Il tuo browser non supporta JavaScript!

Sperling & kupfer: Varia

Un uomo che ha vissuto. Storie di tutti i miei giorni

editore: Sperling & kupfer

pagine: 181

Quando è nato a Pontedera, tra le macerie della guerra e le canzoncine che mamma Meri ascoltava alla radio, Riccardo Fogli non avrebbe mai immaginato cosa lo aspettava. Entra ancora ragazzino alla Piaggio, destinato a un lavoro da operaio, finché un collega lo sente canticchiare e gli consiglia di prendere lezioni. Nasce così la passione per la musica e la voglia di mettersi alla prova, girando per fiere e locali con le prime band. Nel 1966 gli propongono di entrare in un nuovo gruppo, i Pooh: perché no, sono bravi, pensa, non sapendo a cosa va incontro. Sono gli anni di Piccola Katy, Pensiero e di tanti successi travolgenti; dei tour sul suo furgoncino e delle cambiali da firmare per comprare strumenti e amplificatori; della voglia di avventura e libertà, che a un certo punto prende il volto di una donna... La vita scontata non fa per lui, e si lancia in una carriera da solista, tanto inattesa quanto fortunata. Dopo cinquantanni da protagonista della scena musicale italiana, Riccardo Fogli si racconta, portando per la prima volta alla luce gli aspetti più intimi: il legame con i figli (che non pensava di poter avere), l'amore per la campagna (si definisce un contadino con l'iPad) e per lo sport (dal ping pong alla maratona), il diploma da ragioniere conquistato a sessantanni per onorare una vecchia promessa. E la ragione che lo ha spinto ad accettare la reunion: l'amicizia immutabile con i suoi fratelli, perché «se uno è stato un Pooh, lo resta per sempre».
17,90

I miei bambini hanno i superpoteri. Storia della nostra dislessia

di Carlotta Jesi

editore: Sperling & kupfer

pagine: 165

«'Scrivi meglio' è il messaggio che la maestra continua a ripetere su ogni compito. Ma mio figlio non lo fa apposta. D'altronde anche noi genitori, prima di capire cos'era realmente, abbiamo scambiato la dislessia per un crampo alla gamba, un mal di testa, il trasloco, la stilografica con il pennino rotto, quel bullo di quinta e la preadolescenza.» Carlotta è la mamma di due bambini dislessici e ogni giorno combatte con caparbietà, inventiva e tanta ironia contro la tiritera che rischia di risuonare nella testa dei suoi figli: «Non sei capace, non ce la farai mai». E non può dimenticare la frase che uno dei due ha sussurrato ai compagni di classe che lo prendevano in giro perché rallentava la ricerca: «Credete che se riuscissi a scrivere meglio e più veloce non lo farei?» Terapie per la dislessia ce ne sono tante, ricette pratiche per conviverci, invece, zero. In questo libro c'è quella di Carlotta e della sua famiglia, ma non aspettatevi ingredienti, dosi e tempi di cottura esatti. Quello che racconta è un viaggio pieno di saliscendi tra difficoltà, tenerezze e divertimento, in cui si scoprono anche dei «superpoteri» come la creatività, un modo tutto originale e geniale di risolvere i problemi, una sensibilità particolare nel capire gli altri. E alla fine regala un messaggio: sta a te lasciare che la dislessia decida chi sei e cosa puoi fare oppure scrollartela di dosso, voltarti e farle una pernacchia.
16,90

65 la mia vita senza paura

editore: Sperling & kupfer

pagine: 396

La vita di Loris Capirossi comincia in mezzo alla polvere e alle colline romagnole: Borgo Rivola ha cinquecento anime e ci si
18,50

Telefona quando arrivi

di Paolo Ruffini

editore: Sperling & kupfer

pagine: 241

Noi che telefonavamo con i gettoni Noi che giocavamo con l'Allegro chirurgo e il Game Boy Noi che avevamo le immense compagnie e giravamo con il Ciao Noi che cantavamo le sigle di Cristina D'Avena, e con il Karaoke di Fiorello. Noi che non perdevamo una puntata di Beverly Hills Noi che collezionavamo le sorpresine del Mulino Bianco Noi che che vedevamo i film di Bud Spencer e Terence Hill Noi che Jovanotti lo ascoltavamo con il walkman... ""Io sono nato nel 1978, e la mia generazione è l'ultima che ha fatto tutta la scuola senza cellulare. Magari anche voi vi emozionerete pensando a quel periodo, a quei tempi... Quando sparavo palline di carta con il tubicino della Bic; mia mamma che mi voleva mettere i sandali neri con gli occhioni; le feste con le luci stroboscopiche; col gesso facevi i numeri per terra e giocavi a campana; nella calza della befana c'era la sigaretta e la moneta di cioccolato; a Natale su Italia 1 c'era (e c'è ancora!) Una poltrona per due, e su Rete 4 Il piccolo Lord. A volte mi chiedo se la vita di un ragazzo prima dell'avvento del web fosse davvero così diversa. A volte dico no, in fondo continuiamo a innamorarci, ad avere degli amici, a giocare e divertirci come facevamo prima. A volte penso che la tecnologia abbia cambiato la natura di tutti questi rapporti, del nostro modo di passare il tempo. Per provare a capire, in questo libro racconto di come si viveva negli anni Novanta, delle mode, degli oggetti, della tv.
17,00

La cucina che mi ha fatto dimagrire. Come ho perso 130 chili senza rinunciare al gusto

editore: Sperling & kupfer

pagine: 211

Non è sempre stata una favola la storia di Pietro Parisi, giovane cuoco napoletano diventato un grande chef internazionale
17,00

Felicità è... 500 modi per vivere la gioia del momento

editore: Sperling & kupfer

pagine: 271

Passeggiare sulla spiaggia, guardare un vecchio film con gli amici, liberarsi degli oggetti che non ci rappresentano più, una
12,00

Sempre avanti. La mia storia segreta

editore: Sperling & kupfer

pagine: 153

Qual è la vera storia di uno dei più giovani bomber del nostro campionato e del calcio mondiale? Qual è il vero volto di un campione spesso discusso? Molto presente sui social, sui quali condivide momenti e immagini della sua vita privata con milioni di follower, Mauro Icardi scatena entusiasmi e polemiche. Ma pochi possono dire di conoscerlo davvero. In questo libro si racconta con sincerità e candore, e per la prima volta rivela la sua verità, i suoi valori, i pensieri e le emozioni legate alla storia personale e alla carriera. L'infanzia e l'adolescenza in Argentina, il rapporto con la famiglia, gli amici, i compagni e, soprattutto, il suo carattere deciso e ribelle, che non ha mai accettato imposizioni. Poi le giovanili del grande Barcellona, dove le cose non sono state facili per un ragazzo così giovane. E infine l'approdo in Italia, prima alla Sampdoria e poi all'Inter, di cui porta la fascia da capitano con orgoglio. Fino all'incontro con Wanda Nara, ora sua moglie e procuratrice, e al progetto a cui tiene di più: la sua nuova famiglia. Ma dietro le valanghe di gol, la ricchezza a volte ostentata, gli atteggiamenti spavaldi, c'è una volontà di ferro che pochi hanno compreso e che porterà Mauro, come gli ha insegnato suo padre, sempre avanti.
18,90

Io sono Mas. Le avventure di un cane salvatutti

editore: Sperling & kupfer

pagine: 177

Mas è un terranova ed è una morbida palla di pelo nero e lucido quando Ferruccio decide di prenderlo con sé. Lo chiama Mas perché "per essere un cucciolo, sei bello massiccio", ed è l'inizio di una fantastica avventura. L'uomo non ha mai avuto un cane, ma coltiva un grande sogno: insegnare al suo nuovo compagno a quattro zampe come salvare chi è in difficoltà in acqua. Dopotutto, il terranova ha un istinto speciale per il salvataggio, o almeno così raccontano i libri di mare. Unico problema: Ferruccio non ha la più pallida idea di come fare. Tra i due nasce da subito una tenerissima amicizia, una sintonia tanto forte che Mas decide di fidarsi di Ferruccio e seguirlo in acqua. Nuotando scopre un irresistibile legame con quell'elemento, e con il suo amico umano inizia a sperimentare i modi in cui sfruttare l'istinto di salvataggio. Impara a buttarsi prima dalla riva, poi dal gommone, infine addirittura dagli elicotteri, affinando sempre più la tecnica che gli consente, una volta in acqua, di portare al sicuro la persona in pericolo. In queste pagine è proprio Mas a raccontarci le sue avventure e quelle di una vera scuola di salvataggio per cani, i pericoli e le prove di coraggio, le peripezie, l'entusiasmo e un'amicizia senza confini.
17,00

Rolling Stones. Rock'n roll love

di Rich Cohen

editore: Sperling & kupfer

pagine: 363

I Rolling Stones hanno lasciato un segno nella storia della musica, e tanto è stato detto, sussurrato, insinuato su di loro. Ma com'è veramente la vita delle rockstar? Che cosa succede davvero prima e (soprattutto) dopo che hanno cavalcato il palco? Solo chi ha condiviso quei momenti con loro può sapere la verità. Rich Cohen è un giovane giornalista per il magazine Rolling Stone quando gli viene assegnato l'incarico di seguire in tour i Rolling Stones. In quel lontano 1994 nasce un'amicizia che dura tuttora tra l'autore e i rocker, un legame fatto di concerti ascoltati a bordo palco accanto alle casse, barzellette sconce, discussioni e momenti di relax intorno a un tavolo con una chitarra, troppo fumo e tante risate. Rich Cohen racconta il gruppo dall'incontro fatale tra Jagger e Keith Richards alla stazione dei treni di Dartford nel 1961, e prosegue attraverso i decenni fino agli anni più recenti. Un viaggio epico nella storia di una delle più grandi band di sempre, scritto con lo stile sfacciato e provocatorio di chi ha vissuto con i Rolling Stones. Una biografia ricca di aneddoti e in cui, tra droghe, donne e litigi, c'è anche e soprattutto la musica. Un libro che ci spinge a riascoltare ogni singola canzone della nostra collezione e a ricercare tutte quelle gemme sconosciute che ci erano sfuggite. Perché la musica è il motivo inequivocabile per cui gli Stones sono stati consacrati all'Olimpo del rock.
18,90

10 cose che non avresti mai pensato di fare

di Nadia Tempest

editore: Sperling & kupfer

pagine: 148

Nadia Tempest è una delle vlogger più seguite, pubblica su Instagram, scrive su Twitter, posta su Facebook. I social Ii ama, li usa, ci gioca, si diverte, magari è anche un po' dipendente (come tutti noi, del resto). Eppure, solo qualche anno fa questi canali non esistevano e non avremmo mai immaginato quali opportunità ci avrebbero offerto: coltivare amicizie a distanza, condividere i nostri pensieri con migliaia di persone, essere in contatto costante con tutti. In questo libro, Nadia mette a confronto la vita di ieri (senza smartphone, senza wifi, senza selfie) e di oggi, mescolando esperienze personali, confessioni, storie buffe e qualche episodio imbarazzante dei tempi in cui i messaggi si scrivevano sul diario, si aspettava la Christmas card per avere sms illimitati e chiamare un cellulare costava una follia (e qualche punizione). Ma in fondo, anche se la tecnologia evolve e i mezzi cambiano, le ragazze "senza" di ieri sono uguali alle ragazze iperconnesse di oggi: hanno gli stessi sentimenti, sogni, paure ed emozioni. E Nadia ce li racconta a modo suo, con una risata e un sorriso.
14,90

Calciatori brutti. Storie di calcio e calci

editore: Sperling & kupfer

pagine: 182

Quello che è oggi "Calciatori brutti" sul web dipende imprescindibilmente da chi ci segue. Proprio per questo abbiamo raccontato il nostro mondo, che è soprattutto il vostro: la squadra, lo spogliatoio, la birra dopo la partita. Questo non è solo il libro di Samuele, Enrico, Daniele, ma lo è soprattutto delle migliaia di italiani che ogni settimana si allenano in fangosi campi di provincia, che al posto dei piedi hanno due pezzi di ghisa, che si sono infortunati prima di un provino per una grande squadra, che alla terza operazione si sono rialzati e hanno ricominciato a giocare. È il libro di chi si è tolto la maglia dopo un gol in terza categoria e ha esultato alla Tardelli, di chi ha pianto dopo una rete presa allo scadere, di chi lavora a testa bassa e non vede il campo nemmeno per sbaglio.
15,90

Facciamo finta di niente

di Jenny Lawson

editore: Sperling & kupfer

pagine: 339

Da piccola Jenny Lawson desiderava solo essere come tutti gli altri. Il suo sogno è stato mandato in frantumi da un padre che per il compleanno avrebbe potuto regalarle una vasca da bagno piena di procioni, un'infanzia così povera che le scarpe invernali erano fatte di sacchetti del pane, una sorella orgogliosa di travestirsi da pollo. Al confronto, cosa sono i disturbi ossessivo-compulsivi e le crisi di ansia che la portano a sedersi più volentieri sotto, anziché sopra, il divano? Eppure tutto questo non le ha impedito di trovare un marito innamorato e paziente, che le perdona tutte le volte in cui lo mette in imbarazzo davanti ad amici, colleghi e parenti, e di avere una figlia con i piedi ben piantati per terra (almeno lei). Anzi, è proprio grazie a loro che Jenny ha capito che essere diversi dagli altri, in fondo, è un grande dono: come avrebbe potuto altrimenti sviluppare quello straordinario senso dell'umorismo che l'ha portata a essere una delle scrittrici più amate d'America? E poi sono proprio i momenti in apparenza più terribili della nostra vita - quando vorremmo fare finta di niente - quelli che ci hanno reso le persone che siamo. In questo libro, Jenny Lawson ci racconta la storia esilarante e imprevedibile di una ragazza cresciuta nel profondo Texas, che ha saputo trasformare i propri punti deboli in straordinarie armi per aggredire la vita a suon di risate e renderla allegra e colorata come ce la meritiamo.
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.