Il tuo browser non supporta JavaScript!

BUR Biblioteca Univ. Rizzoli: Classici moderni

Massime e riflessioni

di Goethe J. Wolfgang

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 251

Luoghi di altissima concentrazione del pensiero goethiano, le "Massime" appaiono come vette dalle quali si dominano ampi tratt
10,00

Parafrasi

Testo tedesco a fronte

di Musil Robert

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 157

Era disperso fra le sue carte l'abbozzo di romanzo che il ventenne Musil non era riuscito a pubblicare
9,00

La liberazione del gigante

di De Wohl Louis

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Tredicesimo secolo
13,00

Racconti di Odessa

di Isaak Babel'

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 133

La città di Odessa, sulle rive del Mar Nero, all'inizio del XX secolo era un importantissimo centro commerciale e un ecceziona
10,00

I caratteri

di La Bruyère Jean de

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

L'arricchito, il falso devoto, il collezionista invasato
12,00

Libertini italiani. Letteratura e idee tra XVII e XVIII secolo

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 952

Provocazione scientifica, ribellione politico-sociale e indisciplina morale sono le caratteristiche salienti di un movimento che si pone esplicitamente, e spesso pericolosamente, in conflitto con la realtà oppressiva e convenzionale di ogni sistema di credenze, di ogni assetto normale o normativo. Così la relativizzazione del reale, la spiegazione dei moti dell'universo e un'idea non trascendente dell'anima-corpo degli uomini entreranno a far parte della storia delle idee e si trasformeranno in forme narrative nuove, inclusa quella descrizione di un eros impetuoso e insopprimibile che è caratteristica di molta letteratura libertina. Anche in Italia, attraverso l'esperienza di autori come Paolo Sarpi e Cesare Vanini, Giacomo Casanova e Ferdinando Galiani, le cui pagine salienti sono raccolte e commentate, tra le altre, in questo volume, si consuma così una delle più capillari azioni di desacralizzazione che l'Europa abbia mai conosciuto.
17,00

Notturno

di Gabriele D'Annunzio

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 345

Amore, morte e dolore sono i temi di questa intensa confessione lirica, scritta quando, in seguito a una grave ferita di guerra, D'Annunzio è costretto a indossare una benda su entrambi gli occhi, che lo condanna a una temporanea cecità e a una immobilità pressoché totale. Eppure il poeta non rinuncia a scrivere. In una sorta di divinazione, annota su sottili strisce di carta "Visioni immense affluenti dal cervello all'occhio ferito, trasformazioni verbali della musica". Cosi s'intrecciano i ricordi dell'infanzia e della madre, l'esaltazione eroica delle imprese di guerra, il rimpianto per i compagni morti valorosamente, l'affetto per la figlia Renata e il presente della malattia. Un'opera sorprendente, che ci rivela un D'Annunzio commosso, ripiegato su se stesso, lontano dalla tensione superomistica delle liriche e dei romanzi.
10,00

Racconti scapigliati

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 587

Incubi, ossessioni, fantasmi, sdoppiamenti
14,00

Benito Cereno. Testo inglese a fronte

di Herman Melville

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 253

Una nave misteriosa con il suo capitano spagnolo, la bonaccia, un comandante americano che, ligio ai propri doveri, sale a bordo per portare aiuto: è l'avvio di un comune racconto di mare, si rivelerà un satanico doppio gioco narrativo. Quanto accade sulla Saint Dominick, una sorta di immensa scacchiera in cui si mescolano il bianco dei marinai e il nero degli schiavi, il lamento delle cantilene e lo strofinio delle accette, è realtà o sapiente messa in scena? Il centro nascosto del racconto, il segreto di quella nave e forse il cuore di tenebra dell'intero Occidente, sarà svelato solo alla fine. E solo alla fine al lettore sarà svelato l'inganno in cui la macchina perfetta del racconto lo ha fatalmente trascinato. Pubblicato nel volume The Piazza Tales nel 1856, "Benito Cereno" ha subito la stessa sorte del suo autore: passato quasi sotto silenzio al tempo della sua apparizione, è ora considerato un piccolo capolavoro, in cui Melville mette in scena la secolare lotta tra bene e male, Europa e America, schiavo e padrone con il vigore di un'allucinata potenza creativa e la sapienza millimetrica di uno scrittore impeccabile. Postfazione di Beniamino Placido.
10,00

La strega

di Michelet Jules

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 364

La donna nasce fata, in amore è maga, ma per le società e le religioni è strega
12,00

Autoritratto. Lettere, diari, scritti e discorsi

di Camillo Cavour

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 806

Il grande tessitore dell'Unità nazionale, il politico meno popolare tra gli italiani, rivelato attraverso le sue stesse parole
17,00

Dei doveri dell'uomo

di Giuseppe Mazzini

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 144

La libertà non esiste senza uguaglianza, ma non esistono né uguaglianza né libertà senza una profonda coscienza dei doveri a c
9,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento