Il tuo browser non supporta JavaScript!

Carocci: Studi storici carocci

L'infanta

Caterina d'Austria, duchessa di Savoia (1567-1597)

editore: Carocci

pagine: 566

Secondogenita di Filippo II di Spagna e di Elisabetta di Valois, l'Infanta Caterina Micaela (1567-1597) sposò Carlo Emanuele i
62,00

Nel laboratorio della storia. Una guida alle fonti dell'età moderna

editore: Carocci

pagine: 397

Il volume propone un nuovo approccio allo studio delle fonti storiche. In primo luogo presenta una riflessione sulla "storia" delle fonti in quanto testimonianze sia dei diversi modi e fini di coltivare nel tempo la memoria personale o collettiva, sia della nascita di una graduale e sempre maggiore consapevolezza del mestiere dello storico. La produzione, la conservazione e l'utilizzo delle fonti, infatti, hanno subito molti cambiamenti dovuti alle diverse situazioni culturali, geografiche e politiche che hanno riguardato l'Europa e gli altri mondi extraeuropei. All'ampio saggio introduttivo seguono i contributi di vari studiosi che, ripercorrendo le personali esperienze di ricerca, accompagnano il lettore nel laboratorio della storia, riflettendo sul rapporto fonte, ricerca e scrittura storica. Ogni contributo è corredato da bibliografia e sitografia aggiornata al febbraio 2013. La terza parte del libro raccoglie una scelta di fonti commentate da ciascun autore e un breve capitolo sulla citazione delle fonti manoscritte e a stampa.
39,00

Un ateismo religioso. Il bolscevismo dalla Scuola di Capri allo stalinismo

di Paola Cioni

editore: Carocci

pagine: 160

Capri, 1909: un gruppo di rivoluzionari russi, guidato da Aleksandr Bogdanov, Maksim Gor'kij e Anatolij Lunacarskij, crea una scuola di formazione per operai pur senza l'approvazione di Lenin. Le teorie di Bogdanov, all'epoca uno dei massimi leader bolscevichi, sulle quali si fondava la scuola erano in forte contrasto con l'interpretazione del marxismo di Lenin e ne rappresentavano una seria alternativa. Per questo motivo le sue idee furono per decenni censurate in Unione Sovietica e restano ancora in gran parte sconosciute in Italia, mentre di recente sono state rivalutate sia in Russia che nel mondo anglosassone, dove Bogdanov è considerato il padre della moderna cibernetica. Intorno alle vicende della Scuola di Capri, ricostruite dall'autrice in modo rigoroso su precise basi documentarie, si intrecciano le fila di molteplici fatti storici che, nel bene e nel male, hanno segnato il Novecento: le dispute ideologiche in seno al bolscevismo, il rapporto tra politica e cultura, le forme del marxismo, lo stalinismo come religione politica, il dibattito sull'ineluttabilità o meno della rivoluzione d'Ottobre, la possibilità del dissenso nel movimento e in un regime comunista. Reinserire le vicende della Scuola di Capri dentro la storia del bolscevismo consente di creare i presupposti per una nuova interpretazione dello stalinismo e di comprenderlo all'interno di un fenomeno di lunga durata che ha riguardato tutta l'Europa: le religioni totalitarie della politica.
17,00

Alla ricerca della sovranità

La Germania del XVII secolo

di Schito Rosanna

editore: Carocci

pagine: 189

Al centro di queste pagine vi è la trattatistica politica tedesca nel xvn secolo, concentrata sui temi dell'Impero, della sovr
21,00

La questione della terra in Sudafrica

Ridistribuzione e democratizzazione

di Rossolini Francesco

editore: Carocci

pagine: 112

Il Sudafrica ha vissuto uno straordinario cambiamento a partire dal 1994, quando, dopo anni di soprusi e sopraffazioni nei con
14,00

Paura dell'altro

Identità occidentale e cittadinanza

 

editore: Carocci

Del rapporto con l'altro si sostanzia la nostra vita di individui, la nostra esperienza polimorfa di relazioni intersoggettive
29,40

La scuola con le grucce

L'istruzione elementare nel Basso ferrarese in età liberale

 

editore: Carocci

pagine: 148

IL volume accompagna il lettore in un viaggio attraverso le molteplici problematiche che hanno caratterizzato l'istruzione ele
14,90

In compagnia dei pensieri lunghi

Enrico Berlinguer venti anni dopo

 

editore: Carocci

pagine: 160

16,00

Arezzo in guerra. Gli spazi della quotidianità e la dimensione pubblica

editore: Carocci

pagine: 281

Il volume è incentrato sulla fase della guerra e della Resistenza e si pone l'obiettivo non tanto di aggiungere nomi, volti, azioni di donne nel ricco quadro storiografico dell'antifascismo e del triennio 1943-'45, quanto di rileggere questi difficili anni partendo dalle condizioni di vita delle donne e di interrogarsi sul segno delle difficoltà incontrate e delle strategie di resistenza attuate. Sulla base di una ricca gamma di fonti di archivi pubblici e privati, di diari e di memorie, queste pagine inquadrano l'evento guerra in un arco temporale ampio che va dal ventennio fascista - che costituisce in molti casi la fase di incubazione per le successive scelte politiche - e giunge al biennio 1945-1946, che vede la ricostituzione dei partiti politici, dell'associazionismo femminile e l'affermazione del diritto al suffragio per le donne.
26,20

Al vento del Nord. Una donna nella lotta di Liberazione

di Laura Seghettini

editore: Carocci

pagine: 141

Maggio 1944: in Lunigiana le formazioni partigiane combattono contro fascisti e nazisti
16,00

Gli Aztechi tra passato e presente. Grandezza e vitalità di una civiltà messicana

editore: Carocci

pagine: 218

I diretti discendenti degli Aztechi popolano ampie regioni del Messico, mantenendo in vita la lingua "nahuatl" e conservando concezioni, valori, pratiche e istituzioni del passato precoloniale in costante interazione con il mondo circostante. Il retaggio storico e monumentale degli Aztechi continua a fornire un potente modello ispiratore per le dinamiche identitarie della società messicana, per la dialettica politica e per la creatività artistica, oltre a costituire un polo di attrazione culturale e turistica di vastissima portata. Di tutto ciò questo volume offre testimonianza, facendo il punto sullo stato delle reali conoscenze sul patrimonio archeologico, artistico e documentale del mondo azteco del XVI secolo.
23,80

L'Italia e il Nord Africa. L'emigrazione sarda in Tunisia (1848-1914)

editore: Carocci

pagine: 239

Il volume ripercorre gli anni della nascita e dello sviluppo della colonia italiana in Tunisia, della lotta di prevalenza italo-francese sullo sfondo del contesto internazionale e, successivamente all'istituzione del Protettorato francese, della difesa dell'elemento italiano contro i tentativi di francesizzazione. Il tutto, in un'ottica affatto particolare: viene scelto come speciale punto di osservazione la Sardegna, allora laboratorio privilegiato di un'idea che vagheggiava per i paesi del Nordafrica un futuro di neutralità, foriero di pace e di sviluppo economico per l'intera area mediterranea, un tema tornato prepotentemente d'attualità nei nostri giorni.
19,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento