti ed emozionanti della Storia. «Sono andato in America anche con una certa curiosità. Ma così come la Cina ci ha deluso poi - il paradiso dei lavoratori era un inferno, e il mio sogno di studente era il loro incubo -,  l'America si è rivelata un paese spaventoso. Sì, certo, io vivevo bene, mi pagavano, avevo la macchina, ma se mi guardavo attorno - stavamo a due passi da Harlem, il quartiere dei  neri - vedevo una società profondamente razzista, profondamente ingiusta e violenta da morire».
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.