Il tuo browser non supporta JavaScript!

BUR Biblioteca Univ. Rizzoli: Futuropassato

Casamonica, la storia segreta. La violenta ascesa della famiglia criminale che ha invaso Roma

di Floriana Bulfon

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 293

Sono saliti all'onore delle cronache nel 2015, con il funerale stile "Padrino" del capostipite Vittorio, e poi nel 2018, con i
16,00

Il Medioevo in Parlamento. Vaccini, Stamina, sperimentazione animale. Perché la politica sta boicottando la scienza

di Elena Fattori

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 169

I rapporti tra politica e scienza non sono mai stati facili, ma negli ultimi anni il divario si è allargato, giungendo spesso
17,00

La triade italiana. Come la malavita cinese sta conquistando l'Italia. E da qui, l'Europa

di Giorgio Sturlese Tosi

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 234

Prato, 17 giugno 2010: due ragazzi cinesi vengono trucidati da quattro connazionali
16,00

Non morirò stanotte. Un comandante, la sua squadra e la caduta dell'Isis

di Karim Franceschi

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 502

Nel 2014 è stato l'unico italiano a recarsi in Siria per combattere contro l'Isis, contribuendo alla prima grande sconfitta de
18,00

Infiltrata a Molenbeek

di Fraihi Hind

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 205

Molenbeek-Saint-Jean, il "piccolo Marocco" di Bruxelles: è qui che sono nati i drammatici attentati che hanno sconvolto l'Euro
15,00

Il patto con il diavolo

di Fulvio Scaglione

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 203

Sono ormai venticinque anni che i Paesi occidentali vivono il dramma del terrorismo islamico, ma nonostante guerre, alleanze sancite e instaurazione di regimi "amici", la situazione resta incandescente. Ma è davvero impossibile fermare gli islamisti? E per quale motivo i popoli del Medio Oriente ci appaiono irriducibilmente ostili, anche quando ci presentiamo con le migliori intenzioni? Nella prima inchiesta che ha il coraggio di affrontare a fondo le responsabilità dell'Occidente, Fulvio Scaglione - che ha vissuto da inviato tutti i conflitti che hanno generato l'attuale crisi mediorientale, dalla Cecenia all'Afghanistan fino all'Iraq - racconta i clamorosi errori di valutazione, gli affari non sempre limpidi, le alleanze sbagliate a tradite, e mette a nudo ciò che potevamo fare e che invece non abbiamo fatto contro il terrorismo islamico. Dalle fratture ereditate dalle politiche coloniali ai danni causati con la rovinosa "guerra al terrore", dalla visione superficiale sull'lsis e la sua organizzazione all'unione di politica e interessi che ha determinato le strategie in Medio Oriente, Scaglione passa in rassegna la lunga lista di disastri in cui ci siamo impantanati. E mette in discussione le basi su cui abbiamo fondato le nostre scelte, a partire dall'illusione di poter "esportare la democrazia" e imporre in ambiente islamico usi e costumi occidentali: perché, al di là della propaganda, "i tentativi di travasare i riti della nostra democrazia hanno sempre prodotto dei mostri politici".
15,00

Mafia a Nord-Est

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 334

Il Nord-Est italiano: non solo motore economico e imprenditoriale del Paese, ma ultimo baluardo contro l'avanzata delle principali organizzazioni criminali, ormai da decenni partite alla conquista dell'intero Stivale. Sono in tanti a pensarla così, coltivando l'immagine dell'isola felice nonostante la crisi e le difficoltà crescenti. Eppure, la storia e le cronache giornalistiche parlerebbero di un paesaggio profondamente diverso. In effetti, la mala del Brenta di Felice Maniero - un gruppo capace di lavorare al fianco di Cosa nostra, e per il quale il reato di associazione mafiosa ha trovato la prima applicazione fuori dal Meridione - non ha rappresentato l'inizio né la fine della criminalità organizzata in Triveneto. Anzi. Anche lì la Piovra ha trovato terreno fertile, tra banditismo, case da gioco, industriali senza scrupoli, politici disonesti e boss al confino. Luana de Francisco, Ugo Dinello e Giampiero Rossi squarciano il velo di silenzio interessato che da troppo tempo lascia campo libero all'azione dei clan e dei loro alleati, raccontando senza tabù i loschi interessi che mafia e imprenditori locali condividono: dal riciclaggio di denaro sporco al pericoloso mal costume del "nero", dal traffico di droga e armi ai disastri ambientali, dall'infiltrazione nelle ditte appaltatrici di Fincantieri al business del tarocco.
14,00

Partorirai con dolore. Affrontare gravidanza e maternità evitando le trappole del sistema italiano

di Rossana Campisi

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 245

"Qual è il migliore ospedale per partorire?", "Il bambino è sano?", "Devo per forza fare un parto cesareo?", "Di quali persone mi posso fidare?". La maternità rappresenta uno dei momenti cruciali nella vita di una donna, ma disinformazione, falsi miti e disservizi del sistema sanitario spesso trasformano la gravidanza in un labirinto pieno di dubbi e insicurezze. Ma quali diritti e quali scelte hanno davvero le neomamme? Rossana Campisi risponde in questo libro raccogliendo dati, storie personali, interviste di esperti e casi del "business delle nascite": muovendosi tra scelta dell'ospedale, tipi di parto, rischi reali e fasulli, politiche sanitarie italiane ed europee, l'autrice indica come districarsi tra procedure e burocrazie per prendere le migliori decisioni prima e dopo la nascita del bambino. Un'inchiesta che fa luce su un tema rimasto tabù per troppo tempo e fornisce alle donne la chiave per tornare a essere le uniche protagoniste della propria maternità.
14,00

Collusi. Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 186

Da oltre vent'anni Nino Di Matteo è in prima linea nella lotta a Cosa nostra. Titolare di un'inchiesta che fa paura a tanti - quella sulla trattativa Stato-mafia, che si sviluppa nel solco del lavoro di Chinnici, Falcone e Borsellino - è lui il magistrato più a rischio del nostro Paese. Le indagini che ha diretto e continua a dirigere, ritenute scomode persino da alcuni uomini delle istituzioni, lo hanno reso il bersaglio numero uno dei boss più influenti: Totò Riina e Matteo Messina Denaro. Le parole del pm, raccolte dal giornalista Salvo Palazzolo, offrono una testimonianza diretta e autorevole sulle strade più efficaci per contrastare lo strapotere dei clan. E lanciano un grido d'allarme: Cosa nostra non è sconfitta, ha solo cambiato faccia. È passata dal tritolo alle frequentazioni nei salotti buoni, facendosi più insidiosa che mai; anche se le bombe tacciono, il dialogo continua: tra politica, lobby, imprenditoria e logge massoniche si moltiplicano i luoghi franchi in cui lo Stato è assente. Con una semplicità unica, Di Matteo condivide con il lettore la propria profonda comprensione del fenomeno mafioso di oggi. Così, tra denunce e proposte, questo libro permette di gettare uno sguardo ai meccanismi con cui Cosa nostra si è insinuata nelle logiche economiche, sociali e politiche del nostro Paese. Un'opera che si rivolge a tutti, perché è dalle azioni di ciascuno che deve partire il contrasto alla criminalità...
16,50

La maggioranza invisibile. Chi sono gli italiani per i quali la politica non fa nulla, e come potrebbero cambiare davvero l'Italia

di Emanuele Ferragina

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 284

Mentre la politica discute con parole sempre più vuote di soluzioni per risollevare il paese, continua ostinatamente a ignorare le persone che costituiscono la vera forza motrice dell'Italia, e che, se valorizzate con un adeguato progetto sociale di redistribuzione della ricchezza e delle opportunità, potrebbero fare la differenza. Disoccupati costretti a lavorare in nero, precari imprigionati nel limbo dei contratti a termine, pensionati che stentano ad arrivare alla fine del mese, immigrati preda dello sfruttamento, giovani che non studiano e hanno abbandonato la ricerca di un lavoro stabile, rappresentano una fetta consistente della società italiana: si tratta di una maggioranza invisibile, perché ignorata da politica e sindacati, e silenziosa, perché incapace di riconoscere la sua forza elettorale. Portando alla luce problemi, tratti distintivi e potenzialità di questa maggioranza invisibile e dimenticata, Ferragina fa luce sulle ragioni del disagio sociale che oggi paralizza lo Stivale e ricostruisce gli eventi che hanno condotto alla crisi in cui siamo impantanati, proponendoci una nuova visione progressista capace di dare voce a chi da troppo tempo manda avanti il paese senza ricevere nulla in cambio.
14,00

Il patriarca. La misteriosa storia di 'Ntoni Gambazza, lo sconosciuto re della 'ndrangheta che dall'ombra ha retto per trent'anni i fili dell'organizzazione

di Andrea Galli

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 310

La faida di San Luca, la strage di Duisburg del 2007, il traffico di stupefacenti, i sequestri di persona in tutta Italia. E poi le denunce, la difesa affidata allo studio legale del futuro presidente della Repubblica Giovanni Leone, l'omicidio, la galera, la grazia di Sandro Pertini. Tutte queste vicende sono legate tra loro, in modo sconcertante, attorno a un solo nome: Antonio Pelle, detto 'Ntoni Gambazza. Ma chi era quest'uomo, sconosciuto ai più e ben noto agli inquirenti? L'eminenza grigia che ha fondato un nuovo clan e per tre decenni ha ricoperto un ruolo centrale nel direttivo della 'ndrangheta, come sostengono gli investigatori, o l'onesto figlio di pastori di cui parla la sua famiglia, scelto dalla magistratura come capro espiatorio? Andrea Galli ha dedicato anni all'attento studio delle poche carte disponibili e alle estenuanti i ricerche del troppo materiale andato disperso o fatto sparire; ha viaggiato da Nord a Sud e parlato con semplici paesani e alti funzionari delle forze dell'ordine; ha visitato i luoghi in cui s'è svolta la vicenda di Gambazza, ha incontrato la sua gente e si è immerso in quel mondo per descrivercelo senza retorica o preconcetti. Il risultato è assieme il racconto della vita di un uomo misterioso, che dall'ombra ha guidato la più potente organizzazione criminale del nostro Paese, e il ritratto lucido di una realtà sociale troppo spesso relegata ai luoghi comuni.
13,00

Onorate società. Mafia e massoneria, dallo sbarco alleato al crimine globale, cento anni di trame oscure

di Messina Piero

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 398

I membri insospettabili, i patti con lo Stato, le vendette a colpi di bombe: in un'inchiesta che attinge a documenti riservati
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.